GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 22 novembre 2011

MINIMO SFORZO, MASSIMO RISULTATO: QUALIFICATI E PRIMI

Champions League 2011-2012 – Girone B Quinta Giornata

TRABZONSPOR - INTER 1 - 1
18’ ALVAREZ – 23’ Altintop

TRABZONSPOR (4-4-2): Tolga; Celustka, Giray, Glowacki, Cech; Serkan (64' Mierzejewski), Colman, Zokora, Alanzinho (86' Paulo Henrique); H.Altintop, Burak Yilmaz.
A disposizione: Onur, Baris Atas, Pavel Brozek, Aykut Akgun, Mustafa.
All.: Senol Gunes.
INTER (4-1-4-1): Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, Stankovic, Cambiasso; Alvarez (89' Faraoni), Zarate (69' Coutinho), Milito (86' Pazzini).
A disposizione: Castellazzi, Ranocchia, Obi, T. Motta.
All.: Ranieri
Arbitro: Atkinson (Ing)

Se volete dei chiarimenti sul concetto del massimo risultato col minimo sforzo, basta rivedere Trabzonspor-Inter di questa sera. Giocando una partita abbastanza pessima i nerazzurri conquistano qualificazione agli ottavi e primo posto nel girone.
Poco prima del fischio d’inizio arriva la notizia della vittoria del Lille a Mosca che di fatto consegna all’Inter la qualificazione. Ranieri schiera una sorta di 4-1-4-1 con Cambiasso davanti alla difesa, Alvarez e Zarate esterni di centrocampo e Milito unica punta. La partita la fanno i turchi ma ad andare in vantaggio è l’Inter. Alvarez salta l’uomo, si accentra da destra, scambia con Milito, conclusione di piattone mancino e gol facile. Inter in vantaggio. Ma i padroni di casa non ci stanno e prima sfiorano il pareggio (palla fuori a fil di palo) e poi trovano il gol con un tiro di Altintop deviato dalla schiena di Samuel che diventa imparabile per Julio Cesar.
Il primo tempo non regala più grandi emozioni e all’intervallo si va sul risultato di parità. Nella ripresa il Trabzonspor cerca di portare a casa il risultato ma nel primo quarto d’ora è l’Inter a rendersi pericolosa prima con Zarate e poi con Stankovic (l’unica cosa positiva del serbo questa sera). Al minuto 75 sospiro di sollievo per i nerazzurri. Cross di Celustka, colpo di testa di Mierzejweski e palla che si stampa sul palo.
Finisce 1-1. L’Inter porta a casa un punto prezioso che le permette di essere già matematicamente qualificata come prima nel girone (la classifica è: Inter 10, Trabzonspor 6, Cska Mosca 5 Lille 5).
Non mi sembra il caso di soffermarci sulla prestazione dei nerazzurri che hanno disputato una partita sotto tono con ritmi quasi da amichevole o da partita di fine stagione. Tra l’altro con un avversario che era tutt’altro che ostico.
Ma non possiamo certo lamentarci. Bastava un pari e pari è stato. Meglio sprecare energie per sfide più importanti (c’è sempre una classifica di Serie A da scalare) in un periodo in cui le partite si susseguono a ritmo elevato. Sono rimasto molto soddisfatto dalla partita di Alvarez che ha confermato le cose positive viste sabato. Una bella risposta a chi (interisti e non) lo aveva già bollato come bidone. Bene a sprazzi Zarate e positivo anche Samuel. E’ ancora in crisi d’identità Milito che non riesce più a trovare quella vena realizzativa di due stagioni fa.
Dopo la falsa partenza contro i turchi l’Inter ha saputo raddrizzare la situazione in Europa fino a conquistare abbastanza agevolmente la qualificazione agli ottavi. Ora dovrebbe fare la stessa cosa in Italia. I mezzi ci sono e possiamo sicuramente risalire. Sperando che non giochi mai come stasera.


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

yashal ha detto...

Cosa chiedere di più? avanti tutta

saluti laziali

Nerazzurro ha detto...

Cosa chiedere di più? Per esempio vincere una partita che era alla nostra portata.

Winnie ha detto...

Accontentiamoci di questo pari e di un Alvarez in crescita costante.
Ora puntiamo al campionato. Fino a febbraio possiamo risalire la classifica senza pensare ad altro.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

E' bastata un'Inter "normale" per qualificarsi con un turno d'anticipo in un girone oggettivamente alquanto abbordabile: ora testa bassa e pedalare, la Champions tornerà tra 3 mesi quindi potrete concentrare gli sforzi sul campionato per tentare la scalata al vertice...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails