ARTICOLI RECENTI

lunedì 26 agosto 2019

INTER, INIZIARE NEL MIGLIORE DEI MODI PER DARE UN SEGNALE

Siamo pronti. Dopo aver visto gli esordi (vincenti e non senza qualche polemica) di Juventus e Napoli sabato sera e di tutte le altre ieri sera, stasera toccherà all’Inter scenderà in campo per il suo esordio stagionale. Esordio che vedrà il debutto sulla nostra panchina del nuovo tecnico Antonio Conte. Di fronte il Lecce con cui Antonio Conte fece il suo esordio da giocatore in Serie A nella stagione 1985-86 e che il tecnico nerazzurro ha affrontato due volte da allenatore rimediando una vittoria e un pareggio. Ma dei precedenti del nostro tecnico contro il Lecce interessa poco, quello che è importante è la sfida di stasera. Conta partire bene e iniziare subito a mettere le cose in chiaro con le nostre avversarie (e anche con i giornalisti che stanno lì pronti sul trespolo pronti ad attaccare l’Inter e Conte al primo passo falso).

Conte è alle prese con una rosa “work in progress” e per questa prima uscita a San Siro si affiderà per 9/11 all’Inter spallettiana. In porta capitan Handanovic, chiamato a guidare la difesa a tre che, vista l’indisponibilità dell’infortunato Godin, sarò composta da D’Ambrosio, Skriniar e De Vrij. Centrocampo a cinque che sarà composto da Candreva (reduce da un buon pre-campionato) e Asamoah sulle fasce e Brozovic, Sensi (che finora ha sorpreso tutti) e Vecino in mezzo. Solo panchina per Barella, non ancora al meglio. In avanti il nuovo centravanti nerazzurro Lukaku affiancherà Lautaro Martinez con il baby Esposito che, dopo aver impressionato positivamente tutti in questa estate, potrebbe trovare spazio nella ripresa.
I precedenti sono un monologo nerazzurro. L’Inter infatti ha vinto 14 delle 15 sfide fin qui disputate. L’unica affermazione giallorossa risale al novembre 2000 quando Vugrinec segnò il gol che diede i tre punti ai salentini. Negli anni 90 spesso la sfida è finita in goleada (20 gol realizzati in 4 confronti). Si va dal netto 5-0 del gennaio 1991 al tennistico 6-0 del 21 novembre 1999 passando per un 4-1 dell’8 aprile 1994 e un altro 5-0 (con tripletta di Ronaldo) del febbraio 1998. L’ultimo confronto risale al 21 dicembre 2011 e finì 4-1 per i nerazzurri. Anche in quella stagione la sfida era programmata alla prima giornata, ma in quella occasione si rimandò il turno per lo sciopero dei giocatori.
Con questi precedenti non ci rimane che sperare in un esordio vincente. Tanto più che è dal settembre 1992 che l’Inter è imbattuta alla prima giornata contro squadre neopromosse (da allora sette vittorie e due pareggi). Le premesse sono positive, ma guai a distrarsi. La sorpresa è dietro l’angolo e incappare in un risultato sfortunato è un attimo (tanto più che l’Inter ha rimediato tre sconfitte nelle ultime otto partite d’esordio stagionale in Serie A, di cui due ko nelle tre prime giornate più recenti). Quindi miei cari ragazzi, mi raccomando, siate svegli e reattivi e portate a casa questi tre punti. FORZA INTER !!!

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

3 commenti:

Winnie ha detto...

Io sono ottimista. Forse non faremo una grande partita ma sono sicuro che porteremo a casa la vittoria.

Nerazzurro ha detto...

Concordo con Winnie. Stasera ci sono ottime possibilità che portiamo a casa i tre punti.

Brother ha detto...

La bella prestazione il 26 agosto non si pretende. La vittoria assolutamente sì.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails