GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 14 febbraio 2013

BOOM BOOM PALACIO, MA MILITO FA CRACK

EUROPA LEAGUE 2012-2013 – Sedicesimi d’andata
INTER - CLUJ 2 - 0
20' PALACIO - 87' PALACIO

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Silvestre, Pereira; Gargano, Cambiasso, Kovacic (43' st Jonathan); Guarin; Milito (10' Palacio), Cassano (29' st Alvarez).
A disp.: Belec, Juan Jesus, Zanetti, Benassi.
All.: Stramaccioni
CLUJ (3-5-2): Felgueiras; Cadu, Piccolo, Rada; Ivo Pinto, Muresan, Godemeche (39' Maftei), Sepsi, Camora; Rui Pedro (39' st Bjelanovic), Maah (34' st Hora).
A disp.: Stancioiu, Celestino, Valente, Paun-Alexandru.
All.: Paulo Sergio
Arbitro: Koukoulakis (Grecia)

Due gol di Palacio regalano la vittoria all’Inter nell’andata dei sedicesimi di Europa League contro il Cluj. Nerazzurri che però fanno festa a metà perché Milito esce dopo 6 minuti per un infortunio al ginocchio.
Stramaccioni a sorpresa lascia fuori capitan Zanetti e lancia il baby Kovacic dall’inizio. In difesa spazio a Silvestre in mezzo accanto a Ranocchia mentre Nagatomo e Pereira sono gli esterni. A centrocampo Kovacic Gargano e Cambiasso mentre Guarin agisce dietro le due punte Cassano e Milito.
Dopo sei minuti la serata nerazzurra prende una brutta piega con Milito che poggia male il piede e il ginocchio fa una torsione innaturale. Il Principe nerazzurro è costretto ad uscire in barella sostituito da Palacio mentre il popolo nerazzurro è già col fiato sospeso.

L’Inter comunque non si demoralizza affatto. Prima sfiora il gol con Cambiasso, poi impegna il portiere avversario con un tiro da fuori di Kovacic e poi, al minuto 20 trova il gol del vantaggio grazie ad Guarin che conquista palla a centrocampo e, dopo una bella corsa, serve Palacio che gonfia la rete con uno scavetto di destro firmando l’1-0 nerazzurro.

Il Cluj ha due occasioni per pareggiare ma subito dopo l’Inter prende in mano la partita creando due-tre occasioni per raddoppiare ma pecca di leziosità quando si trova nell’area di rigore avversaria. Prima dell’intervallo da registrare un’azione personale di Kovacic e una bella parata di Handanovic su una punizione di Rada.
Il secondo tempo è abbastanza noioso. L’Inter mette in ghiaccio la partita mantenendo il possesso palla. Nel finale i ragazzi di Stramaccioni trovano il raddoppio. Assist di Kovacic per Palacio. L’argentino, dopo una corsa per rincorrere la palla, segna un gol magistrale con un pallonetto d’esterno destro. 2-0 e applausi per la prodezza di Palacio e il bel passaggio di Kovacic.
L’Inter porta a casa il risultato e il doppio vantaggio le permetterà di affrontare con una certa tranquillità il ritorno in Romania fra una settimana. Molto positiva la gara del giovane Kovacic. Il ragazzo ha talento e se Stramaccioni saprà gestirlo al meglio potrà diventare l’arma in più della formazione nerazzurra. Bene anche il “man of the match” Palacio che, in assenza di Milito, si sta caricando sulle spalle tutto il peso dell’attacco nerazzurro. Attacco che può contare anche su un Cassano molto ispirato.
Sarebbe stata una bella serata se non fossero arrivate notizie tutt’altro che positive dall’infortunio di Milito. Inizialmente si era parlato di un trauma distorsivo ma il verdetto della risonanza magnetica effettuata in ospedale è impietoso: rottura del legamento collaterale, del legamento crociato anteriore e della capsula del ginocchio sinistro. Per lui la stagione è finita e il popolo nerazzurro, rincuorato quattro giorni fa dal suo rientro, deve ora fare i conti con la sua assenza. Una notizia pessima che potrebbe aprire lunghi discorsi sul fatto che la buona sorte non ci sorride, sui troppi infortuni che stanno condizionando la nostra stagione, sulla mancanza del tanto invocato vice-Milito e via discorrendo.
Ma per stasera godiamoci questa vittoria rimandando a domani tutti i discorsi. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Posso dare libero sfogo alla mia rabbia imprecando contro la sfortuna, gli infortuni e la dirigenza?
Questo infortunio non ci voleva proprio. non in un momento così delicato.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Brutta tegola, purtroppo infortuni del genere possono capitare, il problema è che il Rocchi visto finora sembra lontano parente del bel attaccante ammirato contro la Lazio, in virtù anche di ciò forse cedere il giovane Livaja non è stata una mossa brillantissima...ciao!

Brother ha detto...

Speriamo che al volo riusciamo a prendere un sostituto. Anche Baros o Van Nistelrooy vanno benissimo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails