GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 4 settembre 2010

CASSANO SHOW PER RISOLLEVARE UN'ITALIA IN DIFFICOLTA'


QUALIFICAZIONI EURO 2012 – Girone C
ESTONIA-ITALIA 1-2
31’ Zenjov – 60’ Cassano – 63’ Bonucci
La nazionale azzurra rivede la luce. Dopo la pessima gestione di Lippi, il nuovo corso di Prandelli porta i suoi frutti. Pur con qualche difficoltà i ragazzi azzurri portano a casa una vittoria che mancava dal novembre 2009 (i grandi adulatori lippiani ci faranno poi sapere se è mai capitato che una nazionale non vincesse per dieci mesi giocando con avversari di medio livello).
Il nuovo commissario tecnico si affida alla coppia Cassano-Pazzini con Pepe a completare il tridente. Dopo un paio di buone azioni azzurre però sono gli estoni ad andare in vantaggio. Punizione violenta di Vassiljev, Sirigu (preferito a Viviano) respinge corto e male, irrompe Zenjov in mischia, che brucia Cassani e segna sottomisura. E’ la mezzora e la partita azzurra è subito in salita.
Anche perché si va al riposo con questo risultato. Ma, come la storia ci insegna, quando sei in difficoltà, devi affidarti ai campioni e sperare in una loro magia. E, infatti, in soccorso di Prandelli arriva Cassano (uno degli epurati lippiani) che prende in mano la squadra e la guida alla vittoria. Nel giro di tre minuti il talento barese prima segna di testa su calcio d’angolo di Pirlo e poi, sempre da calcio d’angolo offre di tacco a Bonucci un pallone che chiede solo di essere spinto in rete.
L’Italia ribalta il risultato e porta a casa i tre punti. E’ stata una vittoria sofferta e, visto l’avversario, avremmo sicuramente potuto fare meglio. Ma il ct azzurro è solo alla sua seconda partita (la prima ufficiale) e, scusate se insisto, altri commissari tecnici più blasonati e osannati sono riusciti a non vincere con avversari ben più modesti. Rispetto alla precedente gestione, si è visto una squadra che gioca abbastanza bene e che in prospettiva futura potrà fare bene.
La strada è lunga e difficoltosa ma partire con una vittoria era importante (soprattutto dopo il naufragio mondiale). Del resto quando puoi contare sui campioni, c’è sempre la speranza di un loro colpo risolutore. A patto di convocarli e non lasciarli a casa per un litigio con il proprio figliolo…


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

L'importante era vincere, il bel gioco ( forse ) arriverà col tempo...non enfatizzerei troppo la prestazione di Cassano: Antonio può e deve fare molto, molto di più, fino al gol era stato impalpabile, troppo proteso alla ricerca del colpo ad effetto, la formula del tridente non mi ha troppo convinto...ciao!

Michele ha detto...

Italia discreta, sicuramente non migliore di quella lippiana.

E come sempre non manca la frecciatina al'ex ct azzurro. Ma la tua è un'ossessione...

Pakos ha detto...

Visto che vuoi fare il polemico, invece di lanciare frecciatine verso la gestione Lippi perchè non parli del vergognoso atteggiamento della Rai che ha mandato in onda uno spot proprio mentre c'era il gol di Cassano?

Entius ha detto...

X Michele. No, non è un'ossessione. Ma quando c'è l'occasione per lanciare una frecciatina ad un personaggio che odio (sportivamente) perchè non sfruttarla?

X Pakos. Hai ragione. E' un'episodio che è sfuggito al momento della stesura del post. Un'episodio gravissimo che, tanto per cambiare, nessuno ha "denunciato" e condannato.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails