GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 24 novembre 2013

DA MORATTI A THOHIR, RICOMINCIAMO CON ALTRI TRE PUNTI

Si ricomincia. Dopo la sosta per le nazionali che, ahimé, ha interrotto un buon momento per i colori nerazzurri, il campionato ricomincia la sua corsa che durerà fino a Natale (di fatto si tratta solo di un mese, 5 gare in totale).
C’eravamo lasciati con Moratti Presidente, dopo due settimane ci ritroviamo con Thohir Presidente. A parte questa piacevole novità niente di nuovo sotto questo cielo. O quasi. Perché finalmente dopo due mesi Mazzarri ritrova Campagnaro che rientra dopo l’infortunio e dopo aver saltato la convocazione con la propria nazionale (ogni tanto prevale il buon senso).

L’infermeria però non si alleggerisce affatto. Esce Campagnaro ed entra, anzi ri-entra, Walter Samuel alle prese con un risentimento al flessore destro accusato nel corso dell’amichevole col Chiasso di sabato scorso. E considerando anche la squalifica di Ranocchia, direi che siamo in piena emergenza difensiva per la sfida di questa sera che ci vedrà opposti al Bologna in terra emiliana. Insieme a Rolando e Juan Jesus dovrebbe giocare il rientrante Campagnaro.

In alternativa potrebbe finalmente esordire dal primo minuto Andreolli. A centrocampo confermati Jonathan e Nagatomo esterni con Taider, Cambiasso e Alvarez al centro. L’unico dubbio (in realtà è solo un dubbio mio perché il nostro tecnico ha le idee chiare) riguarda Taider o Kovacic reduce da una prestazione superlativa con la propria nazionale con cui ha conquistato anche il biglietto per il Brasile (dipendesse da me fare giocare il croato ma Mazzarri non la pensa allo stesso modo). In avanti confermato ancora una volta Guarin a supporto di Palacio, unica e sola punta.
Bologna è stato da sempre un campo ostico. Il bilancio parla di 27 vittorie, 29 pareggi e 12 sconfitte. Sebbene negli ultimi anni siamo usciti quasi sempre indenni dal Dall’Ara. Negli ultimi 10 confronti abbiamo rimediato ben 8 vittorie con un pareggio (lo 0-0 che aprì l’era Benitez post-Triplete) e una sconfitta (risalente addirittura alla stagione 2001-2002 quando Pecchia, Zauli e Seedorf firmarono il 2-1 che rappresenta la nostra ultima sconfitta in terra felsinea). Negli ultimi 4 confronti per ben 3 volte la sfida è finita 3-1 per i colori nerazzurri (in tutte e tre le occasioni hanno segnato Milito e un giocatore italiano).
Aldilà delle statistiche non sarà assolutamente una sfida facile. Di fronte ci ritroveremo un avversario intenzionato a fare punti per non restare invischiato nella lotta per non retrocedere.
Servirà come sempre una prestazione superlativa da parte dei nostri ragazzi che dovranno essere bravi a sfruttare le occasioni da rete che ci capiteranno e stare attenti a non prendere gol. Arriviamo da due sfide dove non subiamo reti e il rientro di Campagnaro dovrebbe dare ulteriore sicurezza e fiducia al reparto arretrato. Dovrebbe. Perché poi nei novanta minuti può capitare di tutto. Speriamo che questo “di tutto” capiti a nostro favore. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

"Servirà come sempre una prestazione superlativa da parte dei nostri ragazzi che dovranno essere bravi a sfruttare le occasioni da rete che ci capiteranno e stare attenti a non prendere gol..."

Direi che non fa una grinza:-)))
Ciao!

Entius ha detto...

Per la serie "Basterà vincere tutte le partite per riuscire a vincere lo scudetto"

Nerazzurro ha detto...

Il rientro di Campagnaro é importante. Soprattutto alla luce delle assenze. Rimane il fatto che là davanti siamo leggerini.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails