GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 22 agosto 2010

RIPRENDIAMO DA DOVE ERAVAMO RIMASTI

Dove eravamo rimasti? Al capitano che alzava la tanto attesa Champions League. E su quell’immagine vincente ci siamo cullati tutta l’estate.
Dove eravamo rimasti? Ad un’Inter vincente. Ecco da lì abbiamo ripreso. Certo Zanetti che alza la Supercoppa non ha lo stesso effetto dello Zanetti che alza la Champions League, però non ha importanza.
Bisognava vincere, abbiamo vinto. Perché magari la Supercoppa non sarà poi un grande trofeo ma incastonata nel Grande Slam è un pezzo importante come gli altri.
L’Inter di Benitez continua nel segno di quello di Mourinho. Nel segno della vittoria. La squadra è la stessa di tre mesi fa ma qualcosa è cambiato. Eto’o gioca vicino alla porta (e i frutti si vedono) e la difesa gioca più alta. Piccole sfaccettature ma del resto quando arrivi in una squadra consolidata e vincente, sarebbe da stupidi fare la rivoluzione (in fondo anche Mourinho nel primo anno nerazzurro si adeguò al rombo manciniano).
Non ho visto una grande Inter ieri sera. Ed è anche normale visto che siamo ad agosto e molti giocatori sono reduci dal Mondiale. Però ho visto sempre la stessa grinta, la stessa fame di vittoria, di p
revalere sull’avversario. Ecco questo è un punto fondamentale. Se qualcuno temeva che dopo la tripletta, i ragazzi si sarebbero accomodati, adesso potrà mettere da parte i timori. La forma fisica è quella che è e può starci ma la forma mentale doveva essere già al top e così è stato.
Fisicamente alcuni sono già in palla. Maicon sulla fascia destra è stato devastante. Se l’avessimo venduto, sarebbe stata una grave perdita. Un giocatore con le sue caratteristiche non si trova da nessun’altra parte e in fase offensiva rimane sempre una freccia in più nell’arco nerazzurro. Sneijder continua la sua personale corsa verso il Pallone d’oro. Ieri sera ha fatto vedere un paio di giocate da grande campione. Penso che nessuno più di lui meriti il trofeo di France Football. Eto’o quest’anno ha promesso 20-25 gol e ha iniziato subito a portarsi avanti col lavoro. Il fatto che abbia giocato la scorsa stagione da esterno sinistro non dovrebbe farci dimenticare che il camerunese è un’attaccante d’area e che ha sempre segnato tantissimo. Se Benitez lo farà giocare più vicino, alla porta sono convinto che farà parecchi gol e con Milito saranno l’incubo delle difese avversarie.
Milito ieri sera non mi è piaciuto tanto. Nel finale si è fumato un gol clamoroso e in un paio d’occasioni è apparso poco lucido. La cosa comunque non mi preoccupa. Quando entrerà in forma, il Principe continuerà a buttarla dentro e ad essere il terminale offensivo di questa squadra.
La Roma ha giocato un buon primo tempo ma quando l’Inter gli ha pr
eso le misure si è dovuta arrendere. E’ stata punita da alcuni errori difensivi ma ciò non vuol dire che, come sostiene Ranieri, avrebbe meritato di vincere. Una grande squadra certi errori non li puoi commettere e non è mica colpa dell’avversario se li commette.
I giallorossi rimangono comunque una delle avversarie più insidiose in Italia e se recupereranno Adriano, potranno sicuramente vivere una stagione da protagonista.
Ora sotto con la Supercoppa Europea. La corsa verso il grande Slam è alla penultima tappa e non vogliamo certo fermarci qui. Forlan e Aguero destano più preoccupazioni di Totti e Vucinic (o Adriano extralarge) ma noi siamo i Campioni d’Europa. Non bisogna dimenticarlo.
FORZA INTER !!!


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


1 commento:

Nerazzurro ha detto...

Totti e soci sono stati ammutoliti. E abbiamo portato a casa il quarto trofeo.
Siamo a due passi dalla gloria.
FORZA INTER !!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails