GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 20 maggio 2014

SERIE A 2013-2014. TEMPO DI VERDETTI E DI BILANCI

CLASSE A – Analisi e commenti sul Campionato Italiano

SERIE A 2013-2014 - CLASSIFICA FINALE

Squadra
Pt
G
V
N
P
Rf
Rs
1.             
Juventus
102
38
33
3
2
80
23
2.             
Roma
85
38
26
7
5
72
25
3.             
Napoli
78
38
23
9
6
77
39
4.             
Fiorentina
65
38
19
8
11
65
44
5.             
INTER
60
38
15
15
8
62
39
6.             
Parma
58
38
15
13
10
58
46
7.             
Torino
57
38
15
12
11
58
48
8.             
Milan
57
38
16
9
13
57
49
9.             
Lazio
56
38
15
11
12
54
54
10.          
Verona
54
38
16
6
16
62
68
11.          
Atalanta
50
38
15
5
18
43
51
12.          
Sampdoria
45
38
12
9
17
48
62
13.          
Udinese
44
38
12
8
18
46
57
14.          
Genoa
44
38
11
11
16
41
50
15.          
Cagliari
39
38
9
12
17
34
53
16.          
Chievo
36
38
10
6
22
34
54
17.          
Sassuolo
34
38
9
7
22
43
72
18.          
Catania
32
38
8
8
22
34
66
19.          
Bologna
29
38
5
14
19
28
58
20.          
Livorno
25
38
6
7
25
39
77

CAMPIONE D’ITALIA: Juventus
FASE A GIRONI DELLA CHAMPIONS LEAGUE: Juventus e Roma
PRELIMINARI DI CHAMPIONS LEAGUE: Napoli
FASE A GIRONI DELL’EUROPA LEAGUE: Fiorentina
PRELIMINARI DI EUROPA LEAGUE: Inter (un turno), Parma (due turni)
RETROCESSE IN SERIE B: Catania, Bologna e Livorno.

Stagione finita. Tempo di bilanci e di analisi. I pronostici della vigilia sono stati confermati con la Juventus (voto 8) che conquista il titolo di campione d’Italia per la terza volta consecutiva. Cosa che non era mai riuscito alla squadra bianconera dal dopoguerra. I bianconeri vincono in pompa magna conquistando anche il record di punti in una stagione. Questo dovrebbe dirla tutta sul livello del nostro calcio e soprattutto delle rivali dei bianconeri. Solo la Roma (voto 7.5) ha mantenuto il passo della capolista sebbene abbia concluso la stagione con tre sconfitte consecutive che l’hanno fatta precipitare a -17 dalla vetta.
Deludente invece il Napoli (voto 6.5) la cui stagione è stata molto altalenante. I partenopei chiudono al terzo posto (oltre alla conquista della Coppa Italia) ma obiettivamente ci aspettavamo qualcosina in più da parte dei ragazzi guidati da Benitez. Positiva anche la stagione della Fiorentina (voto 7). Il quarto posto è sicuramente un buon risultato. E se avesse potuto disporre di Giuseppe Rossi e di Mario Gomez per quasi tutta la stagione magari avrebbe potuto ambire ad una meritata Champions League.
Sufficiente la stagione dell’Inter (voto 6) che doveva riscattarsi dopo la pessima stagione dello scorso anno culminata con un pessimo nono posto. I nerazzurri tornano in Europa ma il quinto posto rimane comunque un obiettivo minimo che è stato centrato.
In Europa torna anche il Parma (voto 7). O perlomeno dovrebbe tornare, visto che i ducali non hanno ancora ottenuto la licenza Uefa per inadempienze Irpef. C’è il serio rischio che gli emiliani restino a bocca asciutta dopo un’ottima stagione in cui hanno realizzato la serie di 17 risultati utili consecutivi. Nel frattempo spera il Torino (voto 7) che l’Europa se l’è vista sfuggire all’ultima giornata nei minuti di recupero quando Cerci aveva sul piede la palla che poteva valere l’Europa dopo 20 anni. Ma il fantasista granata si è fatto parare il tiro dagli undici metri da Rosati. Molto positiva anche la stagione del Verona (voto 7) che da neopromossa ha viaggiato per parecchie giornate nelle prime posizioni salvo poi mollare nel finale. Il decimo posto è comunque un risultato più che soddisfacente. Chi invece può ritenersi insoddisfatto è il Milan (voto 5) che rimane fuori dall’Europa dopo 16 anni. La pur positiva gestione Seedorf non è bastata per permettere ai rossoneri di conquistare un posto in Europa League. Deludente anche la stagione della Lazio (voto 5,5) sebbene fino a poche giornate dalla fine era in piena lotta per l’Europa.
Possono sicuramente essere soddisfatti del loro tranquillo campionato l’Atalanta (voto 6,5), che ha anche realizzato per la prima volta nella sua storia la serie di sette vittorie consecutive, e la Sampdoria (voto 6) a cui ha fatto molto bene la cura Mihajlovic. E’ stata una stagione in chiaroscuro per l’Udinese (voto 5) a cui non è riuscito l’exploit realizzato negli anni scorsi.
Salutano la Serie A il Catania (voto 4), il Bologna (voto 4) e il Livorno (voto 5). Clamoroso l’exploit in negativo dei siciliani che lo scorso anno sono arrivarono ottavi e quest’anno retrocedono dopo un campionato condotto perlopiù in un’ultima posizione. Pessimo anche il campionato dei felsinei la cui cessione di Diamanti è equivalso ad un suicidio sportivo. Si salva invece il Sassuolo (voto 6.5), nonostante alla vigilia fosse accreditata di poche chance di salvezza. Chiudono il quadro il Chievo (voto 6) che si è salvato dopo essersi complicata la vita a metà girone di ritorno, il Cagliari (voto 6) e il Genoa (voto 6) che chiudono una stagione senza infamia e senza lode.

CLASSIFICA MARCATORI (prime pos.)
- 22 reti: Immobile (Torino).
- 20 reti: Toni (6 rigori, Verona)
- 19 reti: Tevez (1-Juventus).
- 17 reti: Higuain (5-Napoli); Palacio (Inter); Di Natale (4-Udinese).
- 16 reti: G. Rossi (6-Fiorentina); Llorente (Sassuolo); Berardi (6-Sassuolo).
- 15 reti: Gilardino (4-Genoa); Paulinho (2-Livorno), Callejon (Napoli).
- 14 reti: Balotelli (3-Milan).
- 13 reti: Denis (2-Atalanta); Paloschi (3-Chievo); Destro (Roma); Cerci (4-Torino).
- 12 reti: Candreva (6-Lazio); Cassano (1-Parma); Eder (1-Sampdoria).
- 11 reti: Cuadrado (Fiorentina) Vidal (2-Juventus); Mertens (1-Napoli).
- 10 reti: Bergessio (Catania).


9 commenti:

Alex ha detto...

Stagione impeccabile, record di punti a livello europeo, 19 vittorie casalinghe su 19 e tanti altri numeri. E tu dai alla Juventus solo un 8 quando meritavamo 10 e lode?? Alla faccia della sportività...

Gaetano ha detto...

Permettimi di essere in assoluto accordo con Alex. Capisco che da interista fa male vedere la Juve aver rivinto lo scudetto (a parti invertite sarebbe stata la stessa cosa), ma dare 8 alla Juve considerando tutti i record inanellati in questo campionato è a dir poco riduttivo.
Non capisco poi perchè il record dei punti la dice lunga sul livello del ns.calcio.
Di certo il nostro è un campionato non dei più belli al mondo, ma perchè se l'Inter ne fa 97 in un campionato dove manca la Juve, l'Empoli arriva 7° (si proprio l'Empoli) e il verdetto arriva a 7-8 giornate dal termine è stratosferica, lo fa la Juve il campionato è scarso.
Detto questo penso che se la Juve merita 8 allora la 2° merita non meno di 1,5 punti di distanza e così a decrescere.
Credo che quanto da me detto non sia poi così lontano dalla realtà. Se è stato stratosferico per voi, non vedo come non possa esserlo altrettanto e di più per la Juve.
Ti Saluto

Entius ha detto...

I giudizi/voti sono, almeno nelle mie intenzioni, sono proporzionali alle attese della vigilia . Da una Juventus scudettata e favorita aspettarsi che si riconfermasse é il minimo.
Sul livello del campionato attuale parlano i numeri. E i 102 punti della Juventus vanno "misurati" fuori dai confini italici. La Juve é una grande squadra ma i numeri stratosferici di questa stagione sono figli anche della mediocrità delle avversarie.

Anonimo ha detto...

Concordo, un 9 alla Juventus sarebbe stato più equo. Detto questo, vorrei capire, Gaetano, dove hai letto "Inter stratosferica quella dei 97 punti". Chi l'ha scritto? Chi lo ha affermato?
Per quanto riguarda il livello generale del campionato, almeno per quanto riguarda le posizioni alte, credo sia determinato dai risultati europei delle squadre che vi partecipano. Il nostro ranking è indicativo al riguardo. Penso che altre parole servano a poco.
Juan

pippo ha detto...

i voti contano relativamente e ognuno usa determinati parametri.quelli di entius mi sembrano proporzionati,non ne farei un problema.
@juan vorrei ricordare il ranking delle squadre italiane:
2006(stagioni 2001-2006):2°posto
2012(stagioni 2007-2012):4°posto.
penso tu abbia ragione....

Carlo Sandri ha detto...

In effetti, 8 è il voto che darei alla stagione della Juve nel suo complesso, ma se parliamo del solo campionato mi sembra un po' pochino :) .
Qualcosina in più personalmente avrei dato anche alla Roma (che in quasi qualunque altra annata, con quei punti - e senza le 3 sconfitte finali - avrebbe centrato uno scudetto clamoroso), e alla Fiorentina per aver centrato il massimo obiettivo ragionevole avendo l'attacco titolare quasi sempre indisponibile.
Pienamente d'accordo su tutti gli altri.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Io invece sono quasi in totale disaccordo su tutti i voti che trovo o troppo bassi ( Juve, Roma, Parma, Verona ecc...) o troppo alti come ad esempio il Milan...ciao!

Gaetano ha detto...

X Juan ed Entius
E' vero che nessuno parla dell'Inter dei 97 punti, ma non credo che in quel 2006, anno nel quale quella squadra in Europa uscì agli ottavi, qualcuno di voi abbia minimamente pensato che quei 97 punti fossero frutto di un campionato mediocre. Sarò ripetitivo, ma così come quell'Inter fu ampiamente decantata senza che nessuno menzionasse l'atipicità di quel campionato, non vedo perché lo si debba fare ora che i 102 punti sono stati raggiunti dalla Juve.
Non ho detto che il ns.sia un campionato di alto livello, lo dicono i numeri, lo dice la stagione europea delle italiane, ma va ricordato che la Juve è stata l'ultima rappresentante dell'Italia in Europa come spesso le accade. Personalmente che si vinca facendo 100 punti o 80 mi interessa poco, a me importa vincere ma è giusto oggettivamente riconoscere i meriti della Juve entro i confini. Se poi si voleva guardare all'intera stagione comprendendo anche l'Europa allora l'8 diventa un voto giusto.
Sinceramente non credo che gli altri campionati, tedesco e spagnolo in primis siano di livello così superiore al ns.
Ricordiamo che il Bayern ha vinto il campionato dopo 3/4 di stagione ed in Spagna tolte le 3 (che solitamente sono sempre 2 e torneranno ad esserlo dal prox anno), le altre distano anni luce.
Qualcuno adesso mi ricorderà che l'Europa League l'ha vnta una spagnola, ma riguardando il cammino del Siviglia ci accorgiamo che una buona dose di fortuna l'ha accompagnata durante tutta la competizione, soprattutto andando a rivedere i 2 doppi confronti con le altre spagnole vinti come tutti sanno.
Un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

Nessuno afferma che il campionato 2006/2007 fu un campionato memorabile, ma non si può non ricordare che dietro l'Inter in classifica c'erano il Milan campione d'Europa e la Roma che comunque arrivò ai quarti. Per intenderci, un minimo di residua competitività internazionale le nostre squadre l'avevano ancora, a differenza di oggi.
Per quanto riguarda gli altri campionati, concordo con te solo per quanto riguarda la Bundesliga, dove dietro Bayern e Borussia c'è effettivamente ben poco, ma la Premier al contrario è un campionato iper equilibrato, pieno di grosse squadre forti tecnicamente ed economicamente, e con le squadre di medio bassa classifica sempre pericolose perchè giocano sempre alla morte, contro chiunque (cosa che non succede in Italia, ad esempio, dove molte delle piccole spesso si consegnano alle grandi senza nemmeno scendere in campo)... la Liga, poi, non ne parliamo... è vero che Barcellona, Real e forse Atletico sono nettamente superiori, ma diamine non si può non notare che le squadre spagnole avanzano sempre a blocchi, sia in Champions che in Europa League... in Italia la più forte non riesce a vincere l'Europa League, in Spagna la vince la 5/6 classificata... senza contare che, oltre al derby spagnolo in finale di Champions ed al Siviglia vincitore dell'Europa League, le altre spagnole, ossia Barcellona, Betis Siviglia e Valencia sono state eliminate in derby spagnoli.... quindi, in parole povere, hanno giocato solo le spagnole in Europa... questo la dice lunga.
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails