ARTICOLI RECENTI

giovedì 5 aprile 2018

POKER BARCA, ROMA CHE SFORTUNA!!!

Champions League 2017-2018 – Andata dei Quarti di Finale
BARCELLONA-ROMA 4–1
38’ De Rossi (aut.) – 55’ Manolas (aut.) - 59’Piqué – 80’ Dzeko – 87’ Suarez

BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Semedo, Piqué, Umtiti, Jordi Alba; Sergi Roberto (dal 38’ André Gomes), Rakitic, Busquets (dal 22’ s.t. Paulinho), Iniesta (dal 40’ s.t. D. Suarez); Messi, L. Suarez (Cillessen, Dembelé, Alcacer, Vermaelen). All. Valverde.
ROMA (4-1-4-1): Alisson; Bruno Peres, Fazio, Manolas, Kolarov; De Rossi (dal 32’ s.t. Defrel); Florenzi (dal 27’ s.t. El Shaarawy), Strootman, Pellegrini (dal 14’ s.t. Gonalons), Perotti; Dzeko (Skorupski, Juan Jesus, Gerson, Schick). All. Di Francesco.
ARBITRO: Makkelie (Olanda)

Nell'andata dei quarti di finale di Champions League la Roma crolla contro il Barcellona e al ritorno sarà obbligata all'impresa per la rimonta. Al Camp Nou finisce 4-1 per i blaugrana, che passano al 38esimo con l'autorete di De Rossi e poi dilagano nella ripresa con un altro autogol (stavolta di Manolas), e le reti di Piqué e Suarez intervallate da Dzeko che aveva provato a riaprire il discorso.
La partita si apre con un paio di verticalizzazioni pericolose del Barcellona fermate per fuorigioco e potrebbe cambiare volto dopo 10 minuti quando Pellegrini pesca bene in area Dzeko, con Semedo che butta giù il bosniaco con una spinta da dietro. Era rigore, ma non per Makkelie. Scampato il pericolo il Barça riprende allora a fare la partita, anche se non con la sua brillantezza usuale. Al 18esimo Rakitic trova un pallone inaspettato e calcia di interno a girare, ma il palo gli dice di no.

I padroni di casa vanno vicini al gol ancora con Sergi Roberto. E la Roma alla fine capitola, anche se sfortunatamente: combinazione nello stretto Messi-Iniesta, con De Rossi che per evitare il pallone di ritorno all’argentino devia in scivolata alle spalle di Alisson. Poi le proteste: prima quella del Barcellona per un presunto contrasto in area tra Manolas e Messi, poi quella giallorossa per il fallo di Umtiti su Pellegrini, che però sembra leggermente fuori l’area.

A inizio ripresa la partita potrebbe girare subito, con Florenzi che dopo venti secondi di gioco pennella un traversone perfetto per Perotti, che di testa schiaccia male da ottima posizione sul lato opposto. Il Barcellona chiude la pratica in quattro minuti: prima Manolas è sfortunato in anticipo su Umtiti (palla prima sul palo, poi ribattuta in rete), poi è Piqué a ribadire in rete da due passi la parata di Alisson su Suarez. Sul 3-0 non c’è più partita. La Roma si rianima a dieci minuti dalla fin con Dzeko bravo a difendere in area l’assist di Perotti ed a bruciare di sinistro Ter Stegen. La speranza di poter giocare un ritorno con il sogno della remuntada dura però poco, perché sette minuti dopo uno stop di Gonalons in area diventa l’assist per il 4-1 di Suarez.
Finisce 4-1. Per un tempo la Roma ha sognato di poter arrivare all’Olimpico con il discorso qualificazione ancora aperto. Poi il Barcellona si è sciolto ipotecando di fatto la semifinale. Il 4-1 finale non lascia molto spazio alle speranze giallorosse, anche se poi nel ritorno i giallorossi hanno l’obbligo di provarci lo stesso. Sarà una mission impossible, ma il calcio spesso regala sorprese inaspettate. Lo stesso Barcellona un anno fa agli ottavi di Champions ribaltò un 4-0 rimediato contro il Psg. Ok, non è la stessa cosa. Ma

Inserisci il tuo indirizzo mail 
per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti:


Servizio offerto da FeedBurner

1 commento:

Alex ha detto...

La Juventus è stata strapazzata, la Roma invece è stata solo sfortunata. Ma evitiamo di scrivere cazzate per favore...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!