GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 15 giugno 2012

PRIMA IL DILUVIO, POI LA FRANCIA

 GIRONE D
UCRAINA-FRANCIA 0-2
53' Menez - 56' Cabaye

Ucraina (4-4-2): Pyatov; Gusev, Khacheridi, Mykhalyk, Selin; Yarmolenko (26' st Aliyev), Nazarenko (15' st Milevskiy), Tymoshchuk, Konoplyanka; Shevchenko, Voronin (1' st Devic).
A disp.: Koval, Butko, Rakitskiy, Goryainov, Shevchuk, Garmash, Voronin, Rotan, Seleznyov.
All.: Blokhin.
Francia (4-3-3): Lloris; Debuchy, Rami, Mexes, Clichy; Cabaye (26' st M'Vila), A.Diarra, Nasri; Menez (28' st Martin), Benzema (31' st Giroud), Ribery.
A disp.: Mandanda, Evra, Koscielny, Reveillere, Matuidi, Valbuena, Ben Arfa, Malouda, Carrasso.
All.: Blanc.
Arbitro: Kujpers (Olanda)

Dopo l’esordio sottotono contro l’Inghilterra, la Francia batte un colpo e mette ko i padroni di casa dell’Ucraina candidandosi ad un ruolo da protagonista in questo Europeo.
Pronti, via e la partita viene sospesa. Dopo 5 minuti un pesante nubifragio si abbatte su Donetsk. Tuoni, fulmini, vento e pioggia incessante costringono il direttore di gara a sospendere la partita, non solo per l'abbondantissima acqua che sta cadendo sul terreno di gioco ma anche per ragioni di sicurezza, visti gli straordinari fulmini che si stavano abbattendo sul campo.
Una situazione che ha rischiato di compromettere la programmazione della gare dell'Europeo, che hanno un calendario già molto fitto e trovare un'altra data per disputare la partita sarebbe stato alquanto problematico. Gli addetti al campo hanno lavorato alacremente durante l'ora di sospensione per far sì che il terreno di gioco drenasse adeguatamente l'abbondante pioggia caduta.
Dopo un’ora di stop si riparte. E’ la Francia a fare la partita mentre l’Ucraina appare meno pimpante rispetto la sfida con la Svezia.
Dopo un primo tempo in cui Menez sbaglia un paio di occasioni, nella ripresa si sblocca il risultato. All'8' Ribery per Benzema, taglio per Menez che rientra sul sinistro e batte Pyatov sul primo palo. Tre minuti dopo arriva il raddoppio: altro gran lavoro di Benzema, che stavolta vede l'inserimento di Cabaye: sinistro incrociato e due a zero. A quel punto il match per la Francia è tutto in discesa. Sempre Cabaye colpisce un palo al minuto 65 con una stoccata al volo. I tentativi dell'Ucraina, a folate, sembrano quasi disperati e mai davvero pericolosi. Finisce 2-0.
L’Ucraina è apparsa sottotono e in grande difficoltà rispetto alla gara d’esordio. Stavolta Shevchenko non riesce a prendersi sulle spalle la squadra. Dall’altro lato una Francia convincente, ben messa in campo e che sinceramente ci è piaciuta. E martedì contro la Svezia potrebbe strappare un biglietto per gli ottavi.


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Pakos ha detto...

Le differenze tecniche fra le due formazioni sono abbastanza evidenti. E come spesso capita sono i campioni a fare la differenza.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails