ARTICOLI RECENTI

lunedì 3 dicembre 2018

UN BUON PUNTO MA SI POTEVA E SI DOVEVA FARE DI PIU'

È un vero peccato che il commento su Roma-Inter alla fine si sia ridotto al rigore non dato alla Roma. Risultato (ed episodi) a parte, credo che sia stata una bella partita, ben giocata da entrambe le parti e aperta a qualsiasi risultato. Avrebbe potuto vincere la Roma, avrebbe potuta spuntarla l’Inter, sarebbe potuta finire 4-4. Il rigore su Zaniolo c’era. L’abbiamo detto e scritto tutti, subito. È stato clamoroso il fatto che Rocchi non l’abbia dato ed è ancora più clamoroso se l’addetto alla Var ha visto le immagini e ha giudicato il fallo non da rigore.
Meno chiaro (e di conseguenza meno clamoroso) il rigore su Icardi nel finale. Manolas dà una spallata e sbilancia l’attaccante nerazzurro che altrimenti avrebbe tranquillamente tirato in porta. Difficile giudicare in questi casi. Il contatto c’è, ma potrebbe essere considerato anche un semplice contrasto spalla contro spalla. Se l’arbitro avesse fischiato rigore non sarebbe stato scandaloso (anche se non oso immaginare le infinite polemiche che ne sarebbero scaturite).


Va bene, basta parlare di episodi dubbi. Roma-Inter è stata una bella partita e come tale va analizzata. Vi confesso che sono ancora infastidito per come è andata la partita. Se Brozovic non avesse commesso quella grossa ingenuità forse saremmo riusciti a portare a casa i tre punti. E ci sono delle colpe anche sul gol di Under visto che nessuno va a chiudere sul turco (Handanovic non abbozza nemmeno la parata, ma bisogna ammettere che comunque fermare quel tiro non era semplice). Un punto a Roma non è mai da buttare (come scritto all’inizio avremmo anche potuta perderla), ma la partita di ieri sera si trascina dietro le stesse sensazioni della trasferta di Londra di mercoledì scorso. Il risultato può starci, ma avremmo potuto e dovuto fare qualcosa in più. Come scriveva Brother stamattina è mancata quella cattiveria necessaria per dare un qualcosina in più. Certo, bisogna sempre tenere conto che di fronte abbiamo un avversario con le nostre stesse motivazioni e la Roma ieri sera era messa in campo davvero bene (che gran giocatore Zaniolo, è un vero peccato averlo ceduto), ma se la partita si mette bene per te (e dopo il gol di Icardi eravamo noi ad avere il coltello dalla parte del manico), devi essere bravo a saperla portare a casa. Cosa che purtroppo non abbiamo fatto.
L'episodio incriminato...
Capita, a volte può capitare. Non per questo motivo dobbiamo sparare addosso a giocatori e allenatore. Qualcuno ha addirittura scritto “L’Inter conquista un punto a Roma. -13 dalla salvezza” (si commenta da solo…). Per non parlare delle critiche a Spalletti. Certo, qualche errore l’ha commesso, come insistere su Perisic, ma a posteriori è sempre facile parlare. Il croato è uno di quei giocatori che possono cambiarti la partita, purtroppo ultimamente non è al top e la sua presenza è diventata un fardello più che un’arma in più. Ma fino a 10 giorni fa anche Keita era inguardabile. E vogliamo di Borja Valero? E ora tanto l’ex laziale quanto lo spagnolo stanno giocando bene (Borja è stato tra i migliori a Londra).
Sarebbe poi utile tenere sempre in mente chi siamo e quali sono i nostri obiettivi. La favola dell’anti-juve serve solo ai nostri detrattori per darci addosso quando le cose vanno male. Noi siamo solo una squadra in crescita, che punta a migliorarsi e che ha come obiettivo fare meglio dello scorso anno, ovvero arrivare secondi o terzi e possibilmente senza l’affanno dell’ultima giornata. La capolista è ancora lontana e al momento, a mio avviso, anche il Napoli è un paio di gradini più su di noi. Se teniamo bene in mente questi elementi, anche un pareggio a Roma (aldilà di come è arrivato) assumerà ben altra prospettiva. FORZA INTER !!!



6 commenti:

Brother ha detto...

Un punto a Roma non è mai da buttare, ma, come scrivi anche tu, non puoi buttare via una partita che hai in pugno. Vabbè, pazienza. Guardiamo avanti.

Winnie ha detto...

Da due giorni non si fa altro che parlare del rigore non dato alla Roma. Non mi pare che dopo Sassuolo-Inter o Inter-Parma ci sia stato lo stesso clamore…

Entius ha detto...

Ma dopo Sassuolo-Inter e Inter-Parma c'è stato qualche dirigente che è andato davanti ai microfoni a recriminare? Non mi pare di ricordare. La differenza purtroppo sta tutta qui: gli altri si ribellano e fanno rumore, noi invece rimaniamo in silenzio.

Matrix ha detto...

@Entius. La nostra dirigenza ha peso specifico pari allo zero. Se parla Totti tutti si inchinano a 90 gradi, se parla Zanetti non lo caga nessuno.

Nicola ha detto...

L'ho già scritto nel post precedente, occhio che per venerdì ci stanno preparando un servizietto niente male. Sicuramente vi ricorderete cosa successe dopo Inter-Fiorentina. I viola si lamentarono per il rigore che ci assegnarono e il sabato dopo in Sampdoria-Inter abbiamo dovuto segnare tre gol per vedercene convalidato uno. E lì parlavamo di Fiorentina e Sampdoria. Stavolta ci sono di mezzo Roma e Juventus, quindi preparatevi al peggio.

Gaetano ha detto...

Ma smettila Nicola di piangere e di dire cavolate (voglio essere educato).
Guarda caso un'altra lamentela contro di voi e se non ricordo male trattasi di un rigore solare negato a Chiesa.
Ma andiamo oltre.
A Genova 3 gol per vedertene assegnare uno? Ma non siete onesti? Volevi vincerla con gol palesemente irregolari? Anche alla Samp è stato annullato un gol irregolare nella partita che citi.
Smettila di frignare e di mettere le mani avanti.
Capisco che ci siete abituati, ne avete fatto il vostro mantra…..non vinciamo perché non ci fanno vincere.
Ci sono di mezzo Roma e Juve? Beh con la Roma vi è andata di lusso e non solo con lei come tu stesso ci hai ricordato

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!