GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 21 agosto 2013

VERGOGNOSAMENTE IN FILA PER L'INTER

Disgustato. Credo che sia il termine esatto per descrivere il mio stato d’animo riguardo quello che è successo domenica scorsa a San Siro quando i tifosi nerazzurri che si sono recati allo stadio per vedere Inter-Cittadella si sono dovuti sorbire una fila interminabile alla biglietteria e molti di loro sono entrati a partita già iniziata (alcuni addirittura nell’intervallo).
Lo so in fondo a me la cosa dovrebbe riguardare poco. Abito dall’altra parte dell’Italia, non ho mai avuto il piacere di entrare allo Stadio Meazza di Milano (sebbene mi sono più volte ripromesso di farlo prima o poi) e se mai un giorno dovessi andarci mi organizzerò al meglio per non avere problemi e contrattempi.

E, giusto per la cronaca, io domenica pomeriggio ero comodamente seduto sul mio divano a seguire in totale relax e senza stress da biglietto la partita dell’Inter sul mio bel televisore 46 pollici. Ma di fronte a certe cose è inevitabile che mi girino le scatole.

La scorsa stagione abbiamo chiuso il campionato al nono posto, abbiamo mandato via l’incolpevole allenatore tenendoci stretto tutti i validi dirigenti, abbiamo ingaggiato uno dei migliori allenatori che ci siano in giro (almeno così dicono…) promettendogli di dargli i giocatori adeguati, abbiamo comprato attaccanti che abbiamo già bocciato dopo poche settimane, abbiamo preso difensori che il nostro attuale allenatore non ha mai fatto giocare nella scorsa stagione, stiamo inseguendo un esterno destro come se fosse l’erede di Maicon, di giocatori adeguati neanche l’ombra, abbiamo raccolto figure di melma giocando amichevoli oltreoceano con formazioni straniere, stiamo aspettando un passaggio di proprietà che tarda ad arrivare.
Nonostante tutto questo il 18 agosto, e sottolineo DICIOTTO AGOSTO, il popolo nerazzurro risponde in massa “Presente” al primo appuntamento stagionale dell’Inter nonostante di fronte avevamo il Cittadella e non il Real Madrid e stessimo giocando il terzo turno di Coppa Italia. E la società Inter cosa fa? Per ringraziarli gli offre un servizio biglietteria indecente e li fa stare in fila sotto il sole.
Non mi dilungherò troppo riguardo cosa sia successo domenica pomeriggio. Se avrete la pazienza di leggere cosa hanno scritto Settore e Miss Green vi farete un’idea chiara della situazione da terzo mondo che hanno dovuto affrontare i tifosi nerazzurri.
Situazione al limite del paradossale che non si può certo liquidare con un “Noi accettiamo le vostre critiche, voi accettate le nostre scuse”, scritto tra l’altro su un quotidiano nazionale e non sul sito ufficiale del club nerazzurro.
Non meritiamo questo trattamento, non lo meritiamo soprattutto in un momento così difficile in cui, nonostante tutto, stiamo dimostrando di essere legati ai colori nerazzurri. Talmente legati da presentarci in massa allo stadio il weekend di Ferragosto (e permettetemi di includere anche quelli che hanno rinunciato al mare o alla montagna perché alle 18.30 c’era la partita dell’Inter in televisione). Noi amiamo dimostrato di amare questa squadra. E’ troppo aspettarsi che sia un amore reciproco?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Nerazzurro ha detto...

Decisamente uno schifo... Hanno dimostrato che non gliene frega una mazza dei tifosi...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails