GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 20 gennaio 2013

INTER, PUNTO PREZIOSO (nonostante il rigore regalato alla Roma...)

Serie A 2012-2013 – 21^ Giornata
ROMA - INTER 1 - 1
21’ Totti (rig.) - 46’pt PALACIO

Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Bradley, De Rossi (dal 1' st Tachtsidis), Florenzi (dal 23' st Perrotta); Lamela, Osvaldo, Totti (dal 36' st Destro).
A disposizione: Stekelenburg, Lobont, Dodò, Taddei, Burdisso, Pjanic, Perrotta, Marquinho.
All. Zeman.
Inter (3-4-2-1): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Nagatomo (Obi dal 12' st), Zanetti, Gargano (dal 39' st Mudingayi), Pereira; Guarin, Palacio; Livaja (dal 29' st Rocchi).
A disposizione: Belec, Di Gennaro, Silvestre, Jonathan, Bessa, Mariga, Benassi, Cambiasso, Duncan.
All. Stramaccioni.
ARBITRO: Orsato. Assistenti: Di Liberatore-Manganelli. Quarto uomo: Iannello. Addetti: Damato e Romeo.

L’Inter esce dall’Olimpico con un punto. Un pareggio giusto con un’Inter in balia dell’avversario per buona parte del primo tempo e che poi è cresciuta alla distanza.
Stramaccioni inserisce Livaja al fianco di Palacio con Guarin a fare da trequartista. A centrocampo Nagatomo e Pereira sono gli esterni con Zanetti e Gargano in mezzo, mentre in difesa Chivu, Ranocchia e Juan Jesus formano il trio difensivo.
La partenza è tutta di marca giallorossa con gli uomini di Zeman che sfiorano il gol in almeno 3-4 occasioni. La supremazia giallorossa si concretizza al minuto 20. Zanetti perde palla sulla trequarti, Florenzi lancia Bradley che viene atterrato in area da Ranocchia. Orsato non esita a fischiare il calcio di rigore. In realtà non sembra calcio di rigore, Ranocchia in scivolata non colpisce Bradley che cade nel tentativo di saltare il difensore nerazzurro. Dal dischetto Totti mette dentro l’1-0. La Roma continua a dominare e va vicina anche al raddoppio con Lamela e Osvaldo. L’Inter si sveglia nei dieci minuti finali con un palo colpito da Livaja. 
Nel recupero del primo tempo l’Inter però raddrizza il risultato. Giocata strepitosa di Guarin che al termine di un’azione insistita arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone per Palacio che deve solo essere spinto in rete. E Don Rodrigo non fallisce. 1-1 all’intervallo.
La ripresa inizia ancora con la Roma a dominare. Al 50esimo Handanovic deve fare gli straordinari su Osvaldo (parata strepitosa) e Totti. L’Inter però inizia a crescere e a rendersi pericolosa dalle parti di Goichoecea. I nerazzurri giocano ad armi pari con gli avversari e la partita viaggia sul filo dell’equilibrio e con la sensazione che da un momento all’altro possa arrivare il gol da una delle due squadre. Quando mancano poco meno di un quarto d’ora al termine la Roma ha due ghiotte occasioni con Piris che però sparacchia fuori. C’è ancora tempo per un brivido con Lamela che chiama Handanovic ad una parata difficile.
Finisce 1-1. Risultato giusto per quello che si è visto in campo. L’Inter, come detto, ha giocato una bruttissima mezzora iniziale ma poi si è ripresa alla distanza. Dubbi sul rigore. I tanti replay non hanno ben chiarito se ci fosse oppure no. Personalmente non sembrava fallo da rigore. Probabilmente il fatto che Ranocchia intervenga in scivolata ha tratto in inganno l’arbitro. In ogni caso se dopo averlo visto e rivisto rimane il dubbio vuol dire che non è poi così clamoroso averlo concesso (fermo restando che a parti inverse difficilmente ci avrebbero concesso il penalty).
Strepitoso Guarin come sempre (il vero extraterrestre è lui, non Messi), anche se predica nel deserto del nostro centrocampo. Bene Palacio che ha fatto reparto da solo, positivi anche Livaja e Obi che nella ripresa ha sostituito egregiamente Nagatomo. Maluccio Gargano, inconsistente i 20 minuti di Rocchi (era arrivato come vice-Milito, ora è diventato vice-Livaja).
Alla fine torniamo a casa con un punto. Direi un buon punto. Se c’è una squadra che può recriminare per le occasioni sprecate quella è sicuramente la Roma. Anche se in tutta sincerità i nostri ragazzi non mi hanno convinto più di tanto. Si poteva e si doveva fare di più. Ma pazienza. Per stasera va bene così.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

7 commenti:

Anonimo Romanista ha detto...

Ma quale rigore regalato????
A parte che il rigore c'era (vabbé, io sono di parte, come te del resto) ma non puoi negare che la Roma ha giocato un'ottima partita e avrebbe meritato di vincere. Il risultato non è giusto, noi meritavamo i tre punti.

Anonimo ha detto...

X anonimo romanista
in base a che cosa affermi che il rigore c'era? con tutto il rispetto, è un rigore che non sta ne in cielo ne in terra... è Bradley a colpire Ranocchia e non viceversa, l'intervento del difensore interista non è neanche sull'uomo... allora a questo punto aboliamo del tutto gli interventi in scivolata e applichiamo il regolamento del calcio a 5...
Juan

il barte ha detto...

solo un interista può dire che il rigore di ieri non c'era e poi affermare che c'era quello di ronaldo del 1998!
è bradley a colpire ranocchia????
ma un po di obiettività no???
ma chi vi capisce a voi!
mai sentito parlare di danno procurato?
ma vi scrivete il regolamento di domenica in domenica voi interisti???

Arredamento per Ristoranti ha detto...

Peccato che De Santis abbia regalato un gol alla fiorentina...altrimenti il Napoli starebbe ancora più su :(

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Ho rivisto l'azione del rigore solo un paio di volte e in effetti è di difficile interpretazione: il contatto sembra assolutamente fortuito però parlare di danno procurato non è sbagliato...
Entius ti ho capito poco:prima scrivi che il risulato è giusto poi che la Roma può recriminare per le occasioni sprecate e che l'Inter non ti è piaciuta granchè...mah...
Comunque secondo me il vostro è un ottimo punto viste le condizioni di emergenza nelle quali eravate, non dimentichiamo che la Roma ne aveva fatte 4 alla Fiorentina e 4 al Milan...ciao!

Entius ha detto...

Sì, in effetti mi sono espresso male. Provo a chiarire:
Il risultato é giusto perché entrambe non hanno giocato una buona gara. L'Inter, soprattutto nella prima mezzora, ha subito il gioco degli avversari, mentre la Roma ha sprecato tanto (e quando crei tanto senza concretizzare non é un fattore positivo).
L'Inter quindi non mi é piaciuta più di tanto mentre la Roma deve lamentarsi con se stessa (forse recriminare non é il termine esatto).

Entius ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails