GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 22 dicembre 2010

IL DOPO BENITEZ? LEONARDO PER INIZIARE L'OPERAZIONE SIMPATIA

Nonostante le dichiarazioni di circostanza di Moratti e Benitez, è ormai evidente che il futuro del tecnico spagnolo è lontano da Milano.
Rafa probabilmente riuscirà a mangiare il panettone da allenatore nerazzurro solo per questioni di tempo. Benitez dunque
esonerato e chi siederà sulla panchina nerazzurra? Le voci e le indiscrezioni si sprecano, in tre giorni ne abbiamo lette di cotte e di crude ma credo che ben poche siano le alternative. Spalletti ha un contratto con lo Zenit Pietroburgo e intende rispettarlo. Niente da fare anche per Capello che comunque aveva già rifiutato sei mesi fa e non vedo il motivo per cui dovesse accettare ora.
Le ipotesi rimangono due. Leonardo o Walter Zenga. Nel primo caso si tratterebbe di un progetto a lungo temine mentre l’ex portiere nerazzurro farebbe da traghettatore in attesa che a giugno si liberi il sogno di Moratti: Guardiola. L’attuale tecnico del Barcellona piace a molti ma ci sono alcuni dati oggettivi che andrebbero valutati. Guardiola non ha mai espresso il desiderio di venire all’Inter, se lascia il Barcellona la prima scelta sarà il Chelsea. Dunque sarebbe un errore progettare in funzione di un eventuale arrivo di Guardiola. E se dobbiamo prendere un traghettatore tanto vale tenerci Benitez fino a giugno. E poi con la rosa che ha il Barcellona anche io potrei sembrare un grande allenatore. Siamo sicuri che Guardiola sia quello che fa al caso nostro?
Per quanto riguarda Leonardo lo stimo tantissimo come uomo e personaggio ma stento a vederlo un allenatore, figuriamoci un allenatore da Inter. E poi stiamo parlando di una bandiera milanista, non lo vedo proprio in nerazzurro. Sarebbe come se Zenga allenasse il Milan o Giuseppe Giannini la Lazio. Eppure il
tecnico brasiliano è il principale candidato alla panchina nerazzurra. Quasi certamente sarà lui il successore di Benitez.
Anche se si fa largo un’ipotesi interessante. Il ritorno di Mourinho. Qualcuno addirittura oggi ipotizzava uno scambio di allenatori con Benitez al Real e Mou all’Inter. Vi confesso che l’idea non mi dispiacerebbe ma ci sono alcune perplessità. Mourinho vuole veramente tornare all’Inter? Nei due anni nerazzurri ripeté più volte che gli sarebbe piaciuto tornare al Chelsea ma non c’è tornato. Il portoghese è uno che ama le sfide nuove, non ce lo vedo che torna sui suoi passi. E poi siamo sicuri che il ritorno di Mou sarebbe la scelta giusta?
E’ pur vero che anche l’esonero di Benitez non mi pareva la scelta giusta eppure Rafa è stato esonerato.
Volete il mio parere? Dopo essere arrivati sul tetto del mondo Moratti ha iniziato ad avere nostalgia della sua cara e vecchia Inter, quella perdente e simpatica e così ha deciso di avviare questo processo verso l’operazione simpatia. Non a caso tra tanti nomi di probabili allenatori nerazzurri è andato a pescare (o perlomeno sembra che sia andato a pescare) quello che fra tutti è meno “allenatore”. E siccome le cazzate sono come le ciliegie, una tira l'altra, mi chiedo: Quale sarà la prossima cazzata del nostro Presidente?



VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Matrix ha detto...

L'esonero di Benitez è un'errore ma ha una sua motivazione e una sua giustificazione (le dichiarazioni post-Mondiale, i dissidi nello spogliatoio, l'amore mai sbocciato con Moratti).
L'ingaggio di Leonardo, se confermato, sarebbe un'errore gravissimo. Leonardo non è un tecnico. Lo scorso anno accettò di allenare il Milan per rispetto nei confronti del suo Presidente ma lui e la panchina sono agli antipodi.

Entius ha detto...

Sì, in effetti Leonardo convince poco. E, tra le altre cose, non mi pare che sia uno che abbia carisma e autorità per tenere in pugno lo spogliatoio nerazzurro. Sotto questo aspetto è più simile a Benitez che a Mourinho.

Antonio ha detto...

Inutile tornare sui pro e i contro dell'esonero di Benitez: purtroppo Rafa ha compiuto un'azione da kamikaze, facendosi esplodere la panchina da solo. O forse sapeva già che comunque sarebbe andata, il rapporto con l'Inter non sarebbe andato avanti.

Discorso Leo: lascia parecchie perplessità il suo ingaggio, ma non prendiamo il suo modo di fare elegante come segno di assenza di personalità. L'anno scorso al Milan ha dimostrato di avere le palle quadrate, sia prima che dopo, mettendo davanti a tutto la sua dignità.

Poi è chiaro, avrebbe bisogno di aiuto, e in questo senso credo che Baresi dovrebbe fare il suo. Quello che importa è riuscire a entrare nella testa dei giocatori, cosa che a Benitez non è riuscita e di fatto gli è costata il posto: fatto questo, il resto sarà discesa.

Vincenzo ha detto...

Condivido le vostre perplessità su Leonardo.

Una scelta senza senso....

Ciao.

Mr Triplete ha detto...

Brutto Natale per Benitez, ma l'ha desiderato lui. Peccato che lo stia rovinando anche a Moratti, che a quest'ora sarebbe potuto partire per le vacanze.
Saluti,
www.allinter.blogspot.com

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails