ARTICOLI RECENTI

domenica 17 marzo 2019

CUORE E ORGOGLIO INTER: VITTORIA E SORPASSO

Serie A 2018-2019 – 28^ Giornata
 MILAN - INTER 2 -
 3' VECINO – 51’ DE VRIJ – 57’ Bakayoko – 67’ L. MARTINEZ (rig.) – 71’ Musacchio 

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (13' st Cutrone); Kessie (24' st Conti), Bakayoko, Paquetà (1' st Castillejo); Suso, Piatek, Calhanoglu.
A disp.: Reina, A. Donnarumma, Borini, Bertolacci, Zapata, Abate, Biglia, Caldara, Laxalt.
All.: Gattuso.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Gagliardini, Brozovic (23' st Borja Valero); Politano (39' st Candreva), Vecino (47' st Ranocchia), Perisic; Lautaro Martinez.
A disp.: Padelli, Keita, Cedric, Dalbert.
All.: Spalletti.
Arbitro: Guida

L’Inter che non ti aspetti. Tre giorni dopo l’oscena figuraccia fatta contro l’Eintracht in Europa League, i nerazzurri sfoderano una grandissima prestazione e conquistano il derby del sorpasso con cuore, coraggio, aggressività e passione. Dopo il gol di Vecino in apertura di match, ecco un secondo tempo scoppiettante con il raddoppio di De Vrij, il gol di Bakayoko, la rete su rigore (fallo su Politano) di Lautaro Martinez e il sigillo di Musacchio a confezionare un 3-2 che regala all’Inter tre punti fondamentali (+6 sulla Roma, quinta e battuta dalla Spal) e soprattutto tanta fiducia in vista del futuro.
Spalletti rispetto a giovedì recupera Asamoah, Gagliardini, Lautaro Martinez e Brozovic. Il colpo del tecnico di Certaldo è schierare una sorta di 4-4-1-1 con Vecino da trequartista dietro Martinez. A centrocampo Politano e Perisic sugli esterni e Brozovic e Gagliardini in mezzo, mentre la difesa è quella tipo con D’Ambrosio e Asamoah esterni e Skriniar e De Vrij centrali difensivi.

All’Inter bastano tre minuti per andare in vantaggio. Perisic crossa, Lautaro fa la sponda e Vecino da solo a centro area non può sbagliare: 1-0 per l’Inter. Dopo un tiro di Paquetà, alla mezzora d’Inter avrebbe l’occasione per raddoppiare. E’ ancora Vecino a colpire in area, ma il suo piatto destro vola sopra la traversa.
Gattuso cambia ad inizio ripresa (Castillejo per Paquetà), ma dopo solo sei minuti arriva il raddoppio dell'Inter: cross di Politano, De Vriji stacca e colpisce di testa indirizzando verso l'incrocio dove Donnarumma non può arrivare.
L’Inter ha in mano la gara, ma il Milan non vuole mollare. Al 57esimo è Bakayoko di testa, su punizione di Calhanoglu, a superare Handanovic e riaprire il match. Ma l'Inter ristabilisce però i due gol di distanza. Castillejo atterra in area Politano e l’arbitro Guida concede il rigore. Dal dischetto ci pensa Lautaro Martinez a firmare il terzo sigillo nerazzurro della serata. Ma il Milan non ha nessuna intenzione di cedere il passo ai cugini e al 71esimo accorcia di nuovo le distanze con Musacchio che da pochi passi batte Handanovic dopo una mischia in area. Le immagini mostrano però che il gol sarebbe da annullare per un netto fuorigioco di Piatek, ma l’arbitro e il Var non sono dello stesso parere. L’Inter soffre, ma regge bene. All’88esimo l’arbitro mostra il rosso diretto a Conti per un fallo duro su Lautaro Martinez. Dopo il controllo al Var però il direttore di gara cambia la decisione e ammonisce soltanto il giocatore. Prima del triplice fischio finale Handanovic compie un miracolo su Castillejo e soprattutto al 95esimo D'Ambrosio salva su Calabria.
Finisce 3-2 per l’Inter. Vittoria, come già scritto, importante per il morale nerazzurro e per la classifica. Ottima la prestazione di Lautaro Martinez (più gioca e più si sente meno la mancanza dell’altro attaccante argentino), molto bene anche Politano, decisivo Vecino per il gol e per la posizione in campo, ma decisivo anche D’Ambrosio con quel salvataggio all’ultimo minuto. Prestazione positiva anche per Gagliardini e per Perisic che ha riscattato l’inguardabile performance di tre giorni fa. Gli applausi vanno fatti anche a Spalletti che ha saputo preparare bene il derby e si è giocato le sue carte nel migliore dei modi.
Torniamo terzi, sorpassiamo i cugini (ed effettuare il sorpasso dopo un derby è una goduria doppia) e teniamo a distanza la Roma quinta. Non potevamo chiedere di più a questo weekend. FORZA INTER !!!





Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

5 commenti:

Winnie ha detto...

Prestazione superlativa!!! E vittoria meritatissima!!!
Tic… Toc… Tic… Toc… Tic… Toc… la freccia del sorpasso è accesa. Anzi, sorpasso già effettuato.

Brother ha detto...

Buona partita. Qualche brivido nel finale, ma può starci. Contava vincere e abbiamo vinto. Come scrive Entius, non potevamo chiedere di più a questo weekend.

Nerazzurro ha detto...

Ma i tifosi rossOneri che facevano gli sboroni alla vigilia che fine hanno fatto? Dovevano vincere, dovevano farci un mazzo così, dovevano darci una lezione di calcio.
Dovevano smetterla di fumare roba scadente. :-)

Nerazzurro ha detto...

Qualcuno ha visto Piatek? Deve essersi perso per strada…

Entius ha detto...

@NErazzurro. Prova a chiedere a Skriniar e De Vrij. Loro lo sanno sicuramente che fine ha fatto il pistolero.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails