GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 20 giugno 2010

SNEIJDER DECISIVO. GHANA SCIUPONE. CAMERUN ELIMINATO


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE E

OLANDA-GIAPPONE 1-0
52’ Sneijder (O)
Alla fine tocca a Wesley Sneijder inventare per vincere. All'8' della ripresa, una botta delle sue da fuori area, con erroraccio del portiere Kawashima, condanna il Giappone e regala all'Olanda il primo posto solitario nel Gruppo E.
Ancora una volta, basta poco all'Olanda per ottenere il massimo ed irrompere con più di un piede negli ottavi di finale del Mondiale sudafricano. Gli orange, come era già accaduto contro la Danimarca nel match d'esordio del torneo disputato a Johannesburg, giocano al risparmio, sembrano quasi in difficoltà di fronte al Giappone, ma alla fine vincono.
I primi minuti fanno sperare in una bella partita. L'Olanda ha classe, i giocatori si trovano che è una meraviglia. Ma presto qualcosa cambia. Gli orange fanno girare palla, raggiungono la trequarti senza incontrare alcun ostacolo, poi però arrivano i giapponesi a rovinare tutto. La squadra di Okada è ordinata e straordinariamente disposta al sacrificio. Parliamo di Giappone, del resto. Corrono come pazzi e nel momento chiave delle azioni olandesi interrompono il gioco. Succede così che Van Persie e compagni si innervosiscano, ma che il nervosismo non si trasformi in grinta. Manca qualcosa. Determinazione, fantasia, coraggio. E non arriva nessuna grande occasione.
Ci vuole una botta del trequartista nerazzurro per sbloccare il risultato e regalare tre punti pesanti all’Olanda.
All'Olanda va bene così, il suo Mondiale procede senza intoppi e fanno bene a festeggiare i tifosi venuti dai Paesi bassi. Se questa squadra riesce a vincere senza faticare troppo, ed esprimendo una percentuale piuttosto ridotta del proprio potenziale tecnico, cosa riuscirà a fare giocando magari al massimo. O comunque quando i suoi solisti decideranno che è arrivato il momento di alzare il ritmo e magari dare spettacolo? Se ne saprà di più a partire dagli ottavi. Mina vagante? 6 punti in due gare. In un Mondiale dove le big ondeggiano fra alti e bassi, l’Olanda è per ora l’unica certezza quasi assoluta.


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE D

GHANA-AUSTRALIA 1-1
10' Holman (A) - 26 rig. Gyan (G)
Il Ghana spreca un'occasione per ipotecare gli ottavi. Perché quando sei in parità al 24' e gli avversari hanno un uomo in meno, devi vincere. Tanto più se sei qualitativamente superiore. E invece tra Ghana e Australia finisce 1-1. Il verdetto del campo è quello giusto, perché gli australiani tengono alla grande e nella ripresa potrebbero anche vincere se Wilkshire si dimenticasse di essere un terzinaccio a tu per tu con Kingson.
Sfuma così per i ghanesi (che rimangono comunque la miglior squadra africana vista finora) una possibile quasi qualificazione agli ottavi nel girone D.
I canguri se la prendono con Rosetti per l'espulsione di Kewell al 25' (tocco di braccio sulla linea di porta, forse non del tutto volontario, ma decisione corretta), restano in piedi e rischiano pure il colpo gobbo nella ripresa.
L’espulsione poteva essere una svolta decisiva del match a favore degli africani e invece, vuoi per la bravura dell’Australia, vuoi per l’incapacità ghanese, il risultato rimane inchiodato sul pari che, in linea teorica, lascia aperte le possibilità di qualificazione anche per i canguri. Servirà il miracolo contro la Serbia nell'ultima partita ma in questo Mondiale abbiamo visto che tutto è possibile.


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE E


CAMERUN-DANIMARCA 1-2
9' Eto'o - 32' Bendtner - 60' Rommedahl
Il Camerun passa in vantaggio, crea le occasioni per chiudere il match ma poi capitola di fronte a una Danimarca partita male ma capace di riprendersi e capovolgere le sorti di una gara che sembrava segnata. E' tutto qui il 2-1 con cui Bendtner e Rommedahl rispondono ad Eto'o, in una gara spettacolare e aperta fino al 90'. E dalla gara escono anche i primi verdetti del Mondiale: l'Olanda (a quota 6) si qualifica agli ottavi, il Camerun (a zero) è eliminato dal Mondiale. Giovedì si decide la classifica finale: vincente e seconda di questo gruppo incroceranno le prime due del girone F, quello dell'Italia.
Vince la Danimarca, ma i 3 punti avrebbe potuto aggiudicarseli tranquillamente anche il Camerun che invece, come detto, è la prima squadra ad uscire da Sudafrica 2010. È stata una partita veloce, interessante, addirittura divertente. Un lusso visto il livello complessivo di questa prima tornata di sfide iridate. Camerun e Danimarca danno vita ad un duello senza esclusione di colpi, ricco di episodi e di palle-gol sprecate per un soffio. Entrambe le contendenti percepiscono l'importanza del match e la possibilità, in caso di successo dell'una sull'altra, di mettere almeno un piede negli ottavi.
Dopo l’esperimento fallito nella partita persa col Giappone il capitano del Camerun, Samuel Eto'o torna a fare il centravanti e non l’ala destra, ma non è bastato per vincere. Ne è stato sufficiente il cuore che ci mette l’attaccante dell’Inter.
Il Camerun torna a casa, per la Danimarca continua il sogno e, in caso di qualificazione, agli ottavi potrebbe trovare l’Italia.


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE




Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Rolandeo ha detto...

In effetti l'Olanda è quella che ha convinto di più. E se poi si vincono certe partite...
Mi dispiace per il Camerun ma è stata deludente finora.

Winnie ha detto...

Che gol Wesley !!!
Finora l'Olanda ha giocato un buon Mondiale, se non si perde per strada può dire la sua nella lotta al titolo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails