GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 24 ottobre 2012

MALAGA CAPOLINEA ALLEGRI? (ma se Atene "Milan" piange, Sparta "Juve" non ride)

Champions League 2012-2013 – Gruppo C Terza Giornata
Malaga-Milan 1-0 65’ Joaquin
Sesta sconfitta in undici gare, prima sconfitta in Champions League dopo l’orrendo pareggio casalingo con l’Anderlecht e la fortunata vittoria a San Pietroburgo. L’odissea del Milan in questo inizio di stagione continua anche a Malaga dove i padroni di casa prima graziano i rossoneri con Joaquin che sbaglia un rigore (inesistente) e poi sempre con Joaquin infilano il gol partita. Terza vittoria consecutiva per gli spagnoli all’esordio nella competizione e saldamente in testa al girone.
E il Milan? Sempre più alla frutta. Un anno fa da queste parti riuscì ad uscire imbattuto dal Camp Nou pareggiando al 92esimo contro il Barcellona. Era un Milan più forte e concreto. Questo non fa paura a nessuno, somiglia terribilmente all’Inter dello scorso anno (ma almeno i nerazzurri avevano i campioni esperti su cui puntare per sperare di uscire dalla crisi).
Quasi certamente a pagare per tutti sarà Allegri ma con un organico così chiunque avrebbe difficoltà a venirne a capo. Acerbi non è Nesta, Constant non è Gattuso, Pazzini non è Ibrahimovic e Boateng è solo la controfigura sbiadita apprezzata nelle ultime stagioni rossoneri. Non ci vuole un genio per capire che questa rosa non è competitiva e che non può certo puntare in alto.
Non sempre è colpa dell’allenatore. Anche Schumacher avrebbe difficoltà a correre con una 500 scassata.
Parliamoci chiaro, da interista questa “500 scassata” mi piace moltissimo, ma da sportivo sono molto deluso dalle nostre rappresentanti in Champions League. Tanto il Milan quanto la Juventus (capace di pareggiare in Danimarca contro il semi-sconosciuto Nordsjaelland rischiando addirittura di perdere) stanno deludendo parecchio e, cosa più preoccupante, rischiano seriamente di uscire troppo presto dalla competizione Ci sono ancora tre partite per rimettersi in carreggiata e probabilmente alla fine centreranno la qualificazione. Ma è bene rendersi conto che di strada ne faremo ben poca se persino squadre come Malaga e Shakthar ci sono superiori. E hai voglia di dire che “anche l'Inter l'anno del triplete ha cominciato con tre pareggi” per giustificare i tre pareggi iniziali dei bianconeri…

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ciaskito ha detto...

Milan e Juve sono lo specchio fedele del calcio italiano in Europa. Non siamo più competitivi. E non capisco con quale coraggio parlano di vittoria finale.

Cheap FFXIV Gil ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails