GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 29 ottobre 2011

INTER BATTUTA, ORA E' FINITA DAVVERO

Serie A 2011-2012 – 10^ Giornata


INTER - JUVENTUS 1 - 2
12’ Vucinic – 28’ MAICON – 33’ Marchisio



INTER (4-3-1-2): Castellazzi; Maicon, Lucio, Chivu, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Obi (dal 19’ s.t. Stankovic); Sneijder (dal 33’ s.t. Alvarez); Pazzini, Zarate (dal 1’ s.t. Castaignos).
A Disposizione: Orlandoni, Cordoba, Jonathan, Milito.
All. Ranieri.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Marchisio, Pirlo; Pepe, Vidal (dal 44’ s.t. Pazienza), Vucinic (dl 39’ s.t. Del Piero); Matri (dal 25’ s.t. Estigarribia.
A Disposizione: Storari, De Ceglie, Elia, Quagliarella.
All. Conte.
ARBITRO: Rizzoli (Bologna).

Tutto come annunciato, tutto come previsto. La Juventus s’impone a San Siro e senza nemmeno sforzarsi più di tanto. L’Inter gioca una buona partita ma è punita dalle solite disattenzioni difensive.
Ranieri lancia Obi dal primo minuto con Stankovic che si siede in panchina. L’Inter parte forte, come spesso accade in questo periodo. Ma dopo dieci minuti è la Juventus ad andare in vantaggio. Lichsteiner dalla destra imbecca Matri che tira in porta, Castellazzi respinge e Vucinic è bravo ad avventarsi per il tap-in vincente: 1-0. L’Inter accusa il colpo, ci mette un po’ a rialzarsi ma alla fine si rimette in corsa e cerca il pareggio. Che arriva poco prima della mezzora con una fucilata di Maicon sotto l’incrocio: 1-1. E’ un buon momento per l’Inter che addirittura sfiora il vantaggio. Cross di Maicon, testa di Pazzini e palla che si stampa sulla traversa.
Sventato il pericolo, la Juventus trova il nuovo vantaggio con Marchisio al minuto 33. I bianconeri reclamano al 41esimo un rigore. Castellazzi atterra in area Marchisio. Il centrocampista bianconero tocca la palla alzandola a campanile prima di essere colpito dall’estremo difensore nerazzurro. Per Rizzoli è tutto regolare. Visti i rigori che ci hanno dato contro nelle ultime gare, se avesse concesso il rigore non sarebbe stato uno scandalo.
Ad inizio ripresa Ranieri inserisce Castaignos per Zarate. Poche emozioni nella ripresa con l’Inter che cerca il pareggio, ma è troppo disordinata e disorganizzata per rendersi pericolosa e la Juventus che si difende con ordine.
Finisce 2-1. Con una Juventus che ha giocato meglio, con un’Inter che se l’ha giocata alla pari e senza quel timore reverenziale degli anni scorsi, con un Rizzoli che ha arbitrato tutto sommato bene (anche se rimangono dubbi sul presunto fallo da rigore). Insomma c’è ben poco da recriminare e, come avevo preannunciato, hanno vinto loro perché più freschi ed affamati.
In fondo eravamo preparati (o perlomeno io ero preparato) e la rabbia ha lasciato ormai spazio alla rassegnazione. Lo sto scrivendo già da un po’ che quest’anno sarà un campionato così, con tante amarezze e poche soddisfazioni. L’obiettivo è di giocare un campionato tranquillo senza farci coinvolgere in pericolose lotte per la salvezza. Sarà una stagione dura da passare. Ad ottobre raccogliamo già i cocci di una stagione buttata via e pensiamo all’anno prossimo. Ahimè, come ai vecchi (bui) tempi.



VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/




Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

6 commenti:

Brother ha detto...

E' finita... Sinceramente stasera non ho nemmeno voglia di commentare la partita...

Winnie ha detto...

Vabbè, non è mica finita stasera. E' da inizio stagione che facciamo cagare. Ci siamo illusi di poter competere per il vertice ma, come faceva notare Entius in settimana, la nostra realtà attuale è rappresentata da un campionato di metà classifica.

ciccio ha detto...

Ho visto giocatori finiti che dovrebbero sedersi in panchina o ritirarsi e giocatori nuovi scarsi..non da Inter .
Con gli errori fatti da dopo il triplete si è tornati all'era buia prima di calciopoli... E' ovvio essere in fondo alla classifica se non compri e vendi adeguatamente. Comunque, penso che con la squadra al completo, mai vista, si può fare decisamente meglio di così.

Vincenzo ha detto...

E' finita no, perchè come ben ricorderete l'anno scorso da meno 16 siamo arrivati a un passo dal sorpasso al MIlan.

Dobbiamo ritornare in forma e sperare che la fortuna inizi a girare un po dalla nostra parte.

Entius ha detto...

L'anno scorso eravamo a -16 con due partite da recuperare (quindi teoricamente era un -10). Inoltre la squadra aveva un anno in meno e c'era un certo Samuel Eto'o.
Possiamo risalire la classifica ma dubito si possa competere per i primi posti.

LeNny ha detto...

No, non è finita davvero: Non dobbiamo guardare la classifica. Ci sono ancora 87 punti da conquistare. Nulla è perduto! Non demordo! #Amala #Inter. #LOL

:)

Ciao.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails