GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 3 novembre 2012

JUVENTUS-INTER, TRA PENSIERI STUPENDI E TIMORI ARBITRALI

Espugnare lo Juventus Stadium. Andare lì e vincere, non importa come, va benissimo anche un rigore inesistente in fuorigioco al 94esimo. Cari cuori nerazzurri, ditemi che non ci avete pensato anche voi. Ditemi che non vi ha minimamente sfiorato l’idea di porre fine all’imbattibilità bianconera, di riuscire a batterli.
Poi magari la realtà è un’altra. Perché loro sono più forti, perché noi siamo una squadra “work in progress”, perché quando affrontiamo la Juventus (soprattutto a Torino) è come se diventassimo un’altra squadra. Però quel pensiero ci ha sfiorato in queste ore e pazienza se magari non succederà.
Stramaccioni recupera Juan Jesus dopo la squalifica quindi è quasi scontato che dietro giocherà con la difesa a tre. I dubbi riguardano il centrocampo e l’attacco. Rinfoltire la mediana con cinque uomini o varare un’Inter a trazione anteriore schierando il tiro delle meraviglie? Sono certo che anche stavolta Stramaccioni saprà stupirci.
Di fronte non avremo una squadra qualunque, avremo la Juventus. E già questo dovrebbe essere sufficiente a dare il massimo e anche di più.
Le ultime due gare hanno mostrato una Juventus in affanno che ha portato a casa il bottino pieno grazie a decisioni arbitrali molto discutibili o un pizzico di fortuna. Ma al di là dello stato di forma attuale la Juventus quando affronta l’Inter ha la reazione opposta alla nostra. Noi ci sciogliamo come neve al sole, loro diventano dei leoni assetati di sangue. Ecco perché la sfida si preannuncia ardua e difficile per i nostri ragazzi.
Sono d’accordo con Stramaccioni che ha detto che non firmerebbe per un pareggio. Possiamo anche vincerla questa gara. Anche se preferisco andare per gradi. Innanzitutto, alla luce anche dell’atteggiamento di cui dicevo prima, vorrei vedere un’Inter che se la giochi alla pari con i bianconeri. Vorrei vedere un’Inter che giochi con lo stesso spirito guerriero con cui, l’anno del Triplete, ha battuto Chelsea, Barcellona e Bayern Monaco, vorrei vedere un’Inter che getti il cuore in campo dando il doppio delle proprie possibilità. E per contro vorrei vedere una Juventus che faccia fatica a tenere il nostro passo, che sudi sette camicie e che non abbia vita facile.
E per concludere, inevitabilmente, vorrei vedere un arbitro che faccia l’arbitro. Tagliavento è sicuramente tra i migliori fischietti italiani ma non ha una tradizione favorevole nei nostri confronti (e non voglio chiedermi se sia semplice casualità o antipatia per i colori nerazzurri). Ieri su Facebook girà un link simpatico “Chi temi di più della Juventus? L’arbitro”. Il mio timore è proprio questo, che l’arbitro condizioni la partita con decisioni dubbie. Perdere perché abbiamo giocato male o perché la Juventus si è dimostrata nettamente superiore brucerebbe un po’ ma bisogna accettare il verdetto del campo. Viceversa perdere perché Tagliavento sventola a casaccio cartellini rossi (ricordate Inter-Sampdoria del 2010? quello delle manette per intenderci) o non vede un pallone entrato un paio di metri (il famoso gol di Muntari) darebbe molto fastidio (oltre che avremmo la conferma che cambiano gli attori ma non la sceneggiatura).
Vabbè, non voglio nemmeno pensare all’ipotesi che una gara così importante e sentita venga “sporcata” da decisioni arbitrali. Mi auguro che sia una bella gara, che sia il trionfo delle emozioni e dei gol e che alla fine vinca il migliore. Se poi quel sogno di cui dicevo all’inizio diventasse realtà…. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha haha ha hah ......speriamo che gli arbitri.... haha ha ha ha ha ha, i soliti interisti ridicoli, parli proprio tu di arbitri quando è dall'inizio del campionato che avete ricevuto favori a go go (e magari hai già dimenticato quel rigore gigantesco non concesso a Marchisio l'anno scorso proprio contro di voi). Pararsi sempre il culo con gli arbitri come fate voi è da squadra piccola, piccola qul'è la tua, niente di nuovo sotto il sole. Sperate in qualche contropiede, il vostro gioco nel dna da quando esistite, tanto non diventerete mai una SQUADRA vera, che impone il gioco, che vuole fare la partita, no, voi no, voi aspettate....Come sempre prima di giocare siete gasati, siete i più forti, ma dopo la partita ve ne tornate sempre a casa con le pive nel sacco. Non so come andrà a finire la partita, io non dico "speriamo che" come fate sempre voi, squadra piccola piccola, dico solo "vinca il migliore"

Nerazzurro ha detto...

Blablabla... Anonimo, ne riparliamo stasera verso le 23... FORZA INTER !!!

pippo ha detto...

beh,scusate,mi sembra che se nelle ultime 6-7 partite ci sia stata una squadra in difficoltà con sempre 8 giocatori(e forse più)dietro la linea della palla che ha vinto partite grazie ad aiuti arbitrali e fortuna quella è l'inter.almeno non ribaltate la realtà.certo non è la juve dell'anno scorso(per una scelta tattica e di doppio impegno)ma anche nelle partite con il catania ed il bologna lo scout è a nostro favore in modo imbarazzante.certo poi tutti a parlare di catania-juve,come l'anno scorso del gol di muntari ma valgono sempre uno(nonostante il clamore dei media e poi qualcuno ha anche il coraggio di dire che li condizioniamo)contro tanti come con il milan l'anno scorso.

Nicola ha detto...

Mi sembra evidente che stiamo a parlare del nulla. La Juventus stasera vincerà, perché è più forte e più "squadra".
E se per caso le cose dovessero mettersi male per la Vecchia Signora ci penserà l'arbitro Tagliavento (scelta non casuale) a indirizzarla per il verso giusto.

Cheap FFXIV Gil ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails