GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 15 marzo 2014

PALACIO-JONATHAN: E' QUARTO POSTO

Serie A 2013-2014 – 28^ Giornata
VERONA - INTER 0 - 2
13' PALACIO – 63’ JONATHAN

VERONA (4-3-3): Rafael, Cacciatore (30' s.t. Martinho), Moras, Maietta, Albertazzi, Marquinho (40' s.t. Cacia), Donati (40' s.t. Cirigliano), Sala, Iturbe, Toni, Romulo.
A disposizione: Nicolas, Pillud, Jankovic, Donsah, Rabusic, Gonzalez, Marques, Donadel.
All.: Mandorlini.
INTER (3-5-2): Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Rolando, Jonathan, Guarin (28' s.t. Kovacic ), Cambiasso, Hernanes (46' s.t. Kuzmanovic), D'Ambrosio (24' s.t. Zanetti), Icardi, Palacio.
A disposizione: Castellazzi, Carrizo, Andreolli, Botta, Taider, Milito, Samuel.
All.: Mazzarri.
ARBITRO: Banti di Livorno.

Palacio-Jonathan. L’Inter liquida la pratica Verona senza troppi affanni e si issa al quarto posto in attesa di Fiorentina-Chievo di domani.
A sorpresa Mazzarri lancia D’Ambrosio al posto di Nagatomo. Tutto confermato il resto con Ranocchia al centro della difesa e Samuel che si accomoda in panchina.
Il Verona parte a mille, ma la prima volta che l’Inter si affaccia sulla trequarti sfiora il vantaggio, con Icardi che manda sulla traversa il colpo di testa su cross di Guarin. La scena si ripete al settimo, con l’argentino che prende ancora il tempo a Moras sul traversone di Palacio e sfiora il palo alla sinistra di Rafael.
Azione sospetta all’ minuto 11. Icardi controlla bene il lancio lungo di Guarin e viene fermato al limite dell’area in modo sospetto da Moras. Dal replay rimangono pochi dubbi sull’intenzionalità del fallo che voleva dire punizione dal limite ed espulsione per il difensore gialloblu per fallo da ultimo uomo.
Ma l’Inter fila come un treno e al 14esimo va in vantaggio. Jonathan salta Albertazzi e mette al centro per Palacio che da tre metri fredda Rafael. Il Verona cerca di scuotersi ma la prima mezza occasione arriva su un rinvio sbagliato di Handanovic. Romulo però sbaglia la verticalizzazione in area per Cacciatore. Al 25esimo Marquinho ci prova da fuori. Episodio contestato tre minuti dopo con Toni che in area cerca spazio dalla linea di fondo e cade dopo un contrasto con Ranocchia. L’attaccante di sicuro accentua la caduta. A destra i nerazzurri sfondano sempre con facilità e Guarin impegna Rafael con una sassata in diagonale.
La partita si mantiene viva anche nella ripresa. Al minuto 10 l’Inter colpisce la seconda traversa, con una punizione velenosa di Hernanes che sorprende Rafael. L’antipasto del raddoppio, che arriva ovviamente da destra, con Hernanes che pesca splendidamente lo scatenato Jonathan che prima trova la respinta del portiere e poi mette in rete di sinistro. La riscossa è affidata a Iturbe e Toni, ma quest’Inter è diventata un muro insuperabile. Anche perché quando Marquinho disegna il cross perfetto, Moras di testa si mangia un gol già fatto. Troppa Inter per questo Verona. I nerazzurri mancano il 3-0 in modo clamoroso, con Hernanes che inciampa al momento di insaccare un grande assist di Kovacic. E Handanovic si supera su Iturbe e Romulo nell’ultimo disperato assalto gialloblù.
L’Inter porta a casa i tre punti e, come detto, sale momentaneamente al quarto posto. Dopo la pessima prova allo Juventus Stadium l’Inter ha cambiato completamente rotta. 14 punti in sei gare, non prende gol da 320 minuti e ha ritrovato gioco e continuità di risultati.
Protagonista della serata senza ombra di dubbio Jonathan. Un assist, un gol e tanta qualità e quantità sulla fascia destra. Ma molto positiva anche la prova del reparto difensivo (Ranocchia su tutti), ma questa non è più una novità. Come non è una novità la buona gara di Palacio e Icardi. Molto buono lo spezzone di gara di Kovacic mentre mi sono sembrati un po’ sottotono Hernanes e D’Ambrosio.
Abbiamo portato a casa i tre punti e lo abbiamo fatto dopo una prestazione molto positiva. Non poteva assolutamente chiedere di più. Forza Inter !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Brother ha detto...

Stavolta non puoi obiettare nulla. Vittoria netta senza troppe sofferenze arrivata al termine di una prestazione convincente. In parole povere, l'Inter che vorremmo sempre vedere.

Entius ha detto...

No, infatti non posso proprio recriminare su nulla... :-)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails