ARTICOLI RECENTI

lunedì 18 giugno 2018

URLO KANE, L'INGHILTERRA VINCE AL 91ESIMO - MERTENS LANCIA IL BELGIO

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone G
TUNISIA-INGHILTERRA 1-2
11’ Kane – 35’ Sassi (rig.) – 91’ Kane

TUNISIA (4-3-3): Hassen (16'pt Ben Mustapha); Meriah, Ben Youssef S., Bronn, Maaloul; Skhiri, Badri, Sassi; Ben Youssef F, Khazri (40'st Khalifa), Sliti (28'st Ben Amor). (Mathlouthi, Ben Alouane, Bedoui, Haddadi, Nagguez, Chaaleli, Khalil, Srarfi, Khaoui). All. Maaloul
INGHILTERRA (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Alli (32'st Loftus Cheek), Henderson, Lingard (45'st Dier), Young; Sterling (25'st Rashford), Kane. (Pope, Butland, Rose, Cahill, Jones, Alexander-Arnold, Delph, Vardy, Welbeck). All. Southgate
ARBITRO: Roldan (Colombia)

L'Inghilterra non stecca l'esordio mondiale. I "Tre Leoni" di Southgate hanno dominato il match contro la Tunisia, trovando però la vittoria per 2-1 solo al 91esimo.
La nazionale di Southgate domina la prima mezz'ora del match, andando in gol con Kane dopo 11 minuti e sfiorando il raddoppio con Henderson e Lingard, che non si intende con Trippier e calcia a lato da ottima posizione.
La Tunisia non si fa vedere quasi mai della parti di Pickford, ma trova il pari sul calcio di rigore concesso dall'arbitro per una leggerezza di Walker (manata a palla lontana a Ben Youssef) e realizzato da Sassi.
Il pareggio tunisino però non cambia gli equilibri in campo, con l'Inghilterra che prima di andare negli spogliatoi sbaglia tre clamorose occasioni per il nuovo vantaggio, due volte con Lingard (palo) ed una con Stones (che svirgola la conclusione da pochi metri).
La ripresa vede gli inglesi essere meno capaci di pressare i tunisini sin dalla loro area di rigore e meno ficcanti nelle loro folate offensive.
Ma al primo minuto di recupero arriva il colpo di testa vincente di Kane che regala tre punti meritatissimi (e a quel punto quasi insperati) alla formazione di Southgate.
L'Inghilterra gioca bene; in velocità e con imprevedibilità; è tecnica e fisica al punto giusto; ma segna poco, o meglio, conclude molto poco in relazione alla mole di gioco costruita. E dietro è tutt'altro che attenta. Gli inglesi ringraziano il senso del gol del suo bomber per prendersi i tre meritatissimi punti. Perché il pari, che resiste fino al 91', sarebbe stato una beffa clamorosa. I Leoni di Southgate, al di là della modestia dell’avversario, sono la miglior squadra vista fin qui in Russia. Un primo tempo dominato, con sei conclusioni nello specchio della porta e una superiorità oggettivamente imbarazzante.

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone G
BELGIO-PANAMA 3-0
48’ Mertens – 69’ Lukaku – 75’ Lukaku

BELGIO (3-4-2-1)Courtois; Alderweireld, Boyata, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel (dal 45’ s.t. Chadli), Carrasco (dal 29’ s.t. Dembelé); Mertens (dal 38’ s.t. T.Hazard), E. Hazard; Lukaku. (Mignolet, Casteels, Vermaelen, Kompany, Dendoncker, Fellaini, Tielemans, Januzaj, Batshuayi). Allenatore: Martinez.
PANAMA (4-1-4-1) Penedo; Murillo, R.Torres, Escobar, Davis; G.Gomez; Barcenas (dal 18’ s.t. Torres), Cooper, Godoy, J.Rodriguez (dal 18’ s.t. Diaz); Perez dal 28’ s.t. Tejada). (Calderon, A. Rodriguez, Cummings, Machado, Baloy, Pimentel, Quintero, A. Rodriguez, Arroyo). Allenatore: R. Gomez.
ARBITRO Sikazwe (Zambia)

Parte nel migliore dei modi il Mondiale del Belgio che debutta con un netto 3-0 contro l’esordiente Panama grazie alla rete di Mertens e alla doppietta di Lukaku.
Per un tempo è una partita così, senza strilli di passione: i belgi vanno 9 volte al tiro (solo 3 in porta), con qualche buona idea-gol non sfruttata o rigettata dagli avversari e loro, i ragazzi di Panama, che badano a difendersi, a chiudere spazi, a dannarsi per tenersi stretto un miracolo nel giorno dell'esordio mondiale.
Ad inizio ripresa il Belgio decide di sfondare. Al 48esimo Mertens mette in mezzo un pallone che la difesa centroamericana rinvia proprio sul folletto del Napoli che inventa una perla al volo col destro imparabile per Penedo. L'1-0 è un po' la fuga da quel mezzo incubo che si chiama insuccesso d'esordio.
A quel punto, la sfida scivola via con l'intensità prevista alla vigilia. I due gol dello scatenato Lukaku al 69esimo e al 75esimo (il primo su delizioso assist di De Bruyne) certificano la netta superiorità di un Belgio che non sbaglia la "prima".
I Diavoli Rossi hanno una squadra, fra campo e panchina (dove nell’occasione stanno gli infortunati Kompany e Vermaelen), piena zeppa di qualità. Spesso è mancato il temperamento per crescere e "uccidere" partite e avversari ma, come diceva proprio Mertens, ora c’è più consapevolezza, maturità. Anche se fanno una discreta fatica (per un tempo) a scrollarsi di dosso una esordiente rognosetta, carica come una molla e tutt’altro che emozionata. Panama ci mette il cuore, ma la differenza tecnica purtroppo c’è e si vede.
Il ct panamense ha promesso di scolarsi una bottiglia intera di vodka se il Panama supererà il turno. A sensazione direi che quasi sicuramente resterà sobrio.

Mondiali di Calcio “Russia 2018” – Girone F
SVEZIA-COREA DEL SUD 1-0
61’ Grsnqvist (rig.)

SVEZIA (4-4-2) Olsen; Lustig, Granqvist, Jansson, Augustinsson; Claesson, Larsson (dal 36’ s.t. Svensson), Ekdal (dal 26’ s.t. Hiljemark), Forsberg; Berg, Toivonen (dal 31’ s.t. Thelin). (Johnsson, Nordfeldt, Olsson, Guidetti, Helander, Krafth, Rohden, Durmaz). All. Andersson.
COREA DEL SUD (4-4-2) Cho Hyeong-Woo, Lee Yong, Kim Young-Gwon, Jang Hyun-Soo, Park Joo-Ho (dal 28’ p.t. Kim Min-Woo); Lee Jae-Sung (dal 27’ s.t. Lee Seung-Woo), Ki Sung-Yueng, Koo Ja-Cheol; Hwang Hee-Chan, Kim Shin-Wook (dal 22’ s.t. Jung Woo-Yung), Son Heung-Min. (Kim Seung-Gyu, Kim Jin-Hyeon, Jeong Seung-Hyun, Oh Ban-Suk, Yun Young-Sun, Ju Se-Jong, Hong Chul, Moon Seon-Min, Go Yo-han). All. Shin Tae-Yong.
ARBITRO Aguilar (Salvador).

Esordio vincente al Mondiale per la Svezia, che batte 1-0 la Corea del Sud e raggiunge il Messico in vetta al girone F di Russia 2018. Dopo un primo tempo equilibrato, la svolta arriva nella ripresa quando, con l'aiuto del Var, un intervento di M.W.Kim su Claesson vale il rigore che l'ex genoano Granqvist trasforma (65'). Inutile l'assalto finale della Corea del Sud che resta a quota 0 in classifica insieme alla Germania.
Svezia e Corea hanno grossi limiti, però non c’è paragone. La Svezia è stata nettamente superiore: più lanci che tocchi, come sempre, ma idee chiare, lucidità e molte buone esecuzioni. La vittoria è ampiamente meritata. La Corea ha combinato davvero poco, sia prima sia dopo l’ingresso del veronese Lee. L’unica grande occasione è capitata a Hwang dopo il 90esimo.

 BREAKING NEWS "MONDIALE" 
La Croazia ha spedito a casa Nikola Kalinic per motivi disciplinari dopo che il giocatore sabato sera si era rifiutato di scendere in campo nei minuti finali di Croazia-Nigeria.

 Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi   contenuti !!! 

2 commenti:

Theseus ha detto...

Bomber eccezionale questo Harry Kane. Può essere la sorpresa di questo Mondiale. Così come l'Inghilterra, che onestamente è quella che ha convinto di più tra le favorite alla vittoria finale.

Matrix ha detto...

Sono d'accordo con Theseus, l'Inghilterra, insieme alla Croazia, è finora quella che ha convinto di più.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!