GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 24 novembre 2013

INTER SCIUPONA, NIENTE AGGANCIO CHAMPIONS

Serie A 2013-2014 – 13^ Giornata
BOLOGNA - INTER 1 - 1
13' Kone - 52' JONATHAN

BOLOGNA (3-4-2-1): Curci; Sorensen, Natali, Antonsson; Garics (dal 23’ s.t. Crespo), Perez (dal 31’ s.t. Pazienza), Krhin, Morleo; Kone, Diamanti; Cristaldo (dal 1’ s.t. R. Bianchi). 
A Disposizione: Agliardi, Stojanovic, Radakovic, Cech, Della Rocca, Laxalt, Christodoupoulos, Acquafresca, Moscardelli. 
All. Pioli
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro (dal 41’ s.t. Belfodil), Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Taider, Cambiasso, R. Alvarez, Nagatomo (dal 25’ p.t. Nagatomo); Guarin; Palacio. 
A Disposizione: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Donkor, Wallace,Zanetti, Mudingay, Olsen, Kovacic, Belfodil, Puscas. 
All. Mazzarri.
ARBITRO Banti di Livorno

L’Inter butta alle ortiche l’occasione ghiotta per approfittare delle sconfitte di Napoli e Fiorentina e agganciare il treno Champions. A Bologna non si va oltre l’1-1 nonostante un secondo tempo giocato praticamente solo nella metà campo dei felsinei.
Mazzarri conferma la squadra ipotizzata alla vigilia con il rientro di Campagnaro in mezzo alla difesa e l’utilizzo di Taider a centrocampo con Kovacic che inspiegabilmente si accomoda in panchina.
La partenza nerazzurra è positiva ma alla prima occasione il Bologna passa. Minuto 13, Diamanti viene messo giù da Taider, già ammonito, Banti lascia giocare con Cristaldo che può involarsi verso l’area avversaria e servire Kone che, tutto solo in mezzo all’aria, batte Handanovic.
Immediata la risposta dell’Inter. Con Palacio che ha una palla d’oro per riequilibrare le sorti del match ma calcia su Curci. L'Inter risponde subito con Palacio che calcia su Curci.

Al 24esimo si fa male Nagatomo, Mazzarri manda in campo Alvaro Pereira. L'Inter si vede a folate, al 28' Guarin ci prova da metà campo ma Curci controlla senza problema. I nerazzurri crescono, Palacio sfiora il gol con un colpo di testa, poi Alvaro Pereira ci prova da fuori senza fortuna. Nel recupero della prima frazione Guarin su punizione colpisce la traversa.
L’Inter va al riposo in svantaggio sebbene avesse meritato qualcosa in più.
La prima occasione della ripresa arriva dopo due minuti con Diamanti che impegna Handanovic su calcio di punizione. La risposta dell'Inter con un colpo di testa alto di Campagnaro. L'Inter trova il pari al 52esimo con Jonathan, il cui destro è deviato da Sorensen, che spiazza Curci.
A questo punto Mazzarri butta nella mischia Kovacic per Taider (stupisce che ci abbia messo solo 55 minuti per rendersene conto…). Il Bologna ci riprova con un gran tiro dal limite di Bianchi, sul quale Handanovic vola. Ancora Inter poco dopo l’ora di gioco con Cambiasso che da pochi passi non trova la porta e Guarin che impegna Curci. Il colombiano al 71esimo si divora da pochi passi il gol del 2-1, sparando in curva un cross dalla destra.
Mazzarri capisce che forse la partita può essere portata a casa e così inserisce anche la seconda punta. Peccato però che se ne sia accorto a cinque minuti dal termine. Nel finale tanta Inter. Alvarez all'89esimo calcia fuori da buona posizione mentre nei due minuti di recupero (ma quando mai sono stati due minuti di recupero a fine partita? Bah…) Curci vola per dire no a Rolando e Juan Jesus colpisce la traversa strozzando in gola l’urlo liberatorio del popolo nerazzurro
Finisce con un misero pareggio. Un buon risultato visto il primo tempo, un pessimo risultato vista la ripresa. Clamoroso l’errore difensivo sul gol del Bologna (non è possibile che dopo 13 minuti la squadra avversaria possa fare 40 metri di campo in contropiede e presentarsi in solitudine davanti al portiere) ma ancora più clamorosa l’imprecisione sotto porta. Se hai tante occasioni dovresti essere anche bravo a sfruttarle.
Sono gli ennesimi punti gettati alle ortiche dopo l’ennesima partita che avremmo potuto vincere e che invece abbiamo solo pareggiato. Possiamo obiettare per i due minuti di recupero, possiamo recriminare per le due traverse colpite sul gong delle due frazioni di gioco, possiamo consolarci per la reazione della squadra dopo lo svantaggio, ma alla fine la realtà è solo una: se non abbiamo vinto è solo colpa nostra. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Brother ha detto...

Vabbé, può starci. Mica possiamo pensare di vincerle tutte. Mancano ancora tante partite e in fin dei conti il terzo posto è lì, ad un tiro di schioppo.

Entius ha detto...

Non sono i punti persi che fanno rabbia, ma come li abbiamo persi.
Stasera potevamo vincere e invece abbiamo sprecato tutto. E la stessa cosa è successa a Cagliari, Torino e Bergamo. Sono già otto punti. Che a fine stagione potrebbero pesare sul bilancio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails