GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 11 giugno 2012

IBRA SI INCHINA AL RITORNO DELLO ZAR SHEVA

GIRONE D
UCRAINA-SVEZIA 2-1
52' Ibrahimovic - 55' Shevchenko - 62' Shevchenko

Ucraina (4-2-3-1): Pyatov; Gusev, Khacheridi, Mikhalik, Selin; Tymoshchuk, Nazarenko; Yarmolenko, Voronin (40' st Rotan), Konoplyanka (47' st Devic); Shevchenko (37' st Milevskiy). A disp.: Goryainov (port.), Koval (port.), Kucher, Rakitskiy, Shevchuk, Aliyev, Garmash, Butko, Seleznyov. All.: Blokhin
Svezia (4-2-3-1): Isaksson; Lustig, Granqvist, Mellberg, M.Olsson; Elm, Kallstrom; Larsson (23' st Wilhelmsson), Ibrahimovic, Toivonen (17' st Svensson); Rosenberg (26' st Elmander). A disp.: Hansson (port.), Wiland (port.), Antonsson, J.Olsson, Safari, Holmen, Wernbloom, Bajrami, Hysen. All.: Hamren
Arbitro: Cakir

A volte ritornano. E lui, Andriy Shevchenko, questo momento lo sognava da tanto, troppo tempo per poter farlo sfuggire. Il primo Europeo della sua nazionale, in casa, a Kiev. Cosa chiedere di più?
Ha convinto Blokhin a dargli fiducia e a schierarlo dal primo minuto. E quando al minuto 52 Ibrahimovic, uno dei suoi eredi in maglia rossonera, ha portato in vantaggio la Svezia,ha capito che era venuto il momento di dimostrare al mondo che non era finito e che lo Zar era tornato di nuovo.
Nel giro di 10 minuti ha confezionato due gol straordinari di testa. Al 55esimo il cross di Yarmolenko è bello, ma Andriy letteralmente vola in tuffo sopra Mellberg per spedirlo in porta per l'1-1. E sette minuti dopo sul corner di Selin fa un giro intorno ad Ibra sul primo palo, e lo anticipa sul cross. Colpo di testa sul primo palo. Due a uno.
E’ l’apoteosi per l’Ucraina. E’ l’apoteosi per Schevchenko. Una doppietta in un Europeo è sempre una cosa emozionante. Se poi si tratta del tuo primo Europeo e la tua carta d’identità conta già 36 primavere e allora quello che hai fatto assume i contorni della favola.

Aldilà dello Sheva-show si è vista una buona Ucraina ben messa in campo e che, se i valori sono quelli visti oggi, potrà dare del filo da torcere a Francia e Inghilterra. I padroni di casa possono puntare su un giusto mix di giocatori d’esperienza e giovani di buone prospettive. E la vittoria ottenuta stasera potrebbe essere uno stimolo non da poco.
La Svezia invece rimane sempre la solita Svezia. Va a tratti, non ha gioco e si affida un po’ troppo all’estro di Ibrahimovic, uno che nei grandi appuntamenti si smarrisce un po’ (anche se oggi ha timbrato il cartellino con il gol del vantaggio svedese).
E a questo punto sarà interessante vedere cosa succederà venerdì quando la Francia affronterà l’Ucraina e l’Inghilterra se la vedrà con la Svezia. Sono in arrivo altre sorprese?


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
yashal ha detto...

Una delle partite più divertenti viste in questo Europeo. Non nascondo che i gol di Sheva hanno fatto sorridere anche me. Un saluto laziale

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails