ARTICOLI RECENTI

lunedì 22 luglio 2019

COPPA D'AFRICA, L'ALGERIA FA FESTA, BEFFATO IL SENEGAL

COPPA D’AFRICA 2019 - FINALE
SENEGAL-ALGERIA 0-1
2' Bounedjah

Senegal: Gomis; Gassama, Sabaly, Sane, Kouyate; Gueye, Ndiaye (59' Diatta); Saivet (75' Diagne), Sarr, Mane; Niang (85' Keita Balde). Ct: Cisse.
Algeria: Mbolhi; Zeffane, Bensebaini, Benlamri, Mandi; Mahrez, Feghouli (85' Jean-Tahrat), Bennacer, Guedioura; Belaili (84' Brahimi), Bounedjah (89' Slimani). Ct: Belmadi.
Arbitro: Alioum (Cmr)

29 anni dopo, un nuovo titolo: l'Algeria vince la Coppa d'Africa 2019, battendo in finale il Senegal con il risultato di 1-0. Il gol vittoria per i Guerrieri del Deserto arriva subito: dopo due minuti la conclusione dalla distanza di Bounedjah viene deviata da Sane e si insacca in rete. I Leoni della Teranga reagiscono e macinano gioco, ma non trovano la rete del pareggio per imprecisione e per le parate di Mbolhi. Nella ripresa il copione non cambia, Niang e compagni spingono mentre dall'altra parte il prossimo milanista Bennacer contribuisce a difendere il prezioso vantaggio. Il Senegal recrimina con l'arbitro, che al quarto d'ora del secondo tempo prima assegna un rigore per fallo di mano di Guedioura poi, dopo revisione al VAR, lo cancella. Finisce così: 1-0 al Senegal, l'Algeria è campione della Coppa d'Africa.

La finale di questa sera è stata simile, per larghi tratti, a quella dell'ultima Champions fra Liverpool e Tottenham, con gli algerini subito a segno e poi preoccupati soprattutto di difendere il risultato. Ma va detto che il Senegal ha le sue colpe, perché è apparso incapace di offendere, e quindi rendersi pericoloso in avanti, pur disponendo di talenti offensivi come Manè e Niang.
Continua quindi la maledizione del Senegal, che pur essendo una delle migliori nazionali d'Africa, e forse in questo momento la numero uno in assoluto, non riesce a vincere la Coppa. Forse avrebbe meritato il pari. Il suo secondo tempo è stato caotico ma coraggioso. La formazione allenata da Cisse non giocava una finale da 16 anni. Nel '90 le due squadre si erano ritrovate contro in semifinale: vinse l'Algeria di Madjer (licenziato come ct e come protagonista di movimentate conferenze stampa, nel giugno del 2018) che poi avrebbe conquistato il titolo (che sino a ieri era anche l'unico).
Ha vinto l'Algeria, 29 anni dopo la prima volta. Uno a zero. Autorete. Non è stata una bella partita. E' stata solo una finale. Importante e isterica. Purtroppo non è una novità. Il calcio africano rimane intrappolato nel suo annoso equivoco: non è abbastanza europeo, ma al tempo stesso non è più confusionario com'era durante le prime edizioni della Coppa d'Africa. E' una lodevole ma indefinibile via di mezzo, il calcio africano. Pieno di stelle, ma buio.
Una via di mezzo che parla sempre più italiano (in campo nella finale, Niang, ex Milan, Bennacer, che dall’Empoli sta approdando al Milan, e Gomis, portiere senegalese della Spal, senza contare lo squalificato Koulibaly) e sempre più ricca di campioni. Ci sono almeno dieci calciatori africani tra i migliori trenta del mondo (fra cui Mane e Mahrez che questa finale l'hanno giocata). Senza contare Salah, o Koulibaly (tra i migliori difensori al mondo). O magari, Ounas (anche lui assente in finale) o l’ex Lazio e Inter Keita Balde.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti?
☀☀☀ ISCRIVITI AI FEED ☀☀☀

2 commenti:

Salvatore ha detto...

Mi dispiace per il Senegal. Avrebbe meritato il titolo...

Entius ha detto...

Il Senegal ha un ottima rosa. Ma non sempre avere tanti campioni vuol dire riuscire a vincere. Vedi l'Argentina...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails