GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 28 agosto 2012

UDINESE BEFFATA AI RIGORI (ma chi è causa del suo mal...)

CHAMPIONS LEAGUE 2012 -2013 – Ritorno playoff
UDINESE-BRAGA 5-6 dcr (and 1-1) 25' Armero – 71’ Ruben Micael
Rigori: Domizzi-Gol; Lima-Gol; Pinzi-Gol; Custodio-Gol; Maicosuel-Parato; Eder-Gol; Armero-Gol; Paulo Cesar-Gol; Di Natale-Gol; Micael-Gol.
Per il secondo anno consecutivo l’Udinese deve salutare la Champions League già nei preliminari. Ma se lo scorso anno l’eliminazione arrivò per mano di un avversario difficile come l’Arsenal, quest’anno a buttare fuori dall’Europa che conta i friulani sono i portoghesi dello Sporting Braga, un avversario decisamente alla portata degli uomini di Guidolin.
E infatti sia all’andata che al ritorno i bianconeri sono andati in vantaggio salvo poi farsi recuperare.
Dopo l’1-1 dell’andata in terra lusitana, infatti, l’Udinese ha ottenuto lo stesso risultato questa sera in casa. Decisivi sono stati dunque i rigori. E in particolare il rigore tirato da Maicosuel, il quale ha voluto emulare Totti e Pirlo provando superare il portiere con famoso cucchiaio. Ma il risultato non è stato soddisfacente e l’estremo difensore avversario ha intuito il tiro e parato agevolmente.

Agli uomini di Guidolin non rimane che accontentarsi dell’Europa League, così come avvenne lo scorso anno.
"Basta preliminari, passiamo al sodo", avevano chiesto i tifosi dell'Udinese, accorsi in massa questa sera allo stadio convinti di poter festeggiare l’approdo al tabellone principale della manifestazione. Ma la loro richiesta, purtroppo, è rimasta inascoltata. Una eliminazione che di certo non fa bene al calcio italiano e di conseguenza nemmeno al ranking Uefa.
Si continua ad elogiare la squadra friulana per la bravura nel scoprire talenti sparsi nel mondo, valorizzarli e venderli a peso d’oro. Ma questa politica non giova certo al club friuliano perché se ogni anno vende i pezzi migliori non riuscirà mai ad essere competitiva a livello europeo.
E allora mi chiedo (e soprattutto chiedo ai dirigenti friulani): che senso ha conquistare un posto in Champions League se poi si affronta la competizione senza la necessaria concentrazione ed impegno? Stiamo sempre a lamentarci delle italiane che prendono sotto gamba l’impegno dell’Europa League ma l’Udinese negli ultimi due anni non ha forse fatto lo stesso con la Champions League?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Ciaskito ha detto...

Il tanto acclamato "modello Udinese" é anche questo; figure di merda in Europa.

Max ha detto...

... è che ci ispiriamo a una tua fotografia...

Stefano ha detto...

Che co...ne Maicosuel. Ma come fai a tirare un rigore decisivo facendo il cucchiaio? Secondo me negli spogliatoi i compagni gliele hanno date di santa ragione. ;-)

Entius ha detto...

X Max. Non ho capito a chi ti riferisci...

X Stefano. Lo penso anche io...

marco novelli ha detto...

Ma secondo me è colpa sia di maicosuel che di guidolin che lo ha messo ha battere i rigori


http://blogcalciobianconero.blogspot.it/

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails