GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 25 settembre 2010

ROMA-INTER, VOGLIAMO SOLO UNA PARTITA DI CALCIO

Nell’epoca delle partite ogni tre giorni non fai in tempo ad assimilare un risultato che subito c’è alle porte un'altra partita. E così, archiviato il poker con cui abbiamo liquidato il Bari, dobbiamo già pensare alla sfida di stasera contro la Roma all’Olimpico.
Benitez, che dopo i veleni di Brescia-Roma ha auspicato che si possa parlare solo di calcio giocato, dovrà fare a meno di due colonne come capitan Zanetti e Samuel. E visto che anche Materazzi ha avuto un problema in allenamento, le scelte sono pressoché obbligate con Cordoba al fianco di Lucio unica novità rispetto a tre giorni fa. Tra i convocati ci sarà anche Santon anche se dubito che verrà lanciato in una partita così delicata.
Dall’altra parte c’è una Roma a pezzi. La squadra giallorossa ha avuto un inizio di campionato molto negativo. L’arbitraggio di Brescia-Roma ha solo messo in evidenza la situazione deficitaria della classe arbitrale ma non dimentichiamoci che nelle tre precedenti giornate di campionato la Roma aveva pareggiato con la neopromossa Cesena, perso pesantemente a Cagliari e raggiunta al 90esimo dal Bologna, senza subire torti arbitrali. La vergognosa prestazione di Russo non può essere una giustificazione per una squadra che ha ben altri problemi.
Tutto il trambusto creatosi nel dopo Brescia-Roma è servito affinché a dirigere Roma-Inter sia stato chiamato Emidio Morganti. Un arbitro che precedenti a parte (ha diretto altre 3 sfide tra Roma e Inter tutte all’Olimpico e tutte finite 2-1 per i giallorossi) non evoca ricordi piacevoli al popolo nerazzurro. Nella sfida dello scorso marzo ricorderete sicuramente come l'arbitro di Ascoli Piceno abbia diretto a senso unico cercando in tutti i modi di favorire i giallorossi che, infatti, alla fine uscirono vittoriosi.
La speranza è che, come detto da Benitez, si possa parlare solo di una
partita di calcio ma il forte sospetto rimane. Perché, per esempio, non designare Tagliavento? Evoca anche lui ricordi pessimi ma in quella sfida contro la Sampdoria lo si può accusare di eccessiva severità, di fiscalità esagerata, ma non si può negare che abbia preso decisioni giuste (al contrario di Morganti in Roma-Inter). Inoltre Tagliavento è il più in forma, uno dei più bravi e uno dei pochi (forse l’unico) che non subisce la sudditanza psicologica di questa o quella squadra.
Comunque voglio augurarmi che le mie siano solo paranoie da tifoso. Mi auguro di vedere solo una bella partita di calcio, dove i protagonisti siano i giocatori e non l’arbitro. Sono sicuro di vedere una buona Inter e (da tifoso) spero che i giallorossi continuino nel loro momento di crisi. Se giochiamo come sappiamo, possiamo portare a casa i tre punti nella speranza che sia solo e soltanto una partita di calcio e non uno squallido campionario di episodi volti a indirizzare la partita su determinati binari.
FORZA INTER !!!

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU


Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

E ti pareva… Si avvicina Roma-Inter e buttate le mani avanti sull’arbitraggio. Così se perdete avete la solita giustificazione...

Entius ha detto...

Non buttiamo assolutamente le mani avanti. Dopo l'imbarazzante arbitraggio dello scorso marzo e dopo il trambusto dei dirigenti romanisti in settimana è leggittimo avere qualche perplessità. O no?

Vincenzo ha detto...

Entius hai perfettamente ragione. Come ho scritto nel mio post, ma roma ha trovato il momento giusto per lamentarsi e chiedere un risarcimento. La curiosità sull'arbitro mi era sfuggita, bravo, questo mi mette ancora più paura.

Speriamo che sia una partita pulita di calcio e non una buffonata come ne abbiamo viste tante l'anno scorso (se no col cazzo che la roma si giocava lo scudetto fino alla fine....).

Ciao e forza Inter!

yashal ha detto...

Beh! forza Inter...ovvio!

http://mondobiancoceleste.blogspot.com

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails