GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 13 settembre 2010

SORPRES(IN)A: CHIEVO IN TESTA DAVANTI A CESENA, CAGLIARI E BARI

Fra un mese tutto tornerà come prima. Fra un mese i valori del campionato saranno emersi e in testa

alla classifica troveremo le quattro big a contendersi il tricolore.
Ma in tanto dopo due giornate in testa alla classifica ci sta il Chievo di Pioli, seguito da Bari, Cagliari, Cesena e Inter, l’unica grande che, seppur a fatica, riesce a tenersi in scia delle prime. Ed è bene annotare come le prime 4 squadre della classifica abbiano vinto contro avversarie ben più quotate. Il Chievo è andato a vincere a Genova, sponda rossoblù, Cesena e Cagliari hanno schiaffeggiato Milan e Roma e il Bari alla prima giornata ha battuto la Juventus di Del Neri.
Gli effetti del post-Mondiale e alcune squadre ancora in fase di assestamento fanno sì che per qualche giornata ci illuderemo che qualcosa è cambiato e che magari quest’anno a lottare per i primi posti non ci saranno le solite note.
Nelle prime giornate siamo stati abituati a qualche risultato a sorpresa ma ogni volta riusciamo a meravigliarci per qualche breve e fugace ventata di novità. Come la favola Chievo che guarda tutti dall’alto in basso (anche se non è una novità, nel 2001, al suo primo anno di massima serie i veronesi assaporarono l’ebbrezza della testa della classifica) o come il Cesena che rivede la serie A dopo 19 anni e batte il Milan dei tanti fuoriclasse. Un piccolo riscatto di Davide nei confronti di Golia prima che arrivi l’autunno e tutto ritorni al solito posto.
E se c’è chi fa festa c’è anche chi non se la passa troppo bene. Da Berlusconi che parla di “arbitri di sinistra” (la cosa mi fa ridere, meglio di una barzelletta) e Galliani che se la prende con l’arbitraggio a Del Neri che, dopo il 3-3 della sua Juventus con la Sampdoria, ammette con sconforto che la sua squadra è da quarto posto (e ci voleva tanto da capirlo?).
Godiamoci questo momento. Presto arriverà l’autunno, i tecnici troveranno la quadratura del cerchio, la condizione migliorerà, le piccole accuseranno una naturale flessione dopo la programmata partenza sprint per mettere fieno in cascina, gli arbitri diventeranno di destra (ma nessuno lo sottolineerà…) e tutto ritornerà al suo posto.

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Pakos ha detto...

Peccato che sia solo un fuoco di paglia e che fra qualche settimana sarà tutto come prima.
Un campionato più incerto e meno scontato sarebbe più interessante.

Vincenzo ha detto...

Dopo i fuochi d'artificio sparati in queste settimane, guardacaso l'Inter è la capolisrta tra le big :P

Forza Inter!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails