GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 11 maggio 2010

TUTTO DA DECIDERE IN TESTA. DECISIVI GLI ULTIMI 90 MINUTI



Manchester. Il calcio visto fuori dai confini nostrani.
Restano aperti i giochi dopo la 37a giornata di Serie A. Nelle prime quattro posizioni può ancora succedere di tutto. Decisivo l’ultimo turno.
Gara ricca di gol a San Siro, tra Inter e Chievo finisce 4-3. La squadra di Di Carlo passa addirittura in vantaggio. Feroce la reazione dei nerazzurri che si portano sul 4-1, poi il Chievo rialza la testa e limita i danni.
Vince in rimonta anche la Roma sul Cagliari. A Lazzari risponde Totti, che con una doppietta tiene vive le speranze scudetto dei giallorossi.
Tutto rimandato, come detto in apertura, anche per l’assegnazione dell’ultimo posto di accesso alla Champions. Palermo e Sampdoria impattano sull’1-1 in una partita in cui il tatticismo prevale sullo spettacolo. In goal Pazzini e Miccoli, entrambi su rigore. La sfida tra Palermo e Samp era anche quella tra i due “geni incompresi” Miccoli e Cassano; i quali molto probabilmente vedranno il Mondiale 2010 in Sudafrica dalla poltrona di casa. I due fuoriclasse a sprazzi hanno deliziato la platea del “Barbera”.
Nonostante la sconfitta subita sul campo del Genoa, il Milan ottiene la matematica certezza del terzo posto. Il minimo stagionale!
Stecca ancora la Juventus, incassando contro il Parma la quattordicesima sconfitta in campionato; la sesta in casa. I bianconeri chiudono il campionato al settimo posto e dovranno intraprendere la strada dei preliminari per accedere all’Europa League.
Vittoria e sesto posto matematico per il Napoli. Gli azzurri non danno scampo all`Atalanta e si impongono per 2-0. Straordinaria la prova di Quagliarella, autore di una doppietta. L’attaccante napoletano sceglie il modo migliore per rientrare dopo i tre turni di squalifica, e di fatto si ricandida ad un posto in
nazionale verso Sudafrica 2010 .
Pareggio interno con il già retrocesso Siena per 1-1 e decimo posto per la Fiorentina. I Viola non scelgono il modo migliore per congedarsi di fronte al proprio pubblico.
Termina con lo stesso risultato Bologna-Catania. A segno i rispettivi bomber: Di Vaio per i padroni di casa e Maxi Lopez per i catanesi; quest’ultimo giunto al decimo gol stagionale.
Udinese e Bari, libere da ogni patema di classifica, danno vita ad uno spettacolare pareggio: 3-3 il risultato finale.
Vince 2-1 la Lazio a Livorno e si conferma squadra da trasferta, ottenendo la sesta vittoria stagionale lontano dall’Olimpico.

CLASSIFICA DOPO 37 GIORNATE
INTER 79 Roma 77 Milan 67 Sampdoria 64 Palermo 62 Napoli 59 Juventus 55 Genoa 51 Parma 49 Fiorentina 47 Bari 47 Chievo 44 Udinese 44 Cagliari 43 Lazio 43 Catania 42 Bologna 41 Atalanta 35 Siena 31 Livorno 29.



VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE






***************************************************************************
Se ti è piaciuto l'articolo
,
iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
***************************************************************************

1 commento:

Tony ha detto...

Non avete detto della retrocessione dell'Atalanta.
In questi articoli c'è troppa premura di citare i Mondiali e alla fien si scrivono str....te.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails