GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 24 novembre 2010

L'URLO DI CAMBIASSO, L'INTER C'E' (la qualificazione agli ottavi pure)

Champions League 2010-2011 – Girone A Quinta Giornata
INTER - TWENTE 1 - 0
55’ CAMBIASSO

INTER: Castellazzi; Cordoba, Lucio, Materazzi, Zanetti; Stankovic, Cambiasso; Biabiany (dal 35’ s.t. Santon), Sneijder (dal 41’ s.t. Nwanko), Eto’o; Pandev (dal 46’ s.t. Biraghi)
A Disposizione: Orlandoni, Natalino, Thiago Motta, Crisetig.
All. Benitez.
TWENTE: Mihaylov; Rosales, Wisgerhof, Douglas, Leugers (dal 35’ s.t. Buysse); Brama, Janssen; Ruiz, De Jong, Chadli; Janko (dal 25’ s.t. Landzaat)
A Disposizione: Boschker, Schimpelsberger, Parker, Vujicevic, John.
All. Preud’homme.
ARBITRO: Lannoy (Fra).

E alla fine il cuore Inter esce fuori e i nerazzurri portano a casa un’importante vittoria che li qualifica agli ottavi e scaccia gli incubi vissuti negli ultimi tempi.
Rispetto agli undici di Verona Benitez fa un solo cambio. Materazzi al centro della difesa con Cordoba terzino. Santon paga per tutti e finisce in panchina. Dopo due minuti Sneijder sbaglia un gol sotto porta. I nerazzurri attaccano, ci mettono la solita verve ma sono imprecisi in area avversaria. L’occasione più ghiotta capita sempre a Sneijder che colpisce la traversa su punizione.
Dopo un primo tempo a reti bianche, il gol vittoria arriva dopo 10 minuti dalla ripresa. Punizione di Sneijder, la palla sbatte in una selva di gambe avversarie e finisce sui piedi di Cambiasso che spedisce in fondo al sacco: 1-0. Una volta sbloccata la partita, l’Inter acquista sicurezza. Zanetti sulla sinistra fa una discesa stile Bale prima di spedire sull’esterno della rete, Sneijder sfiora il raddoppio (la palla passa a fior di palo quando eravamo già pronti ad esultare), Stankovic da pochi passi sparacchia alto.
Gli ultimi minuti sono di sofferenza ma il fortino nerazzurro regge e, come detto, porta a casa vittoria e qualificazione.
Non abbiamo visto una grande Inter ma finalmente ho visto la rabbia e la grinta che andavo predicando. E soprattutto i giocatori hanno mandato un messaggio chiaro dimostrando che sono dalla parte dell’allenatore. Negli ultimi giorni stava crescendo il sospetto che i giocatori fossero contro Benitez. Stasera abbiamo avuto una secca smentita.
I senatori Cambiasso, Zanetti e Stankovic sono stati mostruosi, ma anche Pandev e Sneijder hanno dato segni di risveglio anche se sono ancora lontani dal top. Bene anche Biabiany che ha disputato la miglior partita da quando è tornato all’Inter.
Non facciamoci prendere da facili entusiasmi. Abbiamo vinto, ci siamo qualificati, finalmente abbiamo cacciato fuori la grinta e il cuore Inter. Punto. Se vogliamo che questa stagione sia vittoriosa servirà ben altro ma almeno abbiamo un punto di partenza. La panchina di Benitez è salva, almeno per ora. Se l’epidemia d’infortuni gli darà tregua, il tecnico spagnolo recupererà uomini importanti per questa Inter (Milito, Maicon, Julio Cesar ma anche Chivu, Motta, Mariga, Muntari, Coutinho) e presto potremo vedere all’opera un’altra Inter.
Ma a questo penseremo nei prossimi giorni. Stasera godiamoci questi tre punti e questa qualificazione. L’Inter c’è e la risalita può avere inizio.
FORZA INTER !!!

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Antonio ha detto...

Parere personale? Non stupiamoci se domani Benitez salterà comunque. Posso sbagliarmi, ma alcuni segnali mi portano a pensare che la sua posizione non si sia modificata di una virgola, e non è detto che gli scenari non cambino ora che la qualificazione agli ottavi è raggiunta. Anche perchè, parliamoci chiaro, vincere con il Twente non è stata un'impresa, ma semplicemente aver assolto un obbligo.

La mia è solo una sensazione, di base mi auguro di sbagliarmi e che Benitez si rilanci con l'Inter. Se non altro perchè è un signore, e perchè in mezzo alle sue colpe credo stia pagando più di quanto meriti. Non è uno stupido o un incompetente come molti pensano dopo questi mesi di Inter.

Vincenzo ha detto...

Ottimo articolo, ieri io ho visto una Inter tosta che ha finalmente cacciato i cosiddetti attributi.

Abbiamo tirato una trentina di volte verso la porta avversario e questo è decisamente un merito. Il demerito sta nel fatto di aver fatto un solo gol, ma qui la colpa è del campo e dei giocatori.

Benitez ha azzeccato tutto ieri.

Avanti tutta ora!

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Mi fa piacere per Benitez che in questi giorni è stato trattato alla stregua di un incompetente, la signorilità e l'educazione chissà perchè in questo paese sono sinonimo di rincoglionimento...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails