GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 18 luglio 2014

IL PAGELLONE MONDIALE (seconda parte)

A distanza di qualche giorno dalla fine del Mondiale, Theseus si è divertito a dare i voti alle 32 partecipanti. Ecco la seconda parte delle pagelle, compresa quella dell’Italia.
GHANA voto 5 – Altro esempio di come il calcio africano non attraversi un buon momento. Aver fermato la Germania è l’unico acuto di un Mondiale da dimenticare.
GIAPPONE voto 4.5 – I campioni d’Asia erano arrivati qua con ben altre aspettative. Deludono ed escono al primo turno. Con merito.
GRECIA voto 6.5 – Arriva fino agli ottavi senza brillare particolarmente. Ma ha comunque il gran merito di mettere in riga avversarie ben più quotate.
HONDURAS voto 5 – Anche per la formazione honduregna vale il discorso fatto per la Bosnia. E’ già tanto essere qui.
INGHILTERRA voto 3 – Che fine hanno fatto i maestri del calcio? Altra magra figura dopo quella di quattro anni fa. Dimostrano di essere un movimento in piena crisi.
IRAN voto 5 – Essere tra le 32 squadre che si giocano la fase finale del Mondiale vuol dire avere già raggiunto il proprio obiettivo.

ITALIA voto 3Eliminata alla fase a gironi per la seconda edizione consecutiva. Dopo un esordio convincente due gare da dimenticare. Gli altri ci hanno messo cuore e anima, i nostri sembrava fossero in vacanza premio. Una penosa dimostrazione di come si è ridotto il nostro calcio.
MESSICO voto 7 – Gioca un buon Mondiale ma sciupa tutto nel minuti finali della sfida contro l’Olanda quando subisce due gol. Peccato, meritava di fare più cammino.
NIGERIA voto 6,5 – Insieme all’Algeria tiene alto la bandiera del continente africano. Si arrende solo nel finale alla Francia negli ottavi e per un maldestro errore del proprio portiere.
OLANDA voto 8,5 – Si arrende in semifinale ai rigori contro l’Argentina ma si riscatta conquistando il terzo posto. E’ tra le squadre che gioca il miglior calcio dimostrando di essere un buon collettivo.
PORTOGALLO voto 4 – Una rondine non fa primavera e un fuoriclasse non fa una squadra competitiva. Cristiano Ronaldo non basta per tener su una formazione apparsa tutt’altro che forte.
RUSSIA voto 4 – Tornava al Mondiale dopo 12 anni. Ci saremmo aspettati qualcosina in più, visto anche il commissario tecnico di spessore che siede sulla panchina russa.  
SPAGNA voto 3 – Si presenta in Brasile da Campione in carica e grande favorita. Viene eliminata alla fase a gironi. La fine di un ciclo per le Furie Rosse.
SVIZZERA voto 7 – Indicata come possibile sorpresa non delude le attese. Agli ottavi si arrende all’Argentina solo nei minuti finali dei supplementari. Unico neo della manifestazione quel 2-5 subito dalla Francia.
URUGUAY voto 6.5 -  L’obiettivo era superare la fase a gironi. Ci è riuscito. Poi agli ottavi trova la Colombia e deve fare le valigie.
USA voto 7 – Buono il lavoro fatto da Klinsmann. Porta la squadra agli ottavi e soprattutto dimostra che il calcio statunitense è in grande ascesa.
Theseus

LEGGI ANCHE



1 commento:

Ciaskito ha detto...

I nostri ragazzi meritavano 0. Per l'impegno (non) dimostrato e per aver fatto una pessima figura anche stavolta come quattro anni fa.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails