GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 3 febbraio 2014

SIAMO TORNATI INDIETRO DI UN ANNO (o forse peggio...)

Se l’Inter non riesce a battere Chievo e Catania in casa, come possiamo pretendere che vada a Torino a battere la Juventus? Questo il succo di un quesito che in molti si sono posti prima, durante e dopo la gara di ieri sera.
In effetti se l’ultima in classifica arriva a Milano e ci mette in difficoltà e impensabile che si riesca ad andare in casa della capolista e gli si renda la vita difficile. Molti elogiano la Juventus, giustamente, ma credo che i bianconeri abbiano sudato di più in altre gare e che ieri sera hanno ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo. Sia chiaro, non sto sminuendo la prestazione o la vittoria dei bianconeri, ma se la Juventus avesse giocato come sa fare probabilmente, per usare un’espressione di un mio amico, avremmo dovuto usare il pallottoliere.
Ma al di là del risultato credo che la prestazione dei nostri ragazzi sia stata a dir poco penosa. Perdere a Torino ci può stare e l’avevamo messo anche in preventivo. Ciò che forse non avevamo messo in preventivo è l’aver dato l’impressione di una squadra allo sbando, senza né arte né parte. Ho quasi avuto la sensazione che Mazzarri non avesse più in mano la situazione, che come Stramaccioni un anno fa lo spogliatoio gli remi contro. Per carità queste magari sono solo semplici sensazioni di un tifoso deluso, però non si può mai sapere.
Qualcuno potrebbe obiettare che non si può giudicare una squadra da una semplice partita e in effetti è vero (il Napoli ieri è stato disastroso ma non per questo è una squadra pessima). Ma il problema non è la sconfitta di Torino rimediata 24 ore fa, né la prestazione opaca dello Juventus Stadium. Il problema è non riuscire a vincere in casa con l’ultima in classifica, il problema è non riuscire a conquistare i tre punti col Chievo, il problema è andare ad Udine e rimediare un’eliminazione dalla Coppa Italia da una squadra in piena crisi che sta perdendo praticamente con tutti.
Ieri sera ipotizzavamo con i miei compagni di tifo come avrebbe reagito Mourinho a questa situazione e come sta reagendo Mazzarri. Probabilmente il portoghese avrebbe preso a calci nel fondoschiena i ragazzi mentre Mazzarri continua a parlare in termini positivi (così mi pare di capire perché sinceramente ho smesso di seguire le stronzate che dice il tecnico livornese a fine gara). 
Tipica espressione di uno che
"nun ce stà 'a capì più 'na mazza"
Ma non voglio perdermi in paragoni enormi, atteniamoci al piccolo. Un anno fa l’Inter di Stramaccioni, pur mostrando dei limiti, aveva delle note positive, magari non vedevi un bel gioco ma c’era grinta, carattere, voglia di non mollare. Magari la squadra mostrava dei difetti ma ti dava quasi l’impressione che col tempo questi difetti sarebbero stati eliminati. Questa Inter invece appare spaesata, sembra che nessuno sappia cosa fare. A partire da Mazzarri. Possibile non si sia accorto che Kuzmanovic è impresentabile? Possibile che non abbia capito che Palacio sta rifiatando dopo mesi che ha tirato la carretta da solo e lasciarlo solo là davanti è un errore? Possibile che non veda che la difesa è in grave affanno? Possibile che non si renda conto che bisogna osare di più e dare fiducia a qualche giovane virgulto come Botta o Icardi?
Non voglio fare processi a Mazzarri. Non l’ho mai amato particolamente e nell’esprimere giudizi sarei di parte. Dico solo che fare peggio di Stramaccioni sembrava impossibile, invece finora ci sta riuscendo benissimo (pensare che in una delle sue prime conferenze stampa ha avuto anche il coraggio di criticarlo).
Ma bando alle ciancie. Ora più che mai serve una svolta. Serve innanzitutto vincere col Sassuolo in casa domenica sera e poi bisogna rimettersi in carreggiata. Prestazioni penose come quelle degli ultimi 2 mesi non ne vogliamo più vedere. Capito Walter?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sono ritrovato ad essere quasi l'avvocato difensore di Mazzarri, e dire che non l'ho mai potuto soffrire, almeno dal punto di vista caratteriale, ma almeno in carriera i suoi risultati li ha sempre raggiunti... stavolta mi sento di difenderlo come non mai, intanto perchè è il sesto allenatore in tre anni e mezzo, quindi qualcosa non quadra (il problema andrebbe cercato in altri ambiti, il pesce puzza dalla testa), inoltre perchè mi sembra alquanto grottesco prendersela con un allenatore che ha rilevato una squadra finita nona, piena di giocatori infortunati ed a fine carriera, ed a cui non è stato praticamente fatto mercato: si pretendeva avesse forse la bacchetta magica? Vero, forse ci si poteva comunque aspettare di più, ma io a Mazzarri non dò una o due, ma centomila attenuanti... e comunque correttezza richiederebbe di aspettare fine stagione, a meno che non si voglia la sua testa prima, ma allora lo si dica chiaramente... Entius in alcune cose potrei anche essere d'accordo con te se non fosse che poi scrivi cose palesemente non vere quando affermi "Un anno fa l’Inter di Stramaccioni, pur mostrando dei limiti, aveva delle note positive, magari non vedevi un bel gioco ma c’era grinta, carattere, voglia di non mollare. Magari la squadra mostrava dei difetti ma ti dava quasi l’impressione che col tempo questi difetti sarebbero stati eliminati"... io non voglio fare polemica, ma ti chiedo sinceramente, sei davvero sicuro di quello che affermi e scrivi? le partite perse ad Udine 3-0, a Siena 3-1, a Firenze 4-0, a Londra 3-0, in casa con l'Udinese 5-2 (solo per citarne alcune) le ho viste solo io nella stagione passata? mi sbaglio o nelle precedenti partite di quest'anno (quelle più recenti intendo) la seconda punta c'è stata, ma i gol non li abbiamo visti nemmeno con il binocolo? mi sbaglio o le alternative a Kuzmanovic in panchina erano Mudingay e Zanetti? mi sbaglio o Stramaccioni non aveva le incertezze societarie di quest'anno, nonchè una decina di giocatori a fine contratto? massì, per l'ennesima volta condanniamo l'allenatore... anche io magari avrei voluto che l'Inter si presentasse a Torino con 10 attaccanti, ma con il senno di poi siamo bravi tutti, e poi Milito, Palacio e Botta mi sbaglio o venivano dagli sfracelli fatti in casa contro l'impenetrabile difesa del Catania?
P.S.: sempre senza polemica, vedo però palese malafede quando tu ed i tuoi amici paragonate Mazzarri a Mourinho... primo perchè Mourinho è imparagonabile a qualsiasi altro allenatore sulla faccia della terra (soprattutto dal punto di vista psicologico), e secondo perchè metto la mano sul fuoco che il portoghese sarebbe stato il primo a rifiutare di allenare una squadra del genere, senza progetto, senza prospettiva.... quindi di cosa parliamo? del sesso degli angeli?
Juan

Nerazzurro ha detto...

La colpa non è tutta dell'allenatore visto che ne abbiamo cambiati sei in tre anni e mezzo. La società ha le sue colpe, come anche la squadra probabilmente in balia di uno spogliatoio in cui dettano legge gli argentini.
Ma se una squadra scende o non scende in campo con il coltello fra i denti di chi è il merito o la colpa?
Di chi è la colpa se contro la Lazio o contro il Chievo non abbiamo mai tirato in porta?
Di chi è la colpa se Botta gioca gli ultimi 10 minuti e Icardi si riposa in panchina?
Tutti devono fare il loro lavoro ma, purtroppo, è l'allenatore l'elemento fondamentale del motore.

Gaetano ha detto...

Buongiorno
Perdonatemi se da Juventino intervengo, ma cercherò di farlo in punta di piedi, provando a dire la mia senza alcuna presunzione. Io ritengo che mazzarri abbia tantissime colpe e ve lo dico alla luce di un particolare a mio parere non di poco conto. Quando c'era Mou e magari qualcosa non andava, lui si prendeva tutte maproprio tutte le colpe. Mazzarri invece che fa? A domanda:"Mister ma non le sembra che Pirlo fosse troppo libero?" lui risponde:" Eh si Kovacic doveva essere su di lui". Pazzesco!!! Sul gol di Lich :" Eh si Kovacic ha sbagliato il movimento". Ma ragazzi stiamo scherzando?? Un allenatore mai deve pubblicamente puntare il dito su un proprio giocatore. Fino a prova contraria chi li manda e dispone in campo è lui. Come pensate si sia sentito Kovacic?Lui ha 20 anni e lo hai bruciato!!!Discorso analogo vale per Benitez (esco un attimo dal seminato) che ivece che dire ho sbagliato con il turnover perchèpensavo sarebbe stata una passeggiata, dice che si è perso per colpa di 3 errori individuali (Reina, Inler, Fernandez).
Quando un allenatore non ha l'umiltà o la forza di ammettere i propri sbagli, anche li dove magari non ci sono, ma al solo scopo di difendere il gruppo, viene delegittimato dallo stesso, e se pensiamo che all'Inter comandano gli argentini, cosa che sanno tutti, capite come continuare con Mazzarri è a mio modesto parere un suicidio.
Saluti

Anonimo ha detto...

X Nerazzurro
A me sembra che ad inizio stagione e per quasi tutto il girone d'andata la squadra scendesse eccome con il coltello tra i denti, solo che con il passare del tempo i limiti OGGETTIVI della squadra vengono tutti a galla... Icardi e Botta? Icardi è stato sempre infortunato (infatti poi si è anche operato), Botta è stato preso a gennaio ed anche lui veniva da 7 mesi di infortunio... non c'era Milito e si rimpiangeva Milito, non c'è Icardi e si rimpiange Icardi (come se non contasse nulla il fatto ulteriore che il soggetto si sia dato pesantemente al gossip), addirittura ho sentito rimpiangere Belfodil!!!! ripeto, ma di che parliamo? vivete forse ad Appiano Gentile per sapere meglio di Mazzarri lo stato di forma e la condizione dei giocatori? ricordo le medesime critiche all'allenatore toscano a Napoli perchè non schierava Insigne, si vede quest'anno quanto Benitez punti su di lui, e come anche il pubblico napoletano lo fischi... forse non aveva tutti i torti, il caro Mazzarri...
X Gaetano
"fino a prova contraria chi manda i giocatori e li dispone in campo è l'allenatore"... e che significa? i giocatori sono persone, non computer, se le consegne tattiche non vengono rispettate, sarà anche quello demerito dell'allenatore? ricordi un certo Marcello Lippi quando nell'ultima intervista da allenatore dell'Inter disse "fossi il presidente prenderei tutti i giocatori a calci nel culo"? questa come la chiami, assunzione di responsabilità? io mi rifiuto di credere che un giovane giocatore possa bruciarsi per una critica, vuol dire che non fa per lui fare il calciatore professionista, soprattutto nell'Inter dove probabilmente conta più la personalità che la tecnica!
A proposito, si vede che non sei tifoso dell'Inter, altrimenti ricorderesti perfettamente quando Mourinho, dopo una sconfitta in semifinale di Coppa Italia per 3-0 con la Sampdoria, disse testualmente ai giornalisti "ora capite perchè faccio giocare sempre gli stessi"... questa come la chiami? esaltazione delle seconde linee?
Juan

Anonimo ha detto...

CRITICHE GIUSTISSIME PER CARITA, MA DIMENTICATE CHE L'INTER NELLA PRIMA PARTE DEL CAMPIONATO AVEVA IL MIGLIOR ATTACCO,GIOCANDO CON IL SOLO PALACIO COME PUNTA. QUALCOSA E SUCCESSO, PREPARAZIONE SBAGLIATA? SPOGLIATOIO DISUNITO? GIOCATORI NON IDONEI PER GLI SCHEMI DI MAZZARRI? LA COSA PIU TRISTE E VEDERE GIOCARE L'INTER SENZA ANIMA E OGNI ANNO SEMBRA LA FOTOCOPIA DI QUELLO PASSATO

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails