GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 2 febbraio 2014

TUTTO COME DA COPIONE, TRAVOLTI DA UNA BELLA JUVE

Serie A 2013-2014 – 22^ Giornata
JUVENTUS - INTER 3 - 1
15' Lichtsteiner - 47' Chiellini – 56’ Vidal - 72' ROLANDO

JUVENTUS (3-5-2): Storari; Barzagli (17' st Caceres), Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (37' st Isla), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente (41' st Vucinic).
A disp.: Rubinho, Vannucchi, Ogbonna, Peluso, Padoin, Marchisio, Pepe, Giovinco.
All.: Conte
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Rolando, J. Jesus; Jonathan (13' st D'Ambrosio), Kovacic (21' st Botta), Kuzmanovic (10' st Milito), Taider, Nagatomo; Alvarez; Palacio.
A disp.: Carrizo, Castellazzi, Ranocchia, Zanetti, Andreolli, Mudingayi, Samuel, Icardi.
All.: Mazzarri.
Arbitro: Rocchi di Firenze

Non è successo. Contro la Juventus l’Inter rimedia una sconfitta, frutto di una netta superiorità di gioco. La strada è tutta in salita per Mazzarri.
Il tecnico livornese torna all’antico, al 3-5-1-1 tanto caro. Campagnaro, Rolando e Juan Jesus in difesa, Jonathan e Nagatomo esterni di centrocampo, Taider, Kuzmanovic e Kovacic in mezzo e Alvarez dietro l’unica punta Palacio. Risultato? Partita a senso unico, Juventus padrona del campo e Inter in sofferenza. Già dopo 3 minuti Handanovic è chiamato a fare gli straordinari su Tevez, salvando due volte la propria porta.
Ma al quarto d’ora i bianconeri passano in vantaggio, cross pennellato di Pirlo, Kovacic si perde Lichsteiner che si inserisce in mezzo e lo svizzero di testa supera indisturbato Handanovic. Juventus in vantaggio. La reazione dell’Inter è pressoché nulla. Palacio là davanti è troppo isolato, Alvarez svaria da destra a sinistra senza rendersi pericoloso, Kovacic si rende poco utile, sulle fasce Jonathan e Nagatomo sono in difficoltà.

Il primo pericolo l’Inter lo crea al 40esimo su situazione di contropiede, ma Palacio conferma il momento di scarsa lucidità sotto porta sparando alle stelle.
Al riposo lo svantaggio minimo lascia accesa qualche timida speranza per il popolo nerazzurro. Speranza subito spenta ad inizio ripresa. Nagatomo rinvia a me in area, Pogba intercetta e Chiellini infila il 2-0.
Mazzarri finalmente si decide a buttare nella mischia Milito ma subito dopo Vidal raccoglie una respinta di Handanovic su tiro di Pogba e firma il 3-0. Per l’Inter è notte fonda. E considerando che al triplice fischio finale manca più di mezzora, il pericolo di una goleada è evidente. Invece, per fortuna dell’Inter, la Juventus tira i remi in barca. E anzi permette all’Inter di rianimarsi. Rolando firma il gol della bandiera, Palacio spreca l’occasione per riaprirla e nel finale Vucinic sfiora il gol che avrebbe avuto l’amaro sapore della beffa.
Finisce 3-1. La Juventus porta a casa la meritata vittoria, l’Inter incassa l’ennesima meritata sconfitta. E’ una squadra allo sbando, senza gioco né idee,ma soprattutto manca la grinta, la voglia di provarci. I piccoli segnali di ripresa visti col Genoa sono un lontano ricordo. Mentre, partita dopo partita, si fanno più vivi i ricordi dell’Inter di Stramaccioni, tanto bistrattata la scorsa stagione e non lontana dall’Inter attuale. Inevitabile fare paragoni fra le due squadre e soprattutto inevitabile fare paragoni tra l’approccio alla partita dei due allenatori. Strama si presentò a Torino con Palacio, Milito e Cassano, Mazzarri con un trequartista e una seconda punta. Per carità, erano situazioni diverse di Inter diverse. Però non può presentarti allo Juventus Stadium come farebbe una qualsiasi squadra di metà classifica (anche se in effetti al momento siamo questo: una qualsiasi squadra di metà classifica).
Domenica sera dopo la gara col Sassuolo sapremo se dobbiamo seriamente iniziare a preoccuparci per una stagione che rischia di finire peggio di quella dello scorso anno o se c’è speranza per una tranquilla primavera.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

14 commenti:

Brother ha detto...

Vabbè, dai. Si sapeva che sarebbe finita così. Loro troppo forti e noi in piena crisi.
Speravamo in un colpo di scena, degno di un grande thriller, ma in fondo il finale era abbastanza scontato.

Giovanni Olivieri ha detto...

E dell'arbitro? Possibile che non hai nulla da dire? Avevi scritto che sarebbe stato determinante per la sconfitta dell'inter? Invece nulla??
Che delusione, neanche potersi appellare a un cattivo arbitraggio...che pena davvero!!!

Entius ha detto...

Visto i precedenti era normale aspettarsi qualche decisione dubbia. Invece non c'é nulla da dire. Facciamo già abbastanza schifo di nostro.

Anonimo ha detto...

Entius, ti ammiro davvero. Visto come veniamo trattati noi interisti nei blog gobbi in cui ci azzardiamo ad entrare, sono sorpreso dalla pacatezza con cui rispondi a chi ti dice "che pena"... a parti invertite saresti stato insultato e bannato, parlo per esperienza... evidentemente siamo diversi da loro anche in questo.
Sempre forza Inter!!!
Juan

Mark della Nord ha detto...

@ Juan

Hai proprio ragione.
Non che io sia un frequentatore dei blog gobbi, ma alle volte le sparano talmente grosse che ho voluto dire, nei limiti dell'educazione e del rispetto, la mia.
Mi hanno bannato soltanto una volta, in verità, ma mi hanno coperto sempre di insulti, anche a livello personale.
Non appena hanno sentore (soltanto sentore) che il loro interlocutore potrebbe
essere di fede nerazzurra, offendono per principio.
Tutti, nessuno escluso.
In linea con lo "stile" che tanto sbandierano e di cui vanno tanto orgogliosi.

Entius ha detto...

Credo che tra tifosi possa e debba esserci un tranquillo confronto nel rispetto delle opinioni altrui. In fondo, per come la vedo io, un blog deve essere anche luogo di confronto tra chi la pensa diversamente (anche tra tifosi della stessa squadra, vero Juan?). Non nego che spesso lascio andare troppo (il tifoso che viene semplicemente per offendere o insultare andrebbe censurato a priori) e questo non é un elemento a mio favore.
Evidentemente non tutti la vedono allo stesso modo e gli amici bianconeri preferiscono compiacersi tra di loro e amano poco il confronto.

pippo ha detto...

qualche considerazione:
1.ho sempre riconosciuto ad entius la sua "laicità" anche se ,come è logico, spesso non sono daccordo con lui.questo però dovrebbe portare lui e tutti i frequentatori ad accettare qualche battuta velenosa e qualche sfottò(insulti,no).
2.mark della nord forse non ricorda i suoi insulti proprio su questo blog....
3.ho sempre difeso stramaccioni,oggi qualcuno dovrebbe avere il buon gusto di chiedergli scusa e cominciare a cacciare gente di nazionalità ...argentina(se posso esprimere il mio parere)

Anonimo ha detto...

X Pippo
Sono d'accordo, qualche sfottò ci può stare.. per quanto riguarda Mark della Nord, è vero che in altre circostanze ha usato toni forti, ma il tutto è giustificato dall'esasperazione di dover subire le prediche e gli atteggiamenti di altezzosità a casa propria... è questo che non dovete MAI dimenticare, cari amici juventini: siamo su un blog dell'Inter, chi viene a confrontarsi da noi deve ricordarsi di essere un OSPITE IN CASA ALTRUI. ed ho detto tutto.
X Entius
hai perfettamente ragione, il blog deve essere luogo di confronto tra chi ha opinioni diverse, ed il tuo lo è senz'altro.
Juan

Gaetano ha detto...

X Anonimo
Io sono uno di quelli ai quali il Mark ha rivolto insulti senza subirne mai dal sottoscritto. Il fatto che si abbia opinioni diverse su certi temi (e sappiamo quali) è pacifico, ma sentire fare la morale da chi invece certe cose le fa non lo trovo giusto. Ad Entius proprio il sottoscritto ha fatto i complimenti di recente (spero lui lo ricordi).
Visto il clima disteso di questi interventi mi astengo da qualsivoglia sfottò come giustamente dice pippo.
Mi piacerebbe solo che qualcuno ammetta, come peraltro è stato fatto da molti, che nonostante decisioni arbitrali sfavorevoli alla Juve (rigore ed espulsione di Kuz), quest'ultima abbia uguaslmente vinto, esattamente quanto avvenuto aparti invertite l'anno scorso. Morale?? Se sei piu forte non c'è arbitro che tenga, a meno di non concederti un rigore inesistente al 95°.
Saluti a tutti ed un ringraziamento ancora ad Entius mosca bianca del web.

Anonimo ha detto...

Premesso che nessuno discute la legittimità della vittoria della Juve, mi spiegate come un'Inter che non riesce a battere in casa Chievo e Catania pretendeva di fare risultato a Torino? Sembra che la Juve abbia fatto una mezza impresa, invece è andato tutto come doveva andare....
Per quanto riguarda gli episodi arbitrali, non ho visto l'episodio del rigore (può darsi che ci sia, lo andrò a rivedere), ma ritengo l'intervento di Kuzmanovic non da rosso perché fatto con il piede a terra e non a martello (tipo De Rossi su Chiellini, per intenderci), quindi non pericoloso... piuttosto non ho visto NESSUNO condannare l'intervento di Pogba su Kovacic, gratuito e pericoloso sulla caviglia, soprattutto a fronte delle reazioni dei tifosi della Juve dopo l'intervento di Cambiasso su Giovinco dell'anno scorso (e comunque Cambiasso fu espulso) e soprattutto dopo l'intervento di Immobile su Tevez nel derby di Torino... QUESTO è davvero strano, direi...
Juan

pippo ha detto...

gratuito,pericoloso e....casuale.

Tifosi_si_nasce ha detto...

Bello vedere un gobbo che sfotte, dall'alto delle sue Champions in più dell'Inter..

Carlo Sandri ha detto...

Da juventino, temevo che il calcio fosse uno sport così pazzo che facesse risorgere l'Inter proprio in questa partita.
Per nostra fortuna, non è andata così.
Complimenti per la sportività comunque. Lo sfottò iniziale è fuori luogo rispetto ai toni del post e dei commenti.

pippo ha detto...

@tifosisinasce, bastano i 26 punti in più per gli sfottò,oppure la vicenda vucinic-guarin....

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails