GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 21 dicembre 2011

DOPPIO POKER INTER. PECCATO CHE CI SIA LA PAUSA...


Serie A 2011-2012 – 1^ Giornata (Recupero)

INTER - LECCE 4 - 1
19' Muriel - 34' PAZZINI - 49' MILITO - 73' CAMBIASSO - 81' ALVAREZ


INTER (4-4-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Faraoni (1' st Milito), Zanetti, Thiago Motta, Alvarez; Pazzini (26' st Obi), Forlan (1' st Cambiasso).
A disposizione: Castellazzi, Cordoba, Coutinho, Castaignos.
All.: Ranieri.
LECCE (3-5-2): Gabrieli; Oddo, Tomovic, Ferrario; Cuadrado, Giacomazzi, Obodo (30' st Pasquato), Olivera (1' st Piatti), Brivio; Muriel (9' st Corvia), Di Michele.
A disposizione: Turbacci, Diamoutene, Grossmuller, Bergougnoux.
All.: Cosmi.
Arbitro: Guida (Torre Annunziata).

L’Inter chiude l’anno solare con l’ennesima vittoria, la quarta consecutiva, la sesta nelle ultime sette gare.
Contro l’ultima in classifica Ranieri sceglie Alvarez e Faraoni esterni di centrocampo e Forlan che affianca Milito in avanti.
L’Inter parte bene ma la 20esimo viene beffata da un contropiede pugliese che coglie di sorpresa la scoperta difesa nerazzurra e il Lecce va in vantaggio con Muriel.
L’Inter, incassato il colpo, si getta a capofitto con l’intento di pareggiare subito i conti. Forlan colpisce un palo, Pazzini coglie la traversa, Samuel spedisce sul palo. La porta dei salentini sembra stregata e quando Forlan colpisce l’ennesima traversa (quattro pali in dieci minuti, un record!!!) iniziano a comparire nuvoloni scuri di tristi presagi. Ma subito dopo Maicon pennella in area dove Pazzini, da rapace d’area anticipa il portiere leccese e infila il meritato pareggio.
Ristabilita la parità, l’Inter cerca subito il gol del vantaggio. Ma il primo tempo finisce sull'1-1 con un’Inter bella e convincente che probabilmente avrebbe meritato di più.
Ad inizio ripresa Ranieri stravolge la squadra togliendo un positivo Forlan e Faraoni per Milito e Cambiasso.
L’Inter comincia attaccando come aveva finito e dopo tre minuti trova il vantaggio. Alvarez, spostato a fare il trequartista, recupera palla e lancia Milito che a tu per tu col portiere finalmente la butta dentro.
L’Inter continua ad attaccare ma si scopre agli attacchi leccesi che sfiorano il pareggio in almeno 2-3 occasioni. Ranieri si copre inserendo Obi per Pazzini ma sale in cattedra Nagatomo. Prima fa un’azione strepitosa sulla sinistra e da un pallone perfetto a Cambiasso che spedisce in rete il 3-1 e poi, sempre sulla sinistra perde palla, la recupera e crossa sul secondo palo, dove Alvarez, semi infortunato, colpisce al volo e realizza il poker.
Finisce 4-1. Vittoria meritata che avrebbe potuto assumere i contorni di una goleada senza i quattro legni colpiti. Rispetto alle ultime uscite abbiamo preso qualche rischio di troppo in difesa ma in fase offensiva abbiamo creato molto. Migliori in campo Nagatomo e Alvarez. L’argentino finché ha giocato sulla sinistra è stato irritante come spesso succede ma una volta spostato in mezzo nel suo ruolo naturale ha cambiato volto alla partita.
Positivo Forlan che, per le caratteristiche che ha, sarebbe la spalla ideale di Pazzini. Molto positivo Maicon che sulla fascia ha fatto il bello e il brutto tempo. Qualche errore di troppo in fase difensiva mentre Pazzini e Milito, gol a parte, non mi hanno convinto più di tanto.
Portiamo a casa un’altra vittoria. Ed è questo quello che conta. Ora la pausa natalizia per ricaricare le batterie. Anche se vista l’Inter delle ultime settimane verrebbe voglia di spostare il Natale di un mesetto. Che dite, si può? Galliani ci sarebbe riuscito sicuramente, Moratti non ci proverà nemmeno. Buon Natale Inter!!!

VOTA QUESTO POST SU



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Nicola ha detto...

non sono assolutamente daccordo sulla valutazione di Milito. Ha fatto una buona partita e gol a parte ha giocato molto per la squadra.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails