GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 7 gennaio 2014

RITORNO AL PASSATO (riecco l'Inter di Stramaccioni)

Credo che sia chiaro anche ad un bambino che così non va. Va bene l’anno transitorio, va bene la rosa non di primo livello, va bene le difficoltà, va bene adeguarsi alle varie necessità, ma c’è comunque un minimo sindacale che uno si aspetta da una squadra che si chiama Inter e che ha un passato abbastanza glorioso.
 L’Inter di ieri sera, ma forse sarebbe il caso di dire l’Inter degli ultimi due mesi, è ben lontana da quel minimo sindacale che ci saremmo aspettati. Quanti tiri abbiamo fatto nella porta avversaria ieri sera? Quanti pericoli abbiamo creato? Forse sono stati più i pericoli che abbiamo creato in difesa che quelli creati in attacco.
Cosa peraltro tutt’altro che difficile se consideriamo che in avanti Palacio somigliava ad una particella di sodio di una famosa pubblicità e che dietro il nostro caro mister si ostina con una difesa a tre che poco ci adatta alle caratteristiche dei nostri giocatori.

Credo che la bravura di un allenatore si denoti dal fatto di saper cambiare modulo e schemi adattandosi ai giocatori che ha in mano (Mourinho arrivò all’Inter portandosi dietro il 4-3-3 poi, vista la rosa a disposizione, passò ad un più consono 4-4-2 col rombo).
Mazzarri invece continua imperterrito con le sue idee ignorando il fatto che con la difesa a tre siamo tornati ad essere una groviera nel reparto arretrato e che là davanti non puoi creare pericoli col solo Palacio (Guarin è un centrocampista offensivo ma non è un trequartista).

Non ho mai amato particolarmente Mazzarri e credo che in più di un’occasione ho anche esternato le mie perplessità. Ma ad un certo punto mi ero ricreduto perché sembrava che la squadra avesse raggiunto una sua fisionomia. Pur avendo a disposizione la stessa rosa dello scorso anno sembrava che Mazzarri fosse riuscito a venirne a capo e a dare una certa identità. Lottare per il terzo posto sembrava tutt’altro che un’utopia.
Invece dopo un buon inizio e un susseguente periodo intermittente, è arrivato una sorta di crollo sia dal punto di vista del gioco che dei risultati. Fino a tornare indietro di un anno.
Sono d’accordo con Massimo Mauro (cosa più unica che rara…) quanto sostiene che siamo tornati all’Inter di Stramaccioni. Tra l’altro, particolare non da poco, un anno fa eravamo terzi con 35 punti (quattro in più rispetto ad ora), a -9 dalla Juventus; oggi siamo quinti a diciotto punti dalla capolista e a - 8 dalla zona Champions.
Come già dicevo ieri sera, se qualche mese fa pensavo che, nelle peggiori delle ipotesi, non si poteva fare peggio del nono posto della scorsa stagione, oggi non sono più neanche convinto di questo.
E un Mazzarri che a cinque minuti dalla fine inserisce Zanetti invece di buttare nella mischia Icardi o Belfodil o, peggio ancora, va in conferenza stampa e addossa le colpe della sconfitta ad un presunto rigore o ad una mancata espulsione, non fa che aumentare le mie preoccupazioni circa l’esito finale della nostra stagione.
Fermo restando che sarebbe errato dare tutte le colpe a Mazzarri. Il calcio è uno sport di squadra, si vince e si perde tutti insieme. Non è mai merito del singolo se si vince, non è mai colpa del singolo se si perde (chiaro riferimento a Ranocchia, additato da molti come la causa principale della sconfitta). Se è vero che il tecnico livornese sta facendo qualche errore di troppo è anche vero che la rosa a sua disposizione è quella che è, che chi va in campo non ci mette la giusta grinta e determinazione, che la dirigenza non sembra minimamente intenzionata a rinforzare la squadra, che il Presidente non ha ancora capito cosa vuol dire “essere l’Inter”, che il nostro Direttore Sportivo continua a rimanere al suo posto. Insomma se il futuro appare poco roseo non è solo colpa di Mazzarri.
Per fortuna i conti si fanno alla fine e con 20 giornate ancora davanti può succedere ancora di tutto. Non ci resta che aspettare. E incrociare le dita.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

15 commenti:

Anonimo ha detto...

E' da quando sono tifoso dell'Inter, e soprattutto negli ultimi 20 anni, che sento sempre lo stesso ritornello: la colpa è dell'allenatore, sempre e solo dell'allenatore... ne ho visti cambiare decine, ed era sempre la stesa storia... e se non è solo colpa dell'allenatore, comunque è il maggior indiziato... sinceramente è una cosa che è diventata alquanto stucchevole... può piacere o meno, ma Walter Mazzarri è un allenatore che nella sua carriera ha fatto bene OVUNQUE sia andato, anche in situazioni difficilissime.... ovvio che non è nè un Mourinho nè un Guardiola, e nemmeno un Conte o un Garcia, ma nella situazione in cui era l'Inter a fine stagione scorsa dubito potessimo prendere qualcuno più affidabile di lui... o se qualcuno c'era, senz'altro mi sfugge e potreste rinfrescarmi la memoria...
Dissento poi su altri punti: 1) l'anno scorso di questi tempi Stramaccioni comunque aveva una rosa migliore di quella attuale, se consideriamo la disponibilità di giocatori come Samuel, Zanetti e Milito ancora in discreta condizione, a cui ci aggiungiamo i vari Sneijder, Coutinho e Cassano; 2) chiunque abbia visto le precedenti squadre di Mazzarri avrà notato che MAI queste hanno giocato ad una sola punta... se lo fa all'Inter non è perchè si è rincoglionito del tutto, ma per motivi ben precisi, data la disponibilità di un Belfodil che non era titolare nemmeno a Parma ed a Bologna (figuriamoci se può considerarsi un giocatore da Inter, preferisco Rocchi di fine anno scorso), un Milito ormai ex ed un Icardi che tra ernia e Wanda Nara ormai è un altro desaparecido; 3) tantissime volte Entius, per molto meno di quello successo a Roma, hai accusato la classe arbitrale di penalizzarci... ora, dopo una partita bruttissima (mica solo l'Inter ha giocato male) che doveva finire 0-0 e che ha dimostrato QUANTO un unico episodio possa incidere sul risultato finale, sembra che gli errori arbitrali non contino; 4) i distacchi di quest'anno sono maggiori soprattutto perchè davanti a noi corrono il doppio rispetto all'anno scorso; 5) se il problema fosse il modulo, non avremmo fatto nemmeno le buone/ottime partite di inizio stagione... si può anche cambiare modulo, ma quando la rosa è così limitata (a memoria non ricordo una rosa dell'Inter così povera tecnicamente), si può fare poco; 6) Ranocchia è indifendibile, è lentissimo e perde SEMPRE l'uomo (il gol di ieri fotocopia di quello dell'anno scorso, errare è umano, perseverare è diabolico)... ricordo lo scetticismo su Rolando ma sta facendo molto meglio lui di Ranocchia.
Concludendo, concordo invece sulle prospettive funeste, dato che la nuova proprietà pare che non voglia saperne di investire sul mercato.
Sempre forza Inter!!!
Juan

Tifosi_si_nasce ha detto...

Lo dico da una vita: se non hai una società forte alle spalle con un grande dirigente non puoi vincere niente, nemmeno con Mourinho. Inutile imprecare contro gli allenatori, loro possono contare solo al 10%, è la squadra che deve girare e la società deve essere abbastanza forte per permetterle di essere protetta, se non c'è una dirigenza adeguata non vinci mai! Mazzarri è un bravissimo allenatore, ma nessuno saprebbe fare di meglio nella medesima situazione, nemmeno il tanto decantato conte che ha vita facile nella juventus...

Gaetano ha detto...

X tifosi si nasce
Ti garantisco che un Conte rivolterebbe la tua Inter come un calzino. L'allenatore conta eccome in una squadra. Lipi, Guardiola, Mou, Ferguson sono alcuni degli esempi. Devi avre gli attributi e questo oggi all'Inter significa tenere fuori Sanetti, Cambiasso e tutti i senatori. La verità è che costoro comandano in squadra, decidono chi deve giocare e come devono andare le cose. Prima c'era Moratti che uscendo dagli uffici dispensava sorrisi e parole di conforto, adesso chi c'è? A me pare che manchi una figura di riferimento che faccia da filtro tra squadra e società. Dulcis in fundo vorrei ricordarti che all'Inter è stata sempre dura per tutti, anche per i più grandi come Lippi che hannovinto ovunque ma non all'Inter. Un motivo ci sarà pure,noncredi?? Saluti

Nerazzurro ha detto...

L'allenatore conta, certo, ma se è un signor allenatore, vedi Mourinho, Ferguson, Capello, e pochi altri.
Guardiola ha fatto solo scelte "di comodo" (è facile fare i fenomeni con quel Barcellona o questo Bayern), Lippi fuori dalla Juventus (e dalla Triade) non ha combinato nulla, Conte può contare su una società seria e cazzuta (all'Inter arriverebbe si e no a novembre).
All'Inter in questo momento manca proprio questo: una società seria e cazzuta. Fermo restando che Mazzarri le sue belle cazzate le sta facendo pure...

Gaetano ha detto...

Caro nerazzurro ancora una volta i commenti fatti da voi interisti non riescono ad essere obiettivi ed a riconoscere i meriti altrui soprattutto se si tratta di Juve. Ma nn eravate forse voi che al primo anno di Conte dicevate che semplice è vincere uno scudetto quando nn si giocano le coppe? E voi cosa state combinando quest'anno senza coppe? Conte ha in squadra giocatori come Bonucci, Chiellini, Caceres, Giovinco, Matri (ex), Giaccherini (ex), Padoin che tutto sono tranne che fuoriclasse o grandi giocatori. Con la stessa squadra che l'anno prima è arrivata 7° ha vinto uno scudetto da imbattuta e credi che sia poco? Quanto a Lippi beh se nn sbaglio fuori dalla Juve è diventato Campione del Mondo ed ultimamernte ha vinto la Champions asiatica...non mi sembra sia poco o sbaglio? Quanto a Guardiola penso che se sei un grande non vai ad impellagarti in squadre minori. Ti ricordo che ha preso un Bayern pluricampione e riconfermarsi cambiando il modo di giocare non è facile. Fosse come dici tu sarebbe rimasto al Barca con Messi, o sbaglio? Cominciate ad essere un po piu obiettivi ed a riconoscere i meriti altrui. Non lo ammetterete mai ma paghereste di vs.per avere conte sulla vs.panchina. Altro che a Novembre. Te lo dice uno che di calcio non capisce nulla e fa eriferimento ad un mister che qualche giorno fa non dal sottoscritto, è stato premiato come il miglior allenatore del 2013....altro che a Novembre!!!

Nerazzurro ha detto...

Pagheremmo per avere Conte??? Mai !!!
Anche perché qui, senza una dirigenza forte alle spalle, durerebbe davvero poco.
Lippi ha vinto la Champions asiatica? Ahahahahahahahah
Anche Zenga ha vinto scudetti in Romania e Arabia Saudita ma non per questo è considerato un grande allenatore.

Anonimo ha detto...

Gaetano, hai detto tutto, bravo, concordo in pieno. Nerazzurro, come si fa a criticare Lippi, ha vinto un campionato del mondo, capisci, del mondo, è impossibile vincere di più e tu lo critichi, mah! Sul "Conte all'inter mai" stai tranquillo, non correte nessun rischio, è troppo juventino per poter fare una cosa del genere. Intanto noi ce lo coccoliamo e, soprattutto, ci divertiamo. Dategli Ranocchia e vedrai come lo farà giocare.....

Gaetano ha detto...

X Nerazzurro
Dice bene anonimo, noi ce lo godiamo mentre voi potete godervi il vostro E.T. e Mazzarri. E' storia che da voi i campioni diventano brocchi. Quello che ha fatto Lippi è riconosciuto da tutti gli addetti al settore, ne io ne tantomeno un rosicone come te possono sminuirne il valore. Purtroppo caro Nerazzurro la storia viene scritta dai giocatori che scendono in campo e quando questo accade spesso e volentieri voi avete semprela peggio. P.S. Ho saputo che Icardi si è rifermato.....ma a casa di Wanda a spassarsela mentre voi lo state pagando e non sapete chi affiancare al povero Palacio. Provate con il fortissimo Belfodil...ah dimenticavo che lostate cedendo. Ma non era il vs.futuro? Bah che strano!!!

Gaetano ha detto...

X Nerazzurro
Visto che Zenga è così forte ed i campioni non ve li siete mai lasciati sfuggire, perchè non lo ingaggiate come prox allenatore dell'Inter? Fateci un pensierino.

Anonimo ha detto...

Queste me le sono perse... cari amici juventini, sicuramente difettate di memoria, e visto che vi informate poco della storia dell'Inter dubito possiate intervenire in merito... sapete che il vostro tanto decantato Lippi una volta arrivato all'Inter ebbe carta bianca come NESSUN ALTRO ALLENATORE (nemmeno Mourinho) ha avuto con la presidenza Moratti? e lui cosa fece? cercò di riproporre PARI PARI la sua prima Juve (cosa impossibile, per vari motivi), basti ricordare la cessione di Pagliuca per acquistare Peruzzi (!!!), l'acquisto di Vieri (con il grave sacrificio di Simeone, determinante per lo scudetto della Lazio), la conferma di Paulo Sousa e l'acquisto di Jugovic (giocatori ormai finiti)... ed in più litigò con Panucci e Baggio, praticamente non utilizzandoli più, sacrificandoli chiedendo Domoraud ed Hakan Sukur (!!!!!!!)... ma di che stiamo parlando!? siamo seri, dai!
Lippi ha un grosso curriculum, ma i trofei asiatici nemmeno li considero ed il mondiale lo vinse affrontanto Australia agli ottavi (passando con rigore inesistente al '94) e l'Ucraina ai quarti... praticamente una botta di culo irripetibile... per quanto riguarda Conte, lo considero un ottimo allenatore, ma è sbagliatissimo paragonare la sua prima Juve con l'Inter di Mazzarri, dato che la dirigenza bianconera comunque regalò a Conte un certo Pirlo (considerato finito dal Milan, ma come fai ad essere finito a soli 31 anni?), più i vari Vidal, Lichtsteiner e Vucinic... diamine, non mi sembra poco, mica era la medesima Juve dell'anno precedente... Mazzarri ha avuto Belfodil e Taider, non so se mi spiego... ed in più gli avversari della Juve erano l'Inter in piena crisi post triplete, Roma e Napoli non certo all'attuale livello ed il Milan che a fine stagione contò 200 infortuni... l'Inter di Mazzarri affronta invece una Juve notevolmente rinforzata, ed un Napoli ed una Roma a grandi livelli, ed anche una Fiorentina notevolmente rinforzata... ripeto, ma di che parliamo?
Sempre forza Inter!!!
Juan

Anonimo ha detto...

Dimenticavo, il caro Lippi (che io considero COMUNQUE un signor allenatore) se è così stimato come mai è finito ad allenare in Asia e non squadre con Real, Bayern, o anche Manchester City o Paris Saint Germain, che nonostante gli investimenti faraonici gli preferiscono allenatori come Pellegrini o Blanc? e poi non dimenticate che dopo il mondiale 2006 porta la firma di Lippi il peggior mondiale della storia della nazionale, quello in Sudafrica, con l'ultimo posto nel più facile girone mai avuto... non ricordatevi solo di ciò che vi piace!
Sempre forza inter
Juan

Gaetano ha detto...

Caro anonimo. All'Inter non ha fallito solo Lippi, ma tanti e dico tanti e dico tanti allenatori. Non dimenticarlo. Avere carta bianca all'Inter significa ben poco perchè è storia che Pirlo, Seedorf, Cannavarosiano passati senza lasciare traccia per esplodere altrove. Se Mou havinto è perchè due imbecilli uno dei quali mandato via anche dal Padova, hanno fatto quello che eppure un dilettante avrebbe mai fatto...vendervi il piu forte attaccante al mondo in quel periodo e da lui siete poi arrivati ad Etoo, Milito & c. altrimenti la storia sarebbe stata diversa...
Parli dell'Inter che trova grandi squadre contro, ma la tua Inter chi aveva contro nel post calciopoli? Taider chi lo ha espressamente richiesto? E poi la colpa non è certo degli altri se dalla CL del 2010 avete subito un crollo verticale come nessuno al mondo...dice bene XAVI:"Chisi ricorda dell'Inter?" una meteora che ha fatto cio che fece la steaua bucarest o il porto..un anno da leone e 100 da.....
Iniziate ad essere piu obiettivi ed ad ammettere l'incapacita e l'incompetenza dei vs.dirigenti, il vero e unico motivo per il quale non vincevate mai in Italia ed all'estero. Ti saluto

Anonimo ha detto...

X Gaetano
primo: non sai leggere, perché io mi firmo "Juan" a fine commento e quindi non sono anonimo; secondo: non sai leggere perché il mio paragone era tra l'Inter di Mazzarri e la prima Inter di Conte, che diavolo c'entra l'Inter di Mourinho (che, per inciso, nessuno ha detto che in campionato affrontasse squadroni, ma come ripeto, evidentemente non sai leggere); terzo: eh no caro mio, avere carta bianca significa che la società ti asseconda in tutto e per tutto, se Lippi pretende di basare il centrocampo la squadra su Paulo Sousa e Jugovic, giocatori strafiniti (SUE ESPRESSE RICHIESTE), sei tu che non sei obbiettivo e scarichi sulla società Inter colpe specifiche del tuo idolo Lippi; quarto: ancora una volta ti ripeto che non sai leggere, perché nessuno ha scritto che la colpa del crollo dell'Inter è da attribuire ad altri fattori al di fuori dell'Inter stessa... mi dici dove cavolo le trovi scritte queste cose?; quinto: Xavi Hernandez è il primo a ricordarsi dell'Inter di Mourinho, dato che gli rode ancora per non essere andato a vincere la Coppa al Bernabeu, quindi stiamo pur certi che LUI non se la dimenticherà MAI; sesto: il palmares europeo dell'Inter è ALMENO PARI a quello della Juve (con un solo paio di finali in meno), quindi arrivasse la predica da un milanista, o da un tifoso del Real o del Bayern che hanno titolo per parlare, potrei capire, ma da uno juventino... d'altronde ve la suonate e cantate da soli, sentirsi dare del fazioso da un tifoso gobbo equivale ad un complimento.... un saluto anche a te!
P.S.: dimenticavo, Conte ha messo un record, diventare il primo allenatore premiato DOPO ESSER STATO APPENA ELIMINATO NEL GIRONE DI CHAMPIONS... questo la dice lunga sul valore di certi "trofei"... ma non era il "campo" che comandava?
Sempre forza Inter!!!
Juan

Anonimo ha detto...

Un piccolo grande lapsus: ho scritto erroneamente all'inizio "la prima Inter di Conte", invece è ovviamente "la prima Juve di Conte". Saluti
Sempre forza Inter
Juan

pippo ha detto...

qualche considerazione.
1.mi colpisce sentire che lippi ha vinto un mondiale(!!!!!!!)praticamente con un rigore che non c'era(opinione non condivisibile,ma si sa sui rigori non siamo quasi mai daccordo)e contro l'ucraina di shevcenko,ci sarebbero pur sempre la germania in casa loro e la francia di zidane.senza dimenticare in quale clima quella nazionale era arrivata al mondiale(ma si sa noi italiani diamo sempre il meglio in quelle situazioni).
2.mi colpisce sentire dire che lippi ebbe carta bianca e che quindi la colpa fu la sua.la carta bianca che ebbe fu solo il certificato dell'incapacità della società che poi ebbe vita facile a dargli tutte le colpe.l'allenatore fa l'allenatore,il dirigente fa il dirigente in ogni società seria(unica eccezione fergusson nel manchester united).
3.il premio a conte mi sembra che riguardasse la stagione precedente,ma sono daccordo che certi premi contano fino ad un certo punto.
4.dire che guardiola abbia fatto semplicemente scelte di...comodo mi dembra un tantino...azzardato.per quello rivolgersi in....portogallo.
5.sono abbastanza daccordo con juan sulla disamina tecnica del momento dell'inter e su mazzarri.dico di più,a me sembra che realmente l'inter possa lamentarsi del trattamento arbitrale.ma ultimamente ho notato una pericolosa involuzione nel gioco.nelle ultime partite(compreso il derby)l'inter ha giocato veramente male,molto male.sembra un trend al...ribasso.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails