GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 2 aprile 2011

ECCO IL DERBY. SOGNANDO IL SORPASSO...

Eccoci qua. L’attesa verso questo derby è finita. Fra poche ore (dovrebbero essere 10 ore, minuto più, minuto meno) le due squadre scenderanno in campo per giocarsi il derby più importante degli ultimi 20 anni. Un derby che può valere una stagione e che sicuramente vale un pezzo di scudetto. Da un lato noi. I campioni d’Italia, i campioni d’Europa, i campioni del Mondo. Coloro che nell’ultimo lustro stanno facendo incetta di trofei nonostante il cambio di eroi e condottieri. Dall’altro lato loro. Che in questo lustro sono rimasti a guardare e a rosicare. Loro che erano felicemente destinati a risalire sul tetto d’Italia e conquistare quello scudetto che gli manca da 7 anni. Ma poi siamo arrivati noi. Guidati da un allenatore ripudiato dal loro presidente narcisista. E’ bastato cambiare condottiero, recuperare un paio di soldati valorosi, aggiungerne un paio e via, siamo partiti a razzo verso una rimonta che potrebbe essere storica. E a proposito di storia. Una cosa del genere avvenne 40 anni fa, non proprio l’altro ieri. Siamo qui per riscrivere la storia e faremo di tutto per riuscirci. Comunque vada stasera ci saranno ancora 7 gare da giocare e potrà succedere ancora di tutto. Ma stasera conta vincere. Vincere per ribadire che i più forti siamo ancora noi. E’ un dato oggettivo ormai assodato, eppure loro, i milanisti, non riescono a metterselo in testa. Vincere per completare la rimonta effettuando il tanto sospirato sorpasso. E farlo proprio stasera nel derby sarebbe stupendo. Tra i convocati c’è Milito, ma quasi certamente El Principe si siederà inizialmente in panchina, e Chivu. La presenza del rumeno è rimasta in dubbio tutta la settimana per via di un infortunio. Dovrebbe essere lui a fare coppia con Ranocchia, che a sua volta ha recuperato da un problema al ginocchio, al centro della difesa. L’alternativa è Cordoba. Per il resto credo che l’unico dubbio sia tra Zanetti e Nagatomo sulla fascia sinistra difensiva. Ma stasera non sarà importante chi scenderà in campo ma la grinta e il cuore che ci metteranno. Da Julio Cesar a Maicon, da Zanetti a Cambiasso, da Eto’o a Ranocchia, da Pazzini a Sneijder, da Stankovic a Chivu, da Thiago Motta a Pandev, da Milito a Cordoba, voglio dei gladiatori che giochino la partita della vita, che diano tutto per riuscire a conquistare questi tre punti ed effettuare il sorpasso. Dall’’altra parte troveremo 11 leoni altrettanto affamati che daranno a loro volta tutto per riuscire a conquistare i tre punti e allontanare gli odiati cugini nerazzurri. Ma noi siamo più forti, noi siamo l’Inter e mai come stasera dobbiamo dimostrarlo. Lo dicevo già l’altra sera, sento che sarà una bella partita, 90 minuti di bel calcio e spettacolo. Non ci resta che metterci comodi e goderci lo spettacolo. E naturalmente…

FORZA INTER !!!

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Winnie ha detto...

E a proposito di gladiatori, come disse quel tizio "Al mio segnale scatenate l'inferno!!!" FORZA INTER !!!

Michele ha detto...

"loro che in questo lustro sono rimasti a guardare e a rosicare."
Mi pare di ricordare che quattro anni fa abbiamo vinto Champions League e Mondiale per club. Non proprio quello che si dice "restare a guardare".

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails