GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 13 maggio 2011

SIENA E ATALANTA FEST…A PER DUE

LATO BAppunti sulla Serie Cadetta
E’ durato solo un anno il purgatorio di Atalanta e Siena che sabato scorso hanno conquistato entrambe la promozione nella massima serie con tre giornate di anticipo.
Il Siena non va oltre il 2-2 col Torino ma il pareggio el permette di salire a quota 74 punti, più 10 sulla terza Novara a 3 sole giornate dal termine. A 74 punti è anche l’Atlanta che, dopo essere andati in svantaggio contro il Portogruaro, ribalta il risultato e vince con un secco 4-1 che le permette di agganciare il Siena in vetta alla classifica e di conquistare insieme ai toscani la promozione in serie A.
Per entrambe
è una promozione meritata visto che per tutta la stagione sono state nelle prime posizioni con il solo Novara capace, prima di crollare in modo pesante, di contrastare il dominio di bianconeri e nerazzurri.
Il segreto di entrambe le società è stato senza dubbio quello di lasciare praticamente invariato un telaio collaudato e di buon livello, arricchito da giocatori adatti alla categoria: il risultato è stato quello di una stagione praticamente perfetta, coronata oggi col successo e la promozione.
Due squadre davvero di un’altra categoria rispetto alle altre. Giocatori con esperienza nel massimo campionato e che in cadetteria sono veramente un lusso.
L’Atalanta può contare su un attacco che potrebbe fare bene anche nella categoria superiore, con il “Tir” Simone Tiribocchi, il giovane ma in costante crescita Marilngo, l’esperto Bjelanovic e comprimari importanti come Amoruso e Ceravolo.
A centrocampo c’è ancora il capitano Cristiano Doni, che dall’alto delle sue trentotto primavere continua ad essere un icona per i tifosi bergamaschi ed un punto di riferimento per i propri compagni di squadra. Di fianco a lui il giovane Bonaventura (che come Doni ha il vizio del gol), il sempreverde Gennaro Delvecchio, l’oramai veterano Padoin ed il terzetto di stranieri composto da Barreto, Ferreira Pinto (per loro esperienza anche in A con l’Atalanta) e Carmona.
Un portiere giovane ma bravissimo come Consigli ed una difesa affidabile, con l’argenti
no Talamonti, Manfredini e Bellini che in pratica hanno fatto da raccordo fra passato e presente. Senza dimenticare il grandissimo lavoro di Colantuono, tornato alla guida della squadra dopo tre anni per riportarla dove la società nerazzurra voleva arrivare, ovvero fra le grandi del calcio italiano.
Dall’altro lato il Siena è stata ritenuta tra le favorite per la promozione, avendo confermato quasi 'in toto' l'organico della scorsa stagione, privandosi soltanto di Curci, Ekdal, Ghezzal e Maccarone oltre che di alcune "seconde linee". Di contro, gli arrivi di Coppola, Bolzoni, Brienza, Carobbio, Immobile, Marrone, Mastronunzio e Sestu, giocatori adatti per la categoria, avevano rafforzato l'organico a disposizione del tecnico pugliese il quale, gestendo con ordine il folto organico, ha saputo sfruttare al meglio tutto il materiale umano a propria disposizione.
Le sorti del Siena non sono dipese dalla vena realizzativa di due o tre giocatori, ma da un intero organico in grado, a 3 giornate dal termine, di mettere insieme ben 60 reti risultando fin qui il miglior attacco del campionato cadetto. Onore alla società del presidente Mezzaroma e del ds Perinetti, bravi a costruire un organico competitivo e idoneo ad affrontare un campionato lungo e difficile come quello cadetto.
Ad entrambe diamo il benvenuto nella massima serie e auguriamo una lunga permanenza.


BENTORNATI IN SERIE A !!!
VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU
Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Quante inesattezze in questo post Entius, ma dove l'hai pescato?
Il Siena rispetto all'anno scorso ha cambiato parecchio, al contrario dell'Atalanta nella quale Amoruso quest'anno non ha mai giocato essendo rimasto senza squadra...ciao!

Entius ha detto...

Vabbè, qualcosa hanno cambiato entrambe ma l'intelaiatura è rimasta uguale.
Non mi pare che il Siena abbia cambiato molto. Guardando la rosa dei senesi mi è sembrato di leggere i nomi di giocatori che erano in bianconero anche lo scorso anno (anche se sono andato a memoria perciò potrei anche aver sbagliato).

Winnie ha detto...

Bentornato Siena!!! E' il nostro portafortuna tricolore. Non a caso quest'anno che non c'era noi non abbiamo vinto lo scudetto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails