GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 30 giugno 2014

COSTA RICA, LA FAVOLA CONTINUA (ma quanta fatica...)

MONDIALI DI CALCIO 2014 – Ottavi Di Finale
COSTA RICA-GRECIA 6-4 dopo calci di rigore (1-1 al 120’)
52' Ruiz - 91' Papastathopoulos
SEQUENZA RIGORI: Borges (C) gol, Mitroglou (G) gol, Ruiz (C) gol, Christodoulopoulos (G) gol, Gonzalez (C) gol, Holebas (G) gol, Campbell (C) gol, Gekas (G) parato, Umana (C) gol
COSTA RICA (5-3-1-1): Navas; Diaz, Duarte, Gamboa (77' Acosta), Gonzalez, Umana; Bolanos (83' Brenes), Borges, Tejeda (66' Cubero); Ruiz; Campbell.
A disp.: Cambronero, Pemberton, Francis, Miller, Myrie, Barrantes, Calvo, Granados, Urena.
All.: Pinto
GRECIA (4-5-1): Karnezis; Holebas, Manolas, Papastathopoulos, Torosidis; Christodoulopoulos, Karagounis, Maniatis (78' Katsouranis), Samaris (58' Mitroglou), Salpingidis (69' Gekas); Samaras.
A disp.: Glykos, Kapino, Moras, Tzavellas, Vyntra, Fetfatzidis, Kone, Tachtsidis, Tziolis.
All.: Santos
ARBITRO: Benjamin Williams.

Continua la favola della Costa Rica, mentre si ferma la corsa della Grecia. La squadra del CT Jorge Luis Pinto, dopo aver vinto il girone di ferro con Italia, Inghilterra ed Uruguay, batte 6 a 4 (1-1 al 120’) dopo i calci di rigore la Grecia e vola ai quarti di finale. Traguardo storico per i Ticos, visto che raggiungono i quarti di finale per la prima volta nella loro storia. Il loro punto più alto erano stati gli ottavi nel mondiale di Italia 90, dove vennero sconfitti 4 a 1 dalla Cecoslovacchia.
Protagonista della serata è il portiere Navas, che non solo para il rigore di Gekas, ma nei 120’ è provvidenziale in almeno tre occasioni. Delusione per la Grecia, che dopo aver recuperato lo svantaggio al 91’ con Papastathopoulos (primo gol in 51 gare) ed aver sprecato diverse palle gol nei supplementari dice addio ai sogni di gloria.
Gara bloccata sin dall’inizio con le due squadre che non si sbilanciano per paura di subire gol e di conseguenza le emozioni tardano ad arrivare. Il primo tiro è di marca greca con Lazaros che calcia da fuori area, con la sfera che sorvola la traversa.
La risposta della Costarica arriva con Bolanos, ma il suo sinistro da dentro l’area non inquadra lo specchio della porta. La gara è equilibrata anche se le azioni non arrivano. Dopo un destro di Karagounis da lontano, bloccato senza affanni da Navas, l’occasione migliore arriva al 39’ ed è firmata ancora Grecia. Holebas serve Salpingidis che calcia al volo da pochi passi, ma Navas devia miracolosamente in angolo col corpo.
Nella ripresa la prima occasione è un colpo di testa di Samaras che però è troppo debole per impensierire Navas. Sul capovolgimento di fronte, a sorpresa, la Costa Rica (52’) trova il vantaggio, con un preciso piatto destro dal limite da parte del capitano Ruiz, già giustiziere dell’Italia..
Il gol di vantaggio dà fiducia ai costaricani, che subito dopo non si vedono assegnare un calcio di rigore per un fallo di mano di Torosidis in area. La Grecia prova a giocarsi le carte Mitroglou e Gekas alla ricerca del pari, anche se Navas non è mai impegnato severamente. Al 68’ Costa Rica che rimane in dieci per l’espulsione di Duarte che, già ammonito, stende Holebas in mezzo al campo.
Nel finale di gara la Grecia si gioca il tutto per tutto, mentre la Costa Rica si difende con tutti i suoi elementi al primo minuto di recupero subiscono il pari. Gekas calcia, Navas respinge come può, e sulla ribattuta si avventa Papastathopoulos che non sbaglia. Esplodono i tifosi greci, che proprio al 94’ sfiorano il raddoppio con Mitroglou, ma questa volta Navas alza in angolo.
Nei supplementari la Grecia con il morale a mille dopo il pari raggiunto proprio all’ultimo tuffo e con l’uomo in più, prova subito a portarsi in vantaggio. Prima è il turno di Mitroglu, ma il suo colpo di testa finisce di poco alto, poi tocca ad Holebas che salta due avversari costaricani e mette in mezzo all’area, dove la difesa allontana come può.
Nei secondi quindici minuti aggiuntivi è sempre la Grecia ad avere le occasioni migliori, ma Navas è attentissimo a salvare proprio al 121’ su Mitroglou, portando la sua squadra ai calci di rigore.
Dal dischetto risulta decisivo l’errore di Gekas. Costarica ai quarti per la prima volta nella sua storia. E adesso dovrà vedersela con l’Olanda.

2 commenti:

Rudy ha detto...

Più guardo il Costarica e più mi girano le scatole pensando al fatto che potevamo/dovevamo esserci noi al suo posto.

Michele ha detto...

Ma se guardi giocare questa Costarica capisci perché loro sono ai quarti e noi a casa.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails