GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 12 maggio 2011

RIPROVIAMO AD ALZARE LA "NOSTRA" COPPA

Ci siamo. Per la sesta volta negli ultimi sette anni giocheremo la finale di Coppa Italia. Da quel giugno del 2005 al prossimo 29 maggio, passando per scudetti, Triplete, gioie indimenticabili, momenti storici, la Coppa Italia rimane un trofeo che non abbiamo mai sottovalutato né snobbato.
Come se non bastasse, vorrei ricordarvi che in questo trofeo siamo imbattuti in casa da ben nove anni e che puntualmente arriviamo in finale, pur vincendo il campionato o rimanendo comunque competitivi. A dimostrazione della serietà del gruppo e della sua forza storica. Quando tra qualche anno guarderemo queste vittorie ci verranno le lacrime agli occhi e state pur certi che non dimenticheremo mai l’importanza della Coppa Italia in questi anni ricchi di gioie e di vittorie.
Il nostro Triplete partì proprio dalla Coppa Italia e adesso che la gloria sportiva ci sorride è bello ricordare quando nel 2005 vincere la Coppa Italia mi sembrava una cosa stupenda. “E’ pur sempre un trofeo” dicevo a chi ne sminuiva il valore e in modo quasi profetico sostenevo “Iniziamo con la Coppa Italia, poi magari arriveranno altri trofei”. E infatti qualche
mese dopo arrivò la Supercoppa Italiana contro la Juventus e negli anni successivi tutti i trofei che periodicamente ricordiamo con gioia e soddisfazione.
Ma tutto iniziò con una Coppa Italia. Ecco perché non mi piace che si sminuisca il valore di questo trofeo. Vincerlo significa aggiungere un altro tassello alla nostra bacheca dei trionfi e potrebbe essere il punto di partenza per ricominciare a vincere l’anno prossimo. Ops, mi correggo, non “ricominciare” ma “continuare” a vincere. Già, perché anche se sembra sia successo un secolo fa, vorrei ricordare a tutti che noi quest’anno abbiamo già portato a casa due trofei, la Supercoppa Italiana e il Mondiale per Club.
E a fine mese potremmo fare il tris di vittorie. Sarebbe bello chiudere la stagione così come è iniziata, alzando un trofeo. Sarebbe bello per Zanetti che dopo 1000 partite sembra ancora un ragazzino. Sarebbe bello per Leonardo che potrebbe andarsene (perché se ne va, vero?) da vincitore. Sarebbe bello per Eto’o che ci ha trascinato a suon di gol in questa stagione e che ora è a 34 gol stagional
i come un certo Ronaldo. Sarebbe bello per Cambiasso e Stankovic che nonostante l’età non mollano mai. Sarebbe bello per Milito e Pazzini, per Lucio e Ranocchia, per Maicon e Chivu, per Nagatomo e Kharja, per Thiago Motta e Mariga, per Sneijder e Pandev, per Coutinho e Obi, per Cordoba e Materazzi, per Samuel che ha saltato quasi tutta la stagione (e la sua assenza si è sentita), sarebbe bello per noi tifosi che continuiamo a credere in questa squadra e in questi ragazzi
Vincere aiuta a vincere. E anche se vincere la Coppa Italia non è bello ed importante come vincere la Champions League o lo scudetto, non importa. L’importante è non perdere il vizio di vincere, l’importante è continuare a mantenere la sana abitudine sollevare trofei.
E ora tutti a Roma. C’è una finale che ci aspetta. E’ tempo di far arieggiare un po’ le nostre bandiere e comprare un po’ di spumante. Sarà pure una coppetta ma noi le siamo affezionati e vogliamo rendere l’onore che merita.
FORZA INTER !!!



VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

1 commento:

Winnie ha detto...

L'Anno prossimo la chiameranno Coppa Italinter... eh eh eh
FORZA INTER e speriamo di chiudere la stagione così come l'abbiamo iniziata...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails