ARTICOLI RECENTI

martedì 11 febbraio 2020

TRE SQUADRE IN UN PUNTO: SI ACCENDE LA LOTTA SCUDETTO

 CLASSE A Analisi e commenti sul Campionato Italiano 
E’ ufficiale: questo campionato è divertente come non mai. Tre squadre racchiuse in due punti non si vedevano da 18 anni. Bisogna risalire addirittura alla stagione 2001-2002 per ritrovare tre squadre con così pochi punti dopo 23 giornate. In quel caso la Juventus era prima a 47 punti, con Inter e Roma che inseguivano a 46. Come finì quella stagione se lo ricorderanno benissimo sia i tifosi della Juventus che quelli dell’Inter.
Tolta quella stagione (le tre squadre arrivarono a giocarsi il titolo all’ultima giornata), una lotta così serrata con tre squadre coinvolte non si era mia vista nel nuovo millennio.

Tra il 2000 e il 2004, a inizio primavera, 4 volte su 5 dei terzetti si sono trovati a battagliare per il tricolore. In 3 di questi 4 casi, però, le distanze non erano comunque colmabili in un solo turno. Juventus (50), Lazio (46) e Milan (45) nel ’99-’00. Juventus (51), Inter (48) e Milan (47) nel ’02-’03. Milan (58), Roma (53) e Juventus (52) nel ’03-’04.
Nelle ultime stagioni invece quasi sempre alla 23esima giornata il campionato era già indirizzato verso Torino. I testa a testa che hanno visto coinvolte Napoli e Roma sono stati per lo più teorici. L’anno scorso gli azzurri a questo punto avevano già 11 lunghezze di ritardo. L’Inter, terza, addirittura 20. Nel 2016-17 i giallorossi erano lontani 7 punti dalla vetta, come nel 2014-15. -6 invece nel 2013-14.
Solo in due occasioni il primato indiscusso della Juventus ha vacillato. Nel 2017-18 e nel 2015-16 i partenopei erano addirittura leader della classifica dopo 23 giornate. Rispettivamente a +1 e +2 sulle zebre. Poi il crollo nella parte finale del campionato. Ma stiamo parlando pur sempre di lotte a due.
Prima ancora, negli anni in cui a monopolizzare la Serie A era l’Inter di Mancini prima e Mourinho poi, mai alla quarta di ritorno si poteva concretamente credere che lo scudetto non fosse già praticamente assegnato. Nel 2009-10 la Roma arrivò seconda a -2, ma a fine febbraio era terza a -9.
Se le corse a due, concrete o ideali, si possono elencare con le dita, le volate a 3 sono state delle autentiche chimere. Nel 2010-11, stagione di transito tra l’era nerazzurra a quella bianconera, quando il tricolore fu vinto dal Milan, a 15 partite dalla fine c’erano le due milanesi (con i rossoneri già davanti) e il Napoli racchiusi in 5 punti. L’anno seguente la terza, sempre a -5, era la Lazio, con la Juve seconda e sempre il diavolo primo.
Ecco perché questa stagione promette scintille con Juventus, Inter e Lazio che, ci auguriamo, lotteranno fino alla fine per provare a vincere il titolo. I bianconeri vorrebbero ribadire la loro egemonia, l’Inter vorrebbe interrompere il filotto bianconero, la Lazio è il terzo incomodo (e come si suol dire, tra i due litiganti…). Chi la spunterà? Speriamo di rimanere col fiato sospeso fino a maggio.
 Mattia 

Inserisci il tuo indirizzo mail:


Servizio offerto da FeedBurner

9 commenti:

LadyMarianne ha detto...

Mi auguro in una corsa punto a punto fino all'ultima giornata. Sarebbe uno spettacolo meraviglioso.

Entius ha detto...

Ce lo auguriamo tutti. Dopo anni di monopoli, avere un campionato equilibrato e combattuto non può che essere un fattore positivo.

Entius ha detto...

Ovviamente campionato combattuto con un finale a tinte nerazzurre.

Nerazzurro ha detto...

Il precedente del 2001-2002 non è beneaugurante. Per il finale del 5 maggio, ma anche perché si arrivò a quel finale grazie anche ad alcune decisioni arbitrali molto discutibili.

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

@Nerazzurro. Quello senza ombra di dubbio. Figurati se Nicchi e compari fanno vincere l'Inter o la Lazio

Stefano ha detto...

Mi auguro, come tutti, una corsa scudetto equilibrata e combattuta fino alla fine. E mi auguro (ma questa è utopia) che a decidere il vincitore siano i gol di Cristiano Ronaldo, Lukaku e Immobile e non le decisioni arbitrali di questo o quell'arbitro.

Nicola ha detto...

I gol di Cristiano Ronaldo come ieri sera? Non credo proprio in una corsa scudetto senza influenze arbitrali.

Gaetano73 ha detto...

Purtroppo il tifoso sfigato e frustrato nn accetterà mai e dico mai una vittoria della Juve, neppure se dovesse vincerle tutte 4-0 a partite da domenica.
Pertanto se vincerà la Juve il campionato sarà stato falsato da decisioni arbitrali, se vinceranno inter o lazio allora sarà stato regolarissimo e vinto con merito.
Il pagliaccio che qui sotto fa riferimento al gol di CR7 ieri, nn si domanda come mai la Lazio abbia avuto così tanti rigori qst'anno, molti davvero dubbi. Nn si indigna dopo aver rivisto il fallo su Cornelius. Nn ricorda l'operato di Fabbri in Lazio-Juve. Lui, come tutti d'altronde, guarda solo la Juve ed è talmente sfigato che accetterebbe una vittoria laziale condita da torti arbitrali senza battere ciglio....l'importante è che nn vinca la Juve.

Simone ha detto...

Non si può negare che la Juventus sia ancora un gradino sopra le altre due. I bianconeri rimangono i favoriti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails