GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 14 giugno 2011

QUELLE OMBRE INQUIETANTI SULLA PANCHINA NERAZZURRA

Temo che sarà un’altra estate di passione per i colori nerazzurri e all’orizzonte non vedo niente di positivo. Notizie di giornata, Leonardo tentato dal PSG dove andrebbe a fare il direttore tecnico e Moratti che avrebbe contattato Marcelo Bielsa, ex commissario tecnico di Argentina e Cile, per il dopo-Leonardo.
Due notizie che lanciano molte ombre sul futuro a breve termine della panchina nerazzurra.
Partiamo da Leonardo. Aldilà di una seconda parte di stagione entusiasmante l'ex tecnico rossonero non mi convince in pieno e probabilmente non convince pienamente nemmeno Moratti. Ma io credo che bisogna essere coerenti nelle scelte e una volta intrapresa una strada bisogna proseguirla fino alla fine e difendere le proprie scelte. Si è deciso di dare un’altra possibilità a Leonardo ed è giusto che si possa giocare le sue carte fino alla fine, potendo, soprattutto, contare sull’appoggio incondizionato della società. Il fatto che possa accettare un’altra offerta è un piccolo segnale del fatto che non sente la fiducia piena della società nerazzurra. Per ora c’è solo un’offerta e non è detto che il tecnico brasiliano accetti ma secondo l’Equipe la cosa potrebbe essere chiusa entro 48 ore.
Se, come mi auguro non succeda, dovesse andare via Leonardo su chi puntare? Oggi si parlava di un contatto con Bielsa. Soluzione che non entusiasma. Non ha molta esperienza a livello di club e si porterebbe indietro troppe incognite c
he non possiamo permetterci. Chi scegliere dunque?
E’ questo il problema. Non ci sono delle alternative valide, da Inter. Guardiola non si muove fino al 2012, discorso simile per Villas Boas che vuole giocarsi la Champions League col suo Porto. Capello e Spalletti non si liberano facilmente, Ancelotti ha già detto che non verrebbe mai all’Inter. Ci sono liberi Gianpiero Gasperini e Delio Rossi oltre a Walter Zenga che non ha mai nascosto di sognare di allenare l’Inter. Ma in ognuno di questi casi si tratterebbe di ripartire da zero, di rivedere strategie, di cambiare obiettivi di mercato. Tutte cose che andrebbero fatte a primavera non a metà giugno quando tu stai a decidere cosa vuoi fare e intanto gli altri prendono i giocatori. Il Real Madrid ha preso Neymar, Sanchez è del Manchester City, Rossi ha quasi firmato per il Barcellona, Criscito andrà al Napoli.
Se il buongiorno si vede dal mattino, prevedo un’estate non facile…




VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Winnie ha detto...

Il problema non è Leonardo che va via ma chi prendere al suo posto. Come sottolinei tu non ci sono alternative valide. Gasperini e Delio Rossi sono bravi allenatori ma non mi entusiasmano più di tanto.

Nerazzurro ha detto...

Uff... Mai un pò di pace. Come siamo bravi noi a complicarci la vita...

Matrix ha detto...

Adesso si spiegano tante cose. A partire dall'immobilismo del mercato.
Anche se cambiare adesso significa buttare via una stagione.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Premettendo che in questa vicenda non sto capendo chi ha fatto il primo passo verso il divorzio, non riesco a capire perchè all'Inter debba sempre sedersi per forza un allenatore straniero, che è un ordine del medico?
Bielsa non allena un club da oltre 10 anni, perchè non puntare su un Delio Rossi o un Gasperini?
Saranno mica meno preparati di Bielsa...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails