GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 25 febbraio 2012

LORO A GIOCARSI LO SCUDETTO. E NOI...

Novanta minuti che valgono una fetta di scudetto. Milan-Juventus non è sfida decisiva per lo scudetto ma di sicuro ci dirà chi ha le carte in regola per cucirsi addosso il triangolino verde-bianco-rosso.
L’incertezza di questo campionato ha già dimostrato che nulla è impossibile. In linea teorica potrebbe inserirsi anche una terza squadra nella lotta tricolore ma dietro rossoneri e bianconeri non vedo squadre che possano impensierirle. Lazio, Udinese, Napoli, Roma e Inter possono al massimo puntare al terzo posto.
Allegri dovrà fare a meno di Ibrahimovic (e mancheranno anche Boateng, Seedorf e Maxi Lopez) ma l’assenza dello svedese è probabilmente un bene più per i rossoneri che per gli avversari. Ibra nelle sfide che contano si eclissa e diventa spettatore non pagante.
Dall’altro lato tutti disponibili con il grande ex Pirlo in mezzo al campo e Matri, Vucinic, Quagliarella e Borriello a giocarsi le due maglie per l’attacco con i primi due favoriti.
Riuscirà il Milan a interrompere l’imbattibilità dei juventini e dare un chiaro segnale di forza ai rivali? Riuscirà la Juventus a dimostrare di essere completamente rinata e ripetere la prestazione vittoriosa dell’andata?
E in questo contesto come si inserisce il tifoso nerazzurro?. Perché tanto i rossoneri quanto i bianconeri sono ugualmente sportivamente odiati dal popolo interista. A secondo dell’area geografica (a Milano per esempio credo che la vittoria juventina rappresenti il minore dei due mali) si può preferire che vinca l’una o l’altra ma potendo scegliere all’unanimità sceglieremmo che perdano tutte e due (peccato che sia impossibile…).
Le sfide del post-Calciopoli erano diventate molto interessanti. Partite tra squadre che avevano come obiettivo la qualificazione Champions, un posto in Europa League o al limite il Trofeo Berlusconi. E noi potevamo guardarle con occhi indifferente, dall’alto della testa della classifica. Purtroppo tutte le cose belle finiscono troppo presto e già dallo scorso anno le sfide tra cuginastri e gobbi erano diventate importanti in chiave scudetto.
E stasera si giocheranno un pezzo di scudetto mentre noi, ahimè, resteremo a guardare. Sperando che l’anno prossimo siano loro quelli che resteranno a guardare…

PS: Vi ricordo che c’è tempo fino alle 20.30 per fare il vostro pronostico su Milan-Juventus e vincere la t-shirt del blog.



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

BlachWhite ha detto...

Guardate e rosicate, intertristi. Per i prossimi 45 anni non vincerete più nulla. FORZA JUVE!!!

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Le cose belle finiscono troppo presto?
Entius 4 scudetti di fila ( parl odi quelli sul campo ) non ti sono bastati?...ciao!

Entius ha detto...

Non si è mai sazi di vincere e di vedere le tue avversarie soccombere nelle retrovie.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails