GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 23 maggio 2013

SERIE A 2012-13: ECCO I VERDETTI (tra posti Champions regalati e delusioni nerazzurre)

CLASSE A Analisi e commenti sul Campionato Italiano
SERIE A 2012-2013 - CLASSIFICA FINALE
Pos.
Squadra
Pt
G
V
N
P
GF
GS
1.
Juventus
87
38
27
6
5
71
24
2.
Napoli
78
38
23
9
6
73
36
3.
Milan
72
38
21
9
8
67
39
4.
Fiorentina
70
38
21
7
10
72
44
5.
Udinese
66
38
18
12
8
59
45
6.
Roma  Roma
62
38
18
8
12
71
56
7.
Lazio  Lazio
61
38
18
7
13
51
42
8.
Catania Catania  Catania
56
38
15
11
12
50
46
9.
Inter  INTER
54
38
16
6
16
55
57
10.
Parma  Parma
49
38
13
10
15
45
46
11.
Cagliari Cagliari  Cagliari
47
38
12
11
15
43
55
12.
Chievo Chievo  Chievo
45
38
12
9
17
37
52
13.
Bologna Bologna  Bologna
44
38
11
11
16
46
52
14.
Sampdoria  Sampdoria (-1)
42
38
11
10
17
43
51
15.
Atalanta Atalanta  Atalanta (-2)
40
38
11
9
18
39
56
16.
Torino  Torino (-1)
39
38
8
16
14
46
55
17.
Genoa  Genoa
38
38
8
14
16
38
52
18.
Palermo
32
38
6
14
18
34
54
19.
Siena (-6)
30
38
9
9
16
38
52
20.
Pescara
22
38
6
4
28
27
84

CAMPIONE D’ITALIA: Juventus
FASE A GIRONI DELLA CHAMPIONS LEAGUE: Juventus e Napoli
PRELIMINARI DI CHAMPIONS LEAGUE: Milan
FASE A GIRONI DELL’EUROPA LEAGUE: Roma o Lazio
PRELIMINARI DI EUROPA LEAGUE: Fiorentina (un turno), Udinese (due turni)
RETROCESSE IN SERIE B: Palermo, Siena, Pescara.
Se pur con qualche giorno di ritardo, mi sembra giusto soffermarci sui verdetti che il nostro campionato ha emesso.
La Juventus (voto 7,5) si riconferma campione d’Italia. I bianconeri si sono dimostrati più solidi e quadrati rispetto alle avversarie e pazienza se di tanto in tanto c’è scappato l’aiutino arbitrale.
L’unico a provare a contrastare la Juventus è stato il Napoli (voto 7) che senza certi passaggi a vuoto avrebbe potuto ambire al titolo e dare filo da torcere ai campioni d’Italia.
La sorpresa della stagione è stata sicuramente la Fiorentina (voto 8,5). La squadra di Montella ha espresso un buon calcio e, pur senza un bomber di razza (il Toni dei tempi belli, per intenderci) ha lottato fino all’ultimo per un posto in Champions League. Posto che gli ha rubato (è proprio il caso di dirlo) il Milan (voto 6). La squadra rossonera è stata protagonista di un inizio di stagione anonimo dove è stata mantenuta a galla dal solo El Shaarawy. Da gennaio in poi la risalita è diventata di rigore. Checché ne dica il popolo rossonero è innegabile che il club rossonero sia stato preso in braccio e portato in Champions League dalla classe arbitrale. Basterebbe guardare gli scempi dell’ultima giornata per rendersi conto di come questa lotta per il terzo posto sia stata ampiamente falsata e di come il Milan abbia conquistato il podio immeritatamente.
Chi invece andrà meritatamente in Europa sarà l’Udinese (voto 7,5). La squadra friulana riesce per in terzo anno consecutivo a conquistare un posto in Europa e a confermarsi una squadra dalle mille risorse.
L’ultimo posto in Europa se lo giocheranno Roma (voto 6) e Lazio (voto 6.5) che si sfideranno domenica nella finale di Coppa Italia. Entrambe le squadre capitoline hanno avuto un andamento stagionale altalenante e in particolare la Lazio, dopo un inizio di stagione molto soddisfacente, è crollata strada facendo.
Niente Europa invece per l’Inter (voto 4). I nerazzurri hanno avuto un pessimo finale di stagione che è costato caro a Stramaccioni (si attende a giorni l’annuncio ufficiale del suo esonero). Peccato, perché nella prima parte di stagione aveva infilato una serie di vittorie culminate con il trionfo allo Juventus Stadium. Da quel momento però è iniziata la discesa dell’Inter, prima con arbitraggi che miravano sistematicamente a danneggiarla e poi con una serie incredibile di infortuni che hanno privato Stramaccioni di tutti i suoi big.
Salutano la Serie A il Pescara (voto 4), il Siena (voto 5,5) e il Palermo (voto 4). Si salva invece il Genoa (voto 5) grazie ad un finale di campionato che le ha permesso di risollevarsi.

CLASSIFICA MARCATORI (prime pos.)
Edison Cavani (Napoli): 29 reti
Antonio Di Natale (Udinese): 23 reti
Daniel Osvaldo (Roma): 16 reti
Stephan El Shaarawy (Milan): 16 reti
Giampaolo Pazzini (Milan): 15 reti
Erik Lamela (Roma): 15 reti
Miroslav Klose (Lazio): 15 reti
German Denis (Atalanta): 15 reti
Alberto Gilardino (Bologna): 13 reti
Gonzalo Bergessio (Catania): 13 reti
Stevan Jovetic (Fiorentina): 13 reti
La classifica marcatori è vinta da Edison Cavani. Il bomber partenopeo si è rivelato una vera macchina da gol confermandosi un grande attaccante d’area. Cavani ha preceduto un altro bomber di razza come Di Natale che, nonostante l’età non più verde, continua a buttarla regolarmente dentro. Da notare che nei primi cinque posti ci sono ben 4 italiani (lo scorso anno nei primi 5 c’era solo Di Natale).
Tra le sorprese della stagione l’attaccante rossonero El Shaarawy e il centrocampista della Juventus Pogba, arrivato la scorsa estate dal Manchester United. Chiude il podio Petkovic, allenatore della Lazio su cui nessuno ad inizio stagione avrebbe scommesso un euro. Segno che le previsioni estive spesso sono smentite dal campo.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Mattia ha detto...

Non voglio entrare nel merito del "come" il Milan ha conquistato la qualificazione in Champions League. Senza ombra di dubbio però per quello che si è visto in campo nell'arco delle 38 giornate la Fiorentina avrebbe meritato di gran lunga il terzo posto.

Michele ha detto...

Non si può dire che l'obiettività sia il tuo forte. Forse abbiamo avuto qualche episodio a favore ma la qualificazione ce la siamo meritata alla grande con un girone di ritorno a grandi livelli e grazie ai gol del "vostro" Balotelli. Abbiamo disputato una stagione da 8. Interista rosicone.

Stefano ha detto...

Oddio, giudicare da 8 la stagione del Milan mi sembra eccessivo. Pur contando su un Balotelli strepitoso non avrebbe conquistato il terzo posto senza qualche episodio dubbio a suo favore.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails