GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 21 ottobre 2012

L'INTER C'E' E RESTA AGGANCIATA AL TRENO DI TESTA

SERIE A – 8^ Giornata
INTER - CATANIA 2 - 0
28' CASSANO - 86’ PALACIO

INTER (3-4-2-1): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Obi (17' st Gargano), Mudingayi (26' st Guarin), Cambiasso, Zanetti; Palacio, Cassano (24' st Ricky Alvarez); Milito.
A disposizione: Belec, Cincilla, Silvestre, Coutinho, Pereira, Mbaye, Duncan, Jonathan, Livaja.
All. Stramaccioni
CATANIA (4-3-3): Andujar; Pablo Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Lodi, Almiron (36'st Ricchiuti), Izco (20'st Castro); Gomez, Bergessio, Barrientos.
A disposizione: Frison, Potenza, Rolin, Morimoto, Biagianti, Salifu, Capuano, Messina, Doukara.
All. Maran.
ARBITRO: Russo di Nola.

Cassano-Palacio. L’Inter resta agganciata al treno di testa che va forte e ha già tracciato un solco col resto della classifica (+6 sulla Fiorentina aspettando Genoa-Roma).
Stramaccioni rischia da subito il tridente Milito-Palacio-Cassano con l’ex genoano che gioca quasi da trequartista. Confermata la difesa nel modulo e negli uomini mentre a centrocampo Obi vince il ballottaggio con Pereira e Mudingayi è preferito a Guarin e Gargano.
Per quasi mezzora il Catania (che dopo sei minuti ha un’occasionissima con Almiron) tiene testa all’Inter incapace di rendersi veramente pericolosa ma che tiene saldamente a bada il tridente siciliano Gomez-Bergessio-Barrientos.
Al minuto 28 l’Inter trova il vantaggio. Cambiasso pesca in area Cassano che di testa trafigge Andujar segnando il suo quinto gol in otto gare. L’Inter crea qualche altra occasione ma un paio di volte il guardalinee ferma Milito lanciato a rete sbandierando un fuorigioco che vede solo lui. Si va al riposo col vantaggio minimo.
Nella ripresa il Catania riesce a rendersi più pericoloso mentre l’Inter spreca un paio di buone occasioni. La sensazione è che il gol potrebbe arrivare da un momento all’altro da entrambe le parti. Ma bisogna aspettare il finale per vedere un altro gol. A cinque minuti dal termine Palacio stoppa di petto e al volo infila Andujar realizzando la sua prima rete nerazzurra in campionato.
Finisce 2-0. L’Inter porta a casa altri tre punti e, come detto all’inizio, resta agganciata al treno di testa dimostrando che potrà lottare fino alla fine per un posto in Champions League. Cassano è in forma eccezionale, mai aveva iniziato così forte a livello realizzativo ed è sempre più leader in questa squadra. Ma i migliori in campo sono sicuramente stati Cambiasso e Ranocchia. Il Cuchu proprio contro il Catania sette mesi fa aveva raggiunto il punto più basso della sua carriera nerazzurra con la sostituzione e le lacrime in panchina. Oggi invece è stato eccezionale e sembrava ringiovanito. Ranocchia ormai non è una novità. Una sicurezza difensiva che non sta facendo rimpiangere Lucio. Molto buona anche la prestazione dei giovani. Obi ha disputato una gara convincete ripagando al fiducia datagli da Stramaccioni mentre Alvarez in 20 minuti ha fatto vedere delle buone cose e creato un paio di occasioni. Peccato per Coutinho che là davanti soffre più di tutti l’abbondanza di uomini e alternative.
Un elogio va infine al reparto difensivo che per la prima volta in questa stagione riesce a non prendere gol a San Siro. E se consideriamo che di fronte avevamo un tridente di tutto rispetto dobbiamo rendere merito alla nostra retroguardia.
E’ troppo presto per poter dire dove possiamo arrivare. Per il momento ci godiamo altri tre punti incassati e la consapevolezza di una squadra che sta crescendo e migliorando di partita in partita nei risultati, nelle prestazioni e nel gioco. Poi, come si suol dire, se son rose fioriranno… FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Vincenzo ha detto...

E' stata una ottima partita, oltre che importantissima vittoria.

Che gol ha fatto Palacio!

Brother ha detto...

Abbiamo giocato un'ottima gara meritando ampiamente la vittoria. L'importante è che per il momento siamo lì, poi si vedrà.

Anonimo ha detto...

E il rigore su Gomez???????

Nerazzurro ha detto...

Il rigore non mi pare che ci sia. Tocca prima il pallone. E in ogni caso, anche se ci fosse, compenserebbe i due fuorigioco inesistenti fischiati a Milito lanciato a rete.
Non sbagliano solo a nostro favore ma anche a nostro sfavore.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails