GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 19 settembre 2017

L'INTER VEDE I SORCI... VERDI, ICARDI LA SALVA

Serie A 2017-2018 – 5^ Giornata
BOLOGNA - INTER 1 - 1
32’ Verdi – 77’ ICARDI (rig.)

BOLOGNA (4-3-3) Mirante; Mbaye, Gonzalez, Helander, Masina; Poli (dal 27’ s.t. Taider), Pulgar, Donsah; Verdi, Petkovic (dal 42’ s.t. Okwonkwo), Di Francesco (dal 29’ s.t. Palacio)
A Disposizione: Da Costa, Ravaglia, De Maio, Krafth, Frabotta, Brignani, Crisetig, Nagy, Destro.
All. Donadoni
INTER (4-2-3-1) Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Vecino, Borja Valero (dal 41’ s.t. Gagliardini); Candreva (dal 36’ s.t. Brozovic), Joao Mario (dal 5’ s.t. Eder), Perisic, Icardi
A Disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Santon, Dalbert, Vanheusden, Karamoh, Pinamonti.
ARBITRO Di Bello di Brindisi

Era andata bene a Crotone, non stasera a Bologna. Al Dall’Ara finisce 1-1 con i padroni di casa che giocano un’ottima gara e mettono in difficoltà un’Inter pessima. A salvare la barca ci pensa Icardi su rigore (fallo goffo di Mbaye su Eder) che pareggia il gol di Verdi realizzato alla mezzora del primo tempo. Ma la prestazione dei nerazzurri è stata abbastanza deludente e il pareggio è giusto.
Spalletti preferisce Nagatomo a Dalbert e Vecino a Gagliardini. Sono queste le uniche novità della formazione nerazzurra con Joao Mario confermato nei tre dietro Icardi.
Lampo iniziale dell’Inter (liscio clamoroso di Joao Mario sul numero da destra di Candreva che avrebbe potuto portare in vantaggio l’Inter dopo neanche un minuto) che parte bene nei primi 4-5 minuti ma poi subisce le offensive della formazione di casa.
Verdi e Di Francesco mettono in difficoltà la retroguardia nerazzurra. In particolare è l’ex giocatore del Milan a sfiorare a più riprese il gol (decisivo Handanovic in un paio di occasioni).
E alla mezzora il Bologna trova meritatamente il vantaggio proprio con Verdi, bravo a pescare il jolly con un tiro da fuori area (con la colpevole complicità di Vecino).
L’unica occasione dell’Inter arriva in chiusura di tempo con un cross teso di Perisic che per poco non trova il tocco vincente di Icardi sottoporta.
Spalletti inserisce Eder al posto di uno spento Joao Mario (tra i peggiori in campo) ad inizio ripresa e l’Inter cambia passo. Nerazzurri attivi soprattutto sulla fascia destra con Candreva, vera spina nel fianco della difesa felsinea che però regge bene.
L’Inter stringe d’assedio l’area felsinea con i rossoblu che reggono bene. Ma al 76esimo arriva l’episodio decisivo per l’Inter. Cross di Candreva, Mbaye inciampa e nel cadere tocca la caviglia di Eder. Fallo involontario ma netto. Per l’arbitro è rigore (e la Var gli da conferma). Dal dischetto Icardi fa 1-1.
In un turno che sulla carta era favorevole all’Inter (domani sera c’è Juventus-Fiorentina e Lazio-Napoli) i nerazzurri devono registrare una battuta d’arresto. La squadra di Spalletti stasera è apparsa in difficoltà, poco compatta nei reparti. È stata salvata da un episodio senza la quale non so come sarebbe potuta finire. E alla luce di questo il punto che i nerazzurri riescono a portare a casa è ancora più prezioso.
Del resto già a Crotone erano emerse alcune lacune e stasera sono state evidenziate ancora di più. Sia chiaro, niente di grave. Soprattutto dobbiamo prendere atto del fatto che in questo momento il nostro obiettivo è arrivare nei primi quattro posti e non possiamo certo competere con Napoli e Juventus per il titolo (mi pare che anche ieri sera ho espresso questo concetto). Chi più chi meno stasera hanno deluso un po’ tutti. Da Joao Mario in serata pessima, passando per un Candreva che sforna cross a ripetizione ma quasi mai pericolosi, alle difficoltà difensive di D’Ambrosio. Stasera non mi è piaciuto molto nemmeno Skriniar (una serata storta può capitare a tutti…). Vabbè, l’importante è imparare dai nostri errori e andare dritti per la nostra strada. La stagione è ancora lunga e per quello che abbiamo visto finora possiamo puntare ad arrivare nei primi quattro. FORZA INTER !!!


7 commenti:

Nicola ha detto...

Io voglio fare una sola domanda: ma Karamoh quando lo vedremo giocare? Lo conservano come abbiamo fatto lo scorso anno con Gabigol?

BlackWhite ha detto...

Vi toccherà fare un monumento alla Var. Anche ieri sera rigore assolutamente regalato. Ma voi siete questi, una banda di pippe salvata dagli arbitri.

Matrix ha detto...

@BlackWhite. Vai a rivederti le immagini prima di dire sciocchezze. Il rigore è netto, il giocatore del Bologna in caduta tocca Eder. Il fallo c'è. Rigore netto.

Brother ha detto...

@Nicola. Non penserai che Karamoh sia il salvatore della patria? Non credo sia un giocatore che sposterà gli equilibri e lo vedremo in campo (forse) quando Candreva e/o Perisic saranno indisponibili.

Brother ha detto...

@Matrix. Ogni mattina un juventino si sveglia, scopre che è stato dato un rigore netto all'Inter e comincia a rosicare...

Entius ha detto...

Secondo me il rigore è netto. Il fallo è involontario (il giocatore del Bologna inciampa e cadendo tocca il tallone di Eder), ma è danno procurato e la volontarietà non conta. Il Var toglie ogni dubbio sul fatto che la caduta di Mbaye non sia provocata da Eder, ma sul rigore non ci sono dubbi.

Nicola ha detto...

@Brother. Non ho detto che Karamoh è il salvatore della patria. Semplicemente sarei curioso di vedere che tipo di giocatore è. E possibilmente vorrei evitare un Gabigol-bis

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails