ARTICOLI RECENTI

martedì 19 giugno 2018

RUSSIA, TRAVOLGENTE VITTORIA CON VISTA SUGLI OTTAVI

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone A
RUSSIA-EGITTO 3-1
47’ Fathy (aut.) – 59’ Cheryshev – 62’ Dzyuba – 73’ Salah (rig.)

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Zhirkov (dal 41' s.t. Kudriazov); Zobnin, Gazinsky; Smedov, Golovin, Cheryshev (dal 29' s.t. Kuziaev); Dzyuba (dal 34' s.t. Smolov). (Lunev, Gabulov, Semenov, Granat, Miranchuk, Anton, Miranchuk, Erokhin, Smolnikov). All. Cherchesov.
EGITTO (4-2-3-1): El Shenawy; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdelshafy; Hamed, Elneny (dal 19' s.t. Warda); Salah, Said, Trezeguet (dal 23' s.t. Sobhy); Mohsen (dal 37' s.t. Kahraba) (El Hadary, Ekramy, Elmohamady, Gaber, Morsy, Ashraf, Hamdy, Ekramy, Shikabala, Saad). All. Cuper.
ARBITRO: Caceres (Par)

La Russia travolge per 3-1 l' Egitto e conquista la seconda vittoria del girone, che la proietta, anche se non ancora matematicamente, agli ottavi di finale della competizione (girone chiuso nel caso di vittoria dell' Uruguay contro l' Arabia Saudita).
A San Pietroburgo succede tutto nella ripresa: prima l'autorete di Fathi (47esimo) che sblocca il match, poi il raddoppio di Cheryshev (59') e poco dopo il gran gol di Dzyuba (62') che tolgono il fiato all'Egitto, salvato nell'onore da un rigore di Salah (73esimo).
La Russia parte bene, sfruttando la vivacità di Golovin e Cheryshev e tentando spesso il cross dalle fasce per la testa di Dzyuba. L'Egitto soffre il pressing e non riesce mai a ripartire in contropiede ed a servire Salah.
Tutt'altra musica nella ripresa: il goffo autogol di Fathi spiana la strada al secondo successo della squadra di casa, che nel giro di 10 minuti segna altri due gol con Cheryshev (attuale capocannoniere insieme a Ronaldo) e con Dzyuba, autore di un'altra ottima prestazione al posto di Smolov.
Salah avrebbe potuto riaprire il match poco prima del 2-0 se il suo sinistro da dentro l'area di rigore non fosse stato murato in corner dalla difesa russa. Il giocatore del Liverpool trova comunque la soddisfazione del primo gol ad un mondiale dopo il rigore concesso dall'arbitro grazie all'ausilio del VAR.
La Russia vince ancora, un tris all'Egitto dopo la cinquina all'Arabia Saudita e passa virtualmente alla seconda fase del Mondiale che ospita. Con 6 punti dopo due gare e un +7 nella differenza reti (criterio principale per determinare la classifica in caso di arrivo a pari punti nel girone), la nazionale di Cherchesov potrà affrontare l'Uruguay con un bel margine di sicurezza: tutto lascia pensare che lunedì a Samara i tifosi di casa festeggeranno la prima qualificazione al secondo turno di un Mondiale da quando esiste la Federazione russa (la certezza aritmetica potrebbe arrivare già domani, a patto che i sudamericani non perdano). Per l'Egitto di Salah si fa durissima: c'è da sperare anzitutto in un'impresa dell'Arabia Saudita contro l'Uruguay, altrimenti sarà finita.

 BREAKING NEWS “MONDIALE” 
Renato Tapia, 22enne centrocampista del Feyenoord, a causa di un duro colpo alla testa subito da Simon Kjaer, non si ricorda nemmeno un minuto degli 87 giocati contro la Danimarca. L'unico ricordo l'inno nazionale pre-gara.

 Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi   contenuti !!! 

1 commento:

Winnie ha detto...

L'Egitto è stato esaltato per la presenza di Salah, ma in realtà la formazione africana non è tutta sta gran squadra e si è visto benissimo sia contro l'Uruguay che contro la Russia.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!