GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 7 maggio 2011

PRIMA O POI DOVEVA SUCCEDERE...

Stamattina mi sono fermato a fare benzina al solito rifornimento. Poco distante dal rifornimento c’era un ragazzo con una bancarella improvvisata che vendeva bandiere e magliette del Milan. Per la verità è lì già da qualche giorno (passo da lì tutte le sere) ma solo oggi ho avuto modo di guardarlo con più attenzione.
Vedere sventolare quelle bandiere rossonere mi ha fatto uno strano effetto. Non era invidia o rosicamento, semplicemente non sono più abituato a vedere in giro bandiere che non fossero nerazzurre. Negli ultimi 4-5 anni siamo sempre stati noi a festeggiare lo scudetto, le bancarelle vendevano bandiere che raffiguravano biscioni non diavoli, la maglietta di Ibrahimovic era nerazzurra e non rossonera e trovavi la maglietta di Milito o Eto’o e non quella di Pato o Robinho.
Vabbè, tanto prima o poi doveva succedere. Mica potevamo pretendere di vincere lo scudetto per sempre, prima o poi dovevamo abdicare. Per un anno le nostre bandiere rimarranno nei cassetti o negli armadi e non prenderanno sole, vento o pioggia mentre i cugini rossoneri dopo sette anni toglieranno le bandiere dai ripostigli e dopo aver tolto un bel po’ di polvere (e magari qualche ragnatela) le sventoleranno allegramente.
Ma sì, dai. E’ giusto che sia così. E’ giusto che ogni tanto anche gli altri sventolino le loro bandiere. Per cinque anni abbiamo finanziato noi interisti il mercato delle bandiere, delle magliette e dei gadget vari. Ora è giusto che anche i milanisti spendano un po’ di soldini. E’ giusto che anche loro comprino bandiere e magliette e spumante. E sì, ci vuole pure lo spumante. Noi lo scorso anno a maggio tra scudetti e Champions League abbiamo incrementato la vendita di spumante in modo esponenziale (la cassiera del supermercato, mia carissima amica, sorrideva ogni volta che mi vedeva passare con una bottiglia di spumante). Adesso facciamolo comprare ai milanisti un po’ di spumante (poco, giusto per uno scudetto, mica loro rischiano di fare il Triplete).
Non mi farà piacere vedere festeggiare i cugini rossoneri, e magari nel momento in cui li vedrò esultare mi darà anche un pizzico di fastidio. Ma sono consapevole che prima o poi sarebbe successo. E allora meglio ora che il ricordo del Triplete è ancora abbastanza vivo.
Ma sia chiaro a tutti che festeggiare scudetti mi piace da impazzire. Sia chiaro che sventolare la bandiera nerazzurra, spruzzare champagne, baciare la maglietta di Capitan Zanetti mi dà un piacere immenso. Se per un anno devo stare a guardare gli altri che lo fanno mi potrebbe anche star bene ma per due anni assolutamente no. Fra dodici mesi su quella bancarella voglio vedere bandiere e magliette nerazzurre, fra dodici mesi lo spumante voglio andare a comprarlo io, fra dodici mesi “siamo noi siamo noi i campioni dell’Italia siamo noi” lo voglio cantare io. Presidente, ci siamo capiti?

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Winnie ha detto...

Ma sì, ogni tanto facciamo gioire anche gli altri. Bisogna essere altruisti. Ma senza esagerare, l'anno prossimo vogliamo vincere solo noi.

Nerazzurro ha detto...

Speravamo che questo momento potesse essere il più lontano possibile ma era chiaro che prima o poi sarebbe successo.
Avremmo preferito abdicare a favore di Lazio, Napoli o chiunque che non fosse Milan, Juventus o Roma.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails