GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 11 settembre 2012

SERIE B, FESTIVAL DI GOL ED EMOZIONI

LATO B – Appunti sulla Serie Cadetta
Forse non sarà il campionato più famoso del mondo, ma di sicuro è tra i più spettacolari. La Serie B 2012/13 regala emozioni anche senza Pescara, Torino e Sampdoria. Altro che campionato cadetto, un po' come in Premier o nella Liga non mancano il divertimento su tutti i campi e le grandi giocate. 
Nelle prime tre giornate nessuno 0-0, 30 gare giocate, 89 gol realizzati, quasi tre di media a partita, e campionato apertissimo.
Non ci sono più Juve, Napoli e Genoa come qualche anno fa, ma la Serie B è partita davvero alla grande. Tra i protagonisti di questo inizio c’è sicuramente il Sassuolo di Eusebio Di Francesco: gli emiliani sono primi in classifica a punteggio pieno, davanti a tutti anche nelle statistiche dei gol, addirittura otto fatti e soltanto uno subito. In trasferta due vittorie su due, e il bomber Leonardo Pavoletti primo nella classifica marcatori con 5 reti.

Molto bene anche Livorno, Varese e Bari: per via delle penalizzazioni però soltanto i toscani sono a punteggio pieno insieme al Sassuolo.

In fondo alla classifica il Grosseto, ancora a -4 nonostante i due pareggi iniziali. Molto male anche il Cesena appena retrocesso dalla Serie A: tre sconfitte di cui due davanti al proprio pubblico, 10 gol subiti ed esonero già arrivato per Nicola Campedelli, fratello del presidente Igor.
A 0 punti come i romagnoli anche Ascoli, Padova e Ternana. Per i rosso-verdi due sconfitte in trasferta come Brescia e Cittadella. Inespugnabili invece Bari, Crotone e Spezia, con i liguri trascinati da Sansovini, secondo nella classifica marcatori con 4 reti. Subito dietro il duo d’attacco del Novara: Gonzalez e Mehmeti sono già arrivati a quota 6 con 3 gol a testa. Molte le partite con tanti gol, su tutte Livorno-Padova finita 3-2 e Cesena-Novara 1-4.
Chissà che dopo questo avvio sprint non vengano eguagliati i record di gol fatti e subiti della stagione 1949/50, quando la Spal realizzò 95 reti e la Pro Sesto ne subì addirittura 119. Lo scopriremo solo vivendo. Intanto godiamoci le grandi giocate, come il coast to coast di Gabionetta del Crotone nell’ultima di campionato. Se il buon giorno si vede dal mattino ci sarà da divertirsi.

FONTE: Sportmediaset


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Pakos ha detto...

Grandi attaccanti o difese fuori forma? In un caso o nell'altro a vincere è stato lo spettacolo.
Questo inizio di stagione della serie cadetta è stato interessante.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails