GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 6 gennaio 2014

INTER, NELLA CALZA TANTO CARBONE (più che meritato...)

Serie A 2013-2014 – 18^ Giornata
LAZIO - INTER 1 - 0
81’ Klose

LAZIO (4-1-4-1) Berisha; Konko (dal 15' p.t Cavanda), Biava, Dias, Radu; Ledesma; Candreva (dal 42' s.t. Ederson), Gonzalez (dal 17' s.t. Onazi), Hernanes, Lulic; Klose.
Panchina: Guerrieri, Strakosha, Ciani, Novaretti, Biglia, Anderson, Floccari, Keita.
Allenatore: Reja
INTER (3-5-1-1) Handanovic; Ranocchia (dal 36' s.t. Zanetti), Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Kuzmanovic (dal 14' s.t. Kovacic), Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Guarin (dal 30' s.t. Milito); Palacio.
Panchina: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Pereira, Samuel, Wallace, Mudingayi, Icardi, Belfodil.
All. Mazzarri
ARBITRO: Damato

Ancora una battuta a vuoto dell’Inter che continua nel suo processo involutivo (il derby è stata una piacevole eccezione) e all’Olimpico butta via altri tre punti contro una Lazio che, a conti fatti, ha meritato di vincere.
Formazione nerazzurra confermata rispetto all’ipotesi fatta alla vigilia con Kuzmanovic in mezzo al campo e Kovacic in panchina.
Dopo 10 minuti il primo brivido per la difesa nerazzurra. Lulic approfitta di un’indecisione fra Jonathan e Ranocchia per infilarsi tra i due difensori e provare a beffare Handanovic con un pallonetto che per fortuna si spegne di poco al lato.
Al 21esimo Guarin vola in contropiede ma Cavanda e Dias lo stendono. Solo giallo per il difensore brasiliano nonostante fosse una chiara occasione da rete. Sulla punizione dal limite Alvarez manda alto di poco. La Lazio risponde con Klose che si fionda su una palla vagante ma Handanovic c’é.
Il primo tempo finisce sullo 0-0 ma la Lazio ha giocato meglio mentre l’Inter è apparsa in affanno in tutti i reparti.
La squadra nerazzurra parte meglio nel secondo tempo e crea anche due occasioni da rete con Palacio, che ben lanciato da Alvarez, viene anticipato in extremis da Biava, e con Nagatomo che di testa impegna Berisha che si salva in due tempi spedendo la palla in angolo. Ma la verve nerazzurra si spegne subito e la Lazio continua a mettere i brividi ai nerazzurri, anche perché in difesa la squadra di Mazzarri fa acqua da tutte le parti.
E come un anno fa ci pensa Klose a pochi minuti dalla fine a infilare il gol che regala i tre punti alla Lazio. Nagatomo si perde Cavanda sulla fascia, il belga dà palla a Candreva che pennella un pallone in area dove Jonathan e Ranocchia (sempre loro…) si perdono Klose che indisturbato con un destro al volo supera Handanovic. Lo stesso tedesco nel recupero sfiora il raddoppio ma Juan Jesus salva la porta nerazzurra.
Finisce 1-0 per i padroni di casa. Vittoria più che meritata per quello che si è visto nei novanta minuti. L’Inter appare sempre più una squadra allo sbando, difesa inguardabile dove si è salvato il solo Juan Jesus (sebbene anche il brasiliano ha combinato qualche guaio), centrocampo incapace di fare filtro e di creare gioco, attacco mai pericoloso. E cosa ancora peggiore, non c’è la minima volontà da parte di Mazzarri di provare a cambiare qualcosa. E’ così assurdo pensare di provare la difesa a quattro per cercare di dare più solidità al reparto arretrato? E’ un’idea campata in aria quella di tentare a giocare con le due punte dando fiducia, se necessario, anche a Belfodil per novanta minuti? Mai pensato di rischiare Kovacic dal primo minuto?
Lo so, è troppo facile sparare critiche dopo una sconfitta o una prestazione deludente ma bisogna rendersi conto che non possiamo continuare così. Serve una scossa, bisogna cambiare qualcosa. Lo scorso anno il problema era Stramaccioni, giovane ed incapace, quest’anno Strama non c’è più. Eppure i risultati sono gli stessi. La difesa faceva cagare schierata a quattro e fa cagare a tre, il centrocampo era penoso 12 mesi ed è penoso ora, dell’attacco c’è poco da dire, pesa tutto sulle spalle di Palacio e l’argentino, che non è una prima punta, fa quello che può.
Qualche mese fa pensavo che, nelle peggiori delle ipotesi, non si poteva fare peggio del nono posto della scorsa stagione. Oggi non sono più neanche convinto di questo. E la cosa mi mette tanta tristezza…

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Winnie ha detto...

Prestazione pessima. Sconfitta meritata. Non c'è altro da aggiungere...

Nicola ha detto...

Continuiamo a giocare con Ranocchia in difesa !!!! Vi prego, cediamolo subito !!!! Se c'è qualcuno che lo compra ce lo porto io di persona caricandolo sulle spalle.

Entius ha detto...

Troppo facile prendercela con Ranocchia. Gli altri cosa hanno fatto di più? Juan Jesus a parte non mi pare che gli altri abbiano meritato la sufficienza.
E' tutta la squadra che sta facendo schifo. Persino Handanovic stasera ha fatto un paio di interventi da brividi.

Gaetano ha detto...

Finalmente un articolo in cui si parla solo di Inter e non viene mai nominata la Juve, l'incubo per eccellenza di coloro/colui che detiene questo sito. Leggere il post del dopo Juve-Roma lascia allibiti e dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, quanto grande sia il rosicamento per la Juve di questi ultimi anni. Leggere di una Roma che ha dominato per 60 minuti è pura follia. Dominare senza praticamente mai tirare in porta per me non è dominare, ma giochicchiare con la palla senza riuscire ad affondare. Un commento imparziale avrebbe incensato Conte che ha stuadiato benissimo la partita attendendo la Roma, lasciandola giocare per ripartire in velocità ed arrivare in porta con pochi passaggi. La Roma è fortissima sia ben chiaro, nessuno lo nega, ma la Juve ha dimostrato di essere più squadra, più cinica e senza fronzoli. Se hai il possesso palla ma non tiri mai in porta a cosa serve? Il Barca fa tanto possesso palla, ma con o senza Messi tira 20 volte in porta durante una partita. Immagino solo il commento se al posto della Juve ci fosse stata l'Inter allenata dal Mou. Lui si che faceva le barricate con il Barca cosi come il Pro Vercelli, ma era un grande, veniva esaltato per questo suo NON GIOCARE. Lo fa la Juve e si parla di fortuna. Dovreste pensare un po' meno alla Juve e guardare la vostra povera Inter che rischia senza Moggi e senza Strama di fare la stessa fine dello scorso anno. Di chiquesta volta la colpa? Di Beppe Grillo???

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails