GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 16 dicembre 2012

IL PRESAGIO DI MOU E UNA SCONFITTA (immeritata) CHE BRUCIA

Brucia. La sconfitta di ieri sera brucia. Brucia perché l’Inter ha disputato una buona gara, brucia perché non meritavamo di perdere, brucia perché gli episodi ci hanno punito, ma soprattutto brucia perché ancora una volta l’arbitro ha pesantemente condizionato la gara.
Gli episodi incriminati li abbiamo già elencati ieri sera, rigore netto su Ranocchia e azione di contropiede fermata per un fallo che ha visto solo Mazzoleni.
Episodi che magari nel contesto di una partita potrebbero anche starci perché a velocità normale quello di Milito su Biava poteva sembrare fallo e perché il rigore su Ranocchia potrebbe non averlo visto (gli arbitri di porta servono solo per annullare gol validi segnati contro la Juventus).
Ma, casualmente, cinque delle ultime sette gare sono state caratterizzate da episodi a nostro sfavore e altrettanto casualmente la striscia negativa è iniziata in quel di Torino. Vuoi vedere che la vittoria allo Juventus Stadium abbia scatenato questa reazione?
Un tizio portoghese (sì, sempre lo stesso tizio di cui parlavo l’altra volta) qualche anno fa ci disse "State attenti vi faranno pagare tutto". Lui si riferiva ad altre situazioni e ad altri contesti ma a rileggerla oggi quella frase suona tristemente familiare.
E se pensiamo che con quei 4-6 punti persi a causa di errori arbitrali (lascio a voi giudicare se siano stati fatti in malafede o per inadeguatezza) la nostra classifica potrebbe avere tutt’altra fisionomia c’è un po’ di amarezza e di delusione.
Amarezza e delusione che non riguarda la prestazione dell’Inter. Se contro Atalanta e Parma avevamo perso giocando male, ieri sera abbiamo fatto una gara soddisfacente. Il primo tempo la Lazio ha avuto il pallino del gioco ma non mi pare di ricordare grossi pericoli o parate strepitose di Handanovic, mentre nel secondo tempo abbiamo giocato decisamente meglio noi, creando pericoli, colpendo due pali e chiamando Marchetti ad un paio di parate difficili. I biancocelesti davano la sensazione di essere ad un passo dal farci male ma non sono stati brillanti nei metri finali. Poi se hai in squadra uno come Klose che può fare male in qualsiasi momento…
Non voglio sminuire la vittoria della Lazio. Come già scrivevo ieri sera è meritata, ma se fosse finita diversamente non ci sarebbe stato nessun clamore.
Certo non siamo stati impeccabili. Quella difesa a 4 non l’ho digerita granché, il centrocampo è stato tutt’altro che incisivo e là davanti Milito era come il trucco dei maghi: c’era ma non si vedeva (chissà che finalmente non si convincano a comprare un altro attaccante).
Tra le note positive un Ranocchia che ormai ha raggiunto livelli eccelsi diventando quasi il nuovo Nesta (dite che è esagerato il paragone?) e Guarin che è stato l’unico a dare qualità e quantità alla manovra nerazzurra. Ma nel complesso la prestazione della squadra non è stata per niente deludente. E torniamo dall’Olimpico a mani vuote ma con tante sensazioni positive e soprattutto a testa alta perché ancora una volta abbiamo giocato ad armi pari con una diretta concorrente (e un arbitraggio discutibile).
Appunto finale su Sneijder. Inutile negarlo, uno come lui lì in mezzo ci manca (lo Sneijder dei tempi migliori sia chiaro). E non capisco perché visto che l’olandese è un giocatore nerazzurro non venga utilizzato finché non si riesce a (s)venderlo. Purtroppo, e l’ho già scritto altre volte, non ci possiamo prendere il lusso di tenerlo fuori squadra. Ma ormai quello che è fatto è fatto. Bisogna guardare avanti. Con la consapevolezza che siamo una buona squadra, che servono urgentemente rinforzi e che dovremo giocare tenendo conto che l’arbitro farà di tutto per farci perdere. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

yashal ha detto...

Amico interista! Avete giocato 10 minuti, il tempo di prendere due pali. La Lazio ha giocato un'ora buona. State parlando di scandalo e altro ancora. Errori arbitrali clamorosi? Capisco se ci fosse stato un gol fantasma o un pugno in area di rigore alla De Rossi. bah!

Entius ha detto...

Amica laziale, abbiamo due visioni differenti della stessa gara. E in particolare i due episodi arbitrali tu li inquadri nel contesto "errori che ci possono stare" per me invece sono "gli ennesimi errori arbitrali ai nostri danni". Il rigore era praticamente impossibile non vederlo...

BlackWhite ha detto...

Rosica intertrista, rosica. E nel frattempo saluti i CAMPIONI D'INVERNO !!!

pippo ha detto...

ma se anche fosse vero(e non fazioso)quello che hai scritto ti dimentichi gli errori a vostro favore e soprattutto che ieri "non abbiamo meritato di perdere ma neanche di vincere"(più o meno il concetto espresso da strama).
D'ora in poi invece dell'arbitro preoccupati di giocare bene più dei 15 minuti di ieri(quelli che ci sono voluti a pektovic per riassestare tatticamente la sua lazio dopo l'entrata di palacio).
lasciate perdere poi i riferimenti al GRANDE MANIPOLATORE(quel tizio portoghese )e pensate a costruire una squadra migliore con stramaccioni(se ne avrete la possibilità con moratti).perchè....non avete più telecom e ,diciamo così, marotta non è moggi e(forse)la guerra interna della famiglia agnelli sembra finita.quindi la farsa non si ripete.(questa frase che so essere provocatoria l'ho voluta scrivere apposta in risposta al tuo finale che trovo veramente patetico.)

marco99 ha detto...

personalmente credo che la lazio abbia meritato la vittoria, se poi vuoi pensar male, se proprio vuoi pensare che la Juve stia manovrando alle vostre spalle, almeno cosi traspare dal tuo post, posso solo dirti che stai sbagliando.
inoltre ti invito a guardare e giudicare con obbiettività un organico che è palesemente inferiore rispetto alle passate stagioni.
un saluto

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails