ARTICOLI RECENTI

mercoledì 12 dicembre 2018

DELUSIONE INTER, SOLO UN PARI: E' ELIMINAZIONE

Champions League 2018-2019 – Girone B Sesta Giornata
INTER - PSV EINDHOVEN 1 - 1
13’ Lozano – 73’ ICARDI

INTER (4-3-3) Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (dal 24' s.t. L. Martinez); Candreva (dall'11' s.t. Keita), Brozovic, Borja Valero; Politano (dal 38' s.t. Vrsaljko), Icardi, Perisic. (Padelli, Ranocchia, Miranda, Nainggolan). All. Spalletti
PSV (4-3-3) Zoet; Dumfries, Sainsbury, Viergever, Angelino; Hendrix, Gutierrez (dal 20' s.t. Sadilek), Rosario; Bergwijn (dal 26' s.t. Malen), De Jong, Lozano (dal 50' s.t. Pereiro). (Room, Isimat-Mirin, Behich, Rigo). All. Van Bommel
ARBITRO Zwayer

Siamo fuori dalla Champions League. Il Tottenham non vince al Camp Nou (come era logico immaginare), ma l’Inter non riesce a battere il Psv Eindhoven e deve salutare la massima competizione europea accontentandosi (si fa per dire) dell’Europa League. Una partita che, dopo una buona partenza, si complica dopo appena 12 minuti grazie ad un erroraccio di Asamoah che permette a Lozano di portare in vantaggio gli olandesi. Il gol di Icardi al 73esimo rilancia le speranze nerazzurre, ma il gol della vittoria non arriva e l’1-1 maturato a Barcellona elimina i nerazzurri. L’avventura in Champions League dei nerazzurri, attesa per sei anni, finisce qui. Da primavera sarà Europa League. Ad agosto ci avremmo messo la firma, oggi suona come una pesantissima sconfitta.

Spalletti ha qualche problema a centrocampo (Joao Mario e Gagliardini non sono nella lista Champions, Vecino è out e Naingollan non è al meglio) e opta per Candreva nei tre di centrocampo insieme a Brozovic e Borja Valero, in attacco Politano, Icardi e Perisic, in difesa D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij e Asamoah.

L’Inter parte forte, Perisic sfiora subito il gol del vantaggio dopo 4 minuti. Nel frattempo da Camp Nou rimbalzano buone notizie con il Barcellona che segna con Dembelé.
Ma al 12esimo l’Inter frana malamente. Asamoah perde sciaguratamente palla, Bergwijn gliela ruba e piazza un cross per Lozano che di testa porta in vantaggio gli ospiti. L’Inter è in bambola e Handanovic sventa il raddoppio pochi minuti dopo.
I nerazzurri riprendono le redini in mano e ci provano con Politano (scatenato sulla destra) e Icardi. Al 38esimo Candreva mette al centro una palla invitante su cui Perisic non arriva per poco.
La ripresa si apre con un’occasionissima per Icardi su cui Zoet compie quasi un miracolo. Il portiere olandese ci mette una pezza anche al 53esimo su una sassata di Politano.
Spalletti butta nella mischia Keita al posto di Candreva. E’ proprio il neoentrato ad innescare l’azione del 60esimo: cross morbido da sinistra per la sponda di Icardi, Borja Valero ha tempo e spazio per sparare in porta la girata ma viene fuori un tiro floscio. Altro tentativo sei minuti dopo: destro di Icardi, la deviazione spinge la palla fuori di un soffio. Spalletti prova il tutto per tutto e mette dentro anche Lautaro Martinez al posto di un pessimo Asamoah. E la mossa sortisce i suoi effetti. Al 73esimo Politano proietta un pallone strepitoso da destra per Maurito ICardi che da solito rapace d’area la butta dentro: 1-1 e l’Inter che inizia a sperare (al Camp Nou è sempre 1-0 per il Barca).
I nerazzurri tirano un pò i remi in barca, non osano qualcosa in più e al 85esimo arriva la beffa dalla Spagna. Lucas Moura segna l’1-1 che qualifica il Tottenham.
Il forcing finale dell’Inter sfocia in tre grosse occasioni: Keita appoggia il pallone a Zoet, Icardi si fa anticipare da un difensore e Lautaro Martinez spedisce sopra la traversa le speranze del popolo nerazzurro.
Finisce 1-1. L’Inter è fuori. Meritatamente per quello che si è visto stasera. Incapaci di reagire dopo lo svantaggio (mancavano 77 minuti, una vita), confusionari negli attacchi finali, troppo preoccupati di cosa sarebbe successo al Camp Nou, senza rendersi conto che prima di tutto dovevamo pensare a vincere la nostra partita. Delusione, tanta delusione. Il girone era proibitivo, ma se avessimo fatto il nostro saremmo riusciti a centrare la qualificazione e a continuare a respirare aria di Champions League. E invece si va in Europa League. Mestamente. FORZA INTER !!!

6 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Delusione, grandissima delusione. Essere eliminati era da mettere in preventivo, ma non così. Alla fine avremmo anche potuto centrare la qualificazione.

Matrix ha detto...

Senza parole...

Entius ha detto...

Sì, Nerazzurro, essere eliminati era in preventivo e ad agosto avremmo firmato per un terzo posto, ma arrivare terzi in questo modo c'é tanta delusione. Neanche rabbia, solo delusione.

Nicola ha detto...

Se ieri sera avessi avuto Asamoah tra le mani non avrebbe fatto una bella fine.

Winnie ha detto...

Inutile prendercela con Asamoah. Ha sbagliato completamente l'atteggiamento tutta la squadra. Abbiamo subito gol al 13esimo, c'era una vita per recuperare. E anche dopo il pareggio avremmo potuto osare di più invece di sperare nel Barcellona.

Gaetano73 ha detto...

Nicola ma cosa dici!!!
Hanno segnato al 13°.Hai tutto il tempo per recuperare. Giochi in casa. Il Tottenham perde....Cosa altro volevi?
Se gli spurs avessero vinto allora potevi anche fartene una ragione, ma tu devi vincere con una squadra ultimissima nel girone e senza motivazioni.Dovevi entrare in campo con il sangue agli occhi.
Asa ha fatto un errore da pivello, ma gettargli la croce addosso nn è giusto.
Pagate lo scellerato, almeno fino ad ora, acquisto di un alcolizzato, fumatore, donnaiolo e testa calda del ninja, che poco o nulla ha dato alla vs.causa.uno che preferisce le discoteche alla vita da atleta.Acquisto manco a dirlo voluto fortissimamente dal vs.mister, lasciando alla Roma un ragazzo che io nn conoscevo ma che si sta rivelando un grandissimo talento.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails