GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 27 ottobre 2011

SARA' UNA STAGIONE COMPLICATA. CE NE FAREMO UNA RAGIONE?

E alla fine non ci rimane che dire “bè, meglio di niente”. Sì, meglio di niente. perché in questo campionato non era ancora successo di rimanere imbattuti per due turni consecutivi e nelle ultime due gare abbiamo conquistato punti quanto nelle precedenti sei.
Per una volta guardiamo il bicchiere mezzo pieno. E fermiamoci qua. Stiamo migliorando. Di questo passo potremo conquistare una tranquilla salvezza. Smettiamola di sognare rimonte o sperare di giocarci il titolo. Al limite possiamo conquistare un posto in Europa League, non di più.
Prima ci renderemo conto che la nostra realtà attuale è questa e prima riusciremo a vivere meglio le partite. Per dire, in ottica salvezza un pareggio a Bergamo ci va benissimo.
Purtroppo, e non è una novità, questa rosa è alla frutta (un mio amico direbbe, ha già pagato e si è alzata per andare via). Riusciamo a segnare un golletto ma poi caliamo, andiamo in panico e qualche volta prendiamo il gol (o peggio ancora i gol).
Certo finora gli arbitri ci stanno mettendo molto del loro (cinque rigori nelle ultime sei gare sono un po’ troppi o sbaglio?) ma come possiamo recriminare se Milito da due passi spara alto? Come possiamo lamentarci se Chivu si perde Denis e se Ranieri fa scelte discutibili?
Credo che la nostra situazione attuale è la somma di tanti fattori: la staticità di un centrocampo da museo delle cere, la difesa non impeccabile, gli arbitraggi discutibili, l’incapacità di chiudere la partita o comunque di segnare qualche golletto in più, un’età media dei titolari molto elevata, delle seconde linee inadeguate (anche se prima di giudicarle gli andrebbe data fiducia e farle giocare 3-4 partite di fila). Ho scordato sicuramente qualcosa.
In questa situazione non possiamo fare altro che prendere le cose come vengono. Se arriverà la tanto sperata rimonta noi siamo qua. Se sarà un campionato difficile, da metà classifica, nessuno potrà negare che in fondo c’era da aspettarselo e prima o poi (spero) ce ne faremo una ragione e
ne prenderemo atto.
Tanto comunque la stagione ha preso già il suo andazzo. Prestazioni altalenanti, imprecisione sottoporta, secondi tempi da patemi d’animo, arbitraggi da censura in perfetto stile Calciopoli. Cosa possiamo aspettarci? Considerando anche l’illuminata dirigenza che ci troviamo e che non è stata capace di fare una campagna acquisti decente e che, peggio ancora, non è mai riuscita ad avere un peso mediatico.
Per esempio, dopo l’ennesima decisione discutibile ai nostri danni e alla luce del fatto che fra meno di 48 ore si giocherà Inter-Juventus non era il caso oggi di farsi sentire in modo deciso sulla questione arbitrale. Poi non lamentiamoci se sabato sera ci toccherà il Rocchi di turno che farà una strage. In fondo ce la siamo anche cercata. E voluta.
Ma l’andazzo quest’anno è questo, che ci piaccia o no (non ci piace, lo so, come potrebbe piacerci?) . E non ci rimane che farcene una ragione prima o poi. Perché prima o poi ce ne faremo una ragione. Vero?


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Nerazzurro ha detto...

"Inutile essere preoccupati perchè tanto ormai è successo. L'arbitro di ieri è un bravissimo direttore di gara e quella di ieri è stata una casualità. Certo è che una casualità per cinque volte di seguito dà fastidio".
Moratti si espresso così sugli ultimi arbitraggi.

Se speriamo nella guerra della nostra dirigenza stiamo freschi. Più probabile che io trombi con Megan Fox.

Winnie ha detto...

Un bravissimo direttore di gara???
Quella di ieri è stata una casualità???
Ma il top è "una casualità per cinque volte di seguito dà fastidio".
Ma va a cagare...

LeNny ha detto...

No, la ragione non me la faccio... M'incazzo di brutto!

Ciao Entius. :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails